• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Vero, ma anche il tuo amico ( se non sei tu l'interessato) avrebbe dovuto farlo mettere nero su bianco.
A meno che possa provare che sapevano, e hanno taciuto , visto che la convocazione e lo scopo dell'assemblea erano evidentemente noti , almeno al venditore.
Cioè, avrebbe potuto chiedere al venditore o all'agenzia una tale attestazione? In che modo?
 

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Permettimi una disgressione: se vi è la necessità di fare spese per manutenzioni straordinarie il tuo amico ne trarrà benefico quindi è giusto che sia lui a pagare. In fin dei conti saranno "migliorie" di cui lui godrà integralmente.
E visto che al momento hanno solo deliberato la "progettazione" se proprio non vuole dovrà contestare l'opera in assemblea cercando di convincere gli altri della inutilità.
Il problema è che il mio amico non vuole accollarsi queste 2 "rogne" che non erano state preventivate.
Infatti, prima di acquistare quell'immobile ha scartato diverti appartamenti con situazioni analoghe...
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Cioè, avrebbe potuto chiedere al venditore o all'agenzia una tale attestazione? In che modo?
Quando facevo l’agente , era normale per me chiamare l’amministratore e chiedere quali spese straordinarie c’erano in programma nel breve periodo, e quali nel lungo periodo, e quindi comunicarlo ai potenziali interessati.
Una volta avuta l’informazione corretta, niente vieta di metterlo per iscritto.
Ci possono essere sempre delle esigenze di spesa impreviste e imprevedibili , ma almeno quelle prevedibili e/o probabili vanno conosciute , per una trattativa informata e consapevole.
 

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Adesso il mio amico mi ha comunicato che il notaio lo ha chiamato per dirgli che il 28 non si fa nessun rogito ma solo la proroga per modificare la data del rogito.
Il mio amico, inoltre, mi ha chiesto di presenziare con lui davanti al notaio. Quest'ultimo potrebbe obbiettare qualcosa circa la mia presenza?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Adesso il mio amico mi ha comunicato che il notaio lo ha chiamato per dirgli che il 28 non si fa nessun rogito ma solo la proroga per modificare la data del rogito.
E il tuo amico è d’accordo ?
Penso sarebbe meglio prorogare anche la data per l’avveramento della condizione.
 

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
E il tuo amico è d’accordo ?
Penso sarebbe meglio prorogare anche la data per l’avveramento della condizione.
Il mio amico mi ha detto che non firma nessuna proroga se non soddisfano le sue richieste. A quel punto fa valere la condizione risolutiva!
Scusami, ma a cosa servirebbe prorogare anche la data per l’avveramento della condizione visto che poi non si tiene in alcun modo conto di essa?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Scusami, ma a cosa servirebbe prorogare anche la data per l’avveramento della condizione visto che poi non si tiene in alcun modo conto di essa?
Perché la data prevista per l'avveramento della condizione è una cosa (passata la data senza avveramento il contratto è risolto) , mentre la data per il rogito non è tassativa, a meno che sia dichiarata come termine essenziale, e, anche se superata, per rendere l'altra parte inadempiente serve una diffida ad adempiere.
Ma il notaio in che squadra gioca ?
 

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Inoltre, il notaio ha fatto mettere nel preliminare questa clausola: "La parte acquirente esonera il notaio presso il quale il presente compromesso sarà depositato dall'effettuare i controlli ipo-catastali che saranno effettuati prima della stipula del contratto definitivo".
Pertanto, leggendo il contenuto del preliminare mi sono accorto che il notaio si è fatto esonerare da tutti i controlli ipo-catastali che la legge prevede a suo carico con la classica clausola di stile senza motivare in alcun modo tale esonero. Infatti, la giurisprudenza sostiene che tale esonero è lecito ma alle condizioni suddette.
In questo caso, il mio amico può fare qualcosa contro il notaio?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
No, i controlli sono obbligati per il rogito, o se il preliminare è fatto come atto pubblico, cosa che immagino non sia accaduta.
 

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
No, i controlli sono obbligati per il rogito, o se il preliminare è fatto come atto pubblico, cosa che immagino non sia accaduta.
Quindi, mi stai confermando che quella clausola è illecita?
Oppure che il notaio è obbligato ai controlli solo dopo il rogito?
Si, il preliminare, anche se lo ha redatto il notaio, è una scrittura privata autenticata.
 

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Cosa vuol fare contro il notaio il tuo amico, se era d'accordo di soprassedere alle visure
Purtroppo il mio amico ha firmato senza rendersi conto di quello che firmava. Quindi, è vero che il mio amico ha le sue colpe però il notaio non può aprofittare dell'ignoranza della gente!
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
però il notaio non può aprofittare dell'ignoranza della gente!
Premesso che per la Legge l'ignoranza non è ammessa (altrimenti un omicida od un ladro potrebbero giustificarsi affermando che non conoscevano che fosse reato)...il tuo amico non può invocare l'ignoranza perché se non sa leggere meglio si faccia assistere.

Casomai il Notaio avrebbe profittato della "fiducia" ...ma anche qui non do per scontato la cosa.
Certi controlli si fanno prima del Rogito e non prima del Preliminare
 

pupido

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Vi aggiorno sulla situazione del mio amico visto che, questa sera, ho partecipato alla seduta davanti al notaio.
Ebbene, il notaio ha esordito dicendo che senza l'accordo tra le parti per la proroga del preliminare, per lui tale contratto era da considerarsi risolto in virtù della clausola risolutiva.
L'avvocato della controparte, alle parole del notaio, ha reagito molto male minacciando subito di far partire una diffida ad adempiere al rogito perché secondo lui il termine di scadenza della condizione risolutiva non è essenziale e, quindi, la condizione non si è ancora avverata.
Alla fine, con grande fatica, si è raggiunto un accordo tra le parti. La parte venditrice ha deciso di accollarsi una cifra a forfait che vada a compensare l'esborso del mio amico per le spese straordinarie non ancora deliberate e quindi non ancora quantificabili.
Tale cifra verrà bonificata all'amministratore del condominio e versata nel conto condominiale come acconto della quota del mio amico.
Credo che alla fine sia prevalso il buon senso da ambo le parti perché iniziare una controversia civile avrebbe significato percorrere per esse un terreno minato...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Chuyên cung cấp các sản phẩm thực phẩm chức năng giải độc gan, sinh lý nam, collagen, trắng da, nhập khẩu độc quyền từ Úc. Sản phẩm đạt tiêu chuẩn cGMP, uy tín, an toàn, hiệu quả. Link profile: Athen
AlexIron ha scritto sul profilo di Gianco.
Buongiorno Gianco,
ci siamo scritti qualche tempo fa. Sono l'amico ed ex collega di Gianfranco Melis.
Gianfranco è stato da poco (qualche mese) a trovarci.
Ho visto che abbiamo partecipato alla stessa discussione e allora ho pensato di farle un saluto particolare.
In bocca al lupo per questo periodo cosi tremendo.
Alessandro
Alto