• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tatiana

Membro Attivo
Proprietario Casa
e pensare che avevo scelto quest'abitazione proprio perchè non c'era il condomino....
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
e pensare che avevo scelto quest'abitazione proprio perchè non c'era il condomino....
Credevi che l'amministratore sarebbe stato un'entità evanescente che si sarebbe materializzata solo all'occorrenza? Tipo Genio della Lampada?
Cerca bene, magari sfregando qualche vaso esce qualcosa.
Ricordati però che i desideri sono solo tre.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
voi come vi muovereste?
Per chiedere il codice fiscale del Condominio occorre compilare e presentare all'Agenzia delle Entrate il modello AA 5/6.
Se non vi è amministratore, la pratica deve essere svolta da un condòmino (chiamiamolo sig. Rossi) che assume la figura di "legale rappresentante".
Occorre allegare al mod. AA 5/6 copia del verbale assemblea di condominio col quale i condòmini nominano legale rappresentante del Condominio di via....n. ....... Comune......Provincia..... il sig. Rossi.
Allegare anche fotocopia documento d'identità e codice fiscale del sig. Rossi.

In questo periodo di emergenza sanitaria la pratica può essere svolta per mail (non occorre la pec): l'Agenzia delle Entrate risponderà inviando per mail al sig. Rossi il "Certificato di attribuzione del codice fiscale" di quel Condominio.

Qui trovi il suddetto modello e le istruzioni per la compilazione:

(Siccome è una pratica che ho seguito di recente per dei conoscenti ed è andata a buon fine, se hai dei dubbi cerco di aiutarti).
 

Tatiana

Membro Attivo
Proprietario Casa
Grazie, avevo scaricato già il modello e lo avevo compilato ma non sapevo si potesse fare online. Farla in remoto mi evita di prendere giornate al lavoro. Ora riporto la discussione agli altri 5 condomini e vediamo se ne veniamo a capo
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
avevo scaricato già il modello e lo avevo compilato
Quindi avrai visto che i codici da indicare sono:
natura giuridica: 51
codice carica del rappresentante: 1
codice e descrizione attività: i condòmini per i quali ho svolto la pratica hanno deciso di indicare il cod. 982000 "condominio senza dipendenti", perché quella è la loro realtà. Se però nel tuo caso c'è un dipendente (tipo il portiere, custode, addetto alle pulizie, giardiniere, ecc.) il codice attività dovrebbe essere un altro.
 

Tatiana

Membro Attivo
Proprietario Casa
Si io sono la sesta poi c'è il costruttore con 2 case ancora da vendere che contatteremo alla fine quando abbiamo deciso il da farsi
 

Tatiana

Membro Attivo
Proprietario Casa
Per Uva, si avevo trovato le indicazioni su internet e confermo quanto mi hai suggerito
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non abbiamo bisogno di costituire un condominio
Come spiegato il Condominio è già costituito.
Voi avreste obbligo di "formalizzarlo" chiedendo Codice Fiscale (formalmente obbligatorio indipendentemente da richieste di bonus fuscali).
Ho usato il condizionale perché siamo... in Italia.


Serve l'amministratore, sono 8 unità.
Questione già spiegata in passato: non esiste alcun obbligo di nomina ..
salvo almeno 1 dei partecipanti ne faccia richiesta nei Condomini con almeno 9 proprietari diversi.

mi sembra di capire che se me ne prendo carico io mi prendo solo oneri e non onori
Sconsiglio di presentarsi come "amministratore" e ancora meno farsi eleggere per tale mandato.
La richiesta di Codice Fiscale può essere fatta da uno di voi nominato "rappresentante" del Condominio.
 

Tatiana

Membro Attivo
Proprietario Casa
Domani ci incontriamo tutti proporrò la formalizzazione del condominio con la nomina di un rappresentante. Provo anche a capire come posso fare l'inoltro della documentazione all'agenzia delle entrate online. Se avrò problemi chiederò a uva la cortesia di spiegarmi i passaggi per accedere alla richiesta online. Ringrazio tutti per la vostra disponibilità
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
i passaggi per accedere alla richiesta online.
E' molto semplice; non occorrono le credenziali dell'Agenzia delle Entrate per operare telematicamente, né avere la pec né la firma digitale.

Con i "servizi agili" dell'Agenzia attivati in questo periodo di emergenza sanitaria basta inviare una mail normale alla mail (normale, non pec) dell'Ufficio Territoriale Ag. Entrate, scrivendo che si richiede il codice fiscale del Condominio e allegando la documentazione che ho elencato nel post n. #23. Magari nella mail scrivi anche un recapito telefonico.

I tempi possono essere un po' lunghi: il signore per il quale avevo preparato la pratica ha ricevuto mail di risposta col certificato codice fiscale dopo circa 20 giorni.
A Torino funziona così; penso che anche gli Uffici Ag. Entrate di altre città seguano la stessa procedura.
 

griz

Membro Storico
Professionista
integro con la mia esperienza: ho abitato in un condominio con 8 condomini per 20 anni, al mio arrivo il condominio aveva il CF con un condomino che aveva fatto da rappresentente, per il periodo nel quale sono stato lì si tenevano le assemblee quando serviva e io, in collaborazione col rappresentante redigevamo le ripartizioni delle spese comuni, a volta capitavano piccole manutenzioni e la fattura si faceva al condominio senza problemi, dal 2015 il condominio è diventato obblgatoriamente sostituto d'imposta, una sola fattura al condominio per lo spurgo della fossa settica ha costretto alla dichiarazione col mod 770, una rottura di scatole. Da allora si è deciso che non si sarebbero più fatte fare fatture al condominio ma solo ricevute fiscali al rappresentante a meno che non vi fossero lavori importanti. Oggi credo sia ancora così anche se il rappresentante, non essendoci più la mia collaborazione intendeva chiedere che venisse nominato un amministratore. In parole povere, al postante dico che l'amministratore non è necessario, se voleste chiedere il CF del condominio potete farlo e potrebbe essere utile ma nell'ordinarietà, se non c'è un amministratore, limitatevi a far fare al fornitore la ricevuta fiscale
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Lo è se e quando sarà obbligato al pagamento di imposte in luogo di altri, per fatti o situazioni a questi riferibili.
Premesso che mi risulta difficile pensare ad un Condominio che non necessita (prima o poi) di opere/interventi soggetti a R.A. ...il Codice Fiscale serve anche per qualsivoglia Fattura addebitabile al Condominio.

Se poi torniamo indietro di qualche hanno non era possibile usufruire dei bonus fiscali nei Condomini sprovvisti di Codice Fiscale...tanto che la successiva regolarizzazione comportava il pagamento della sanzione per ritardata richiesta del C.F.

Il Codice Fiscale va chiesto alla "nascita"...vale per le persone come per qualsiasi altro "soggetto".
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Se avete il solo vialetto in comune dividetelo otticamente cosi diventate solo 2 condomini dividete anche l'impianto di illuminazione e vi rimane solo il saluto in comune, che poi chiedete il CF. per due di voi + gli altri due per conto loro avete semplificato la situazione.
Ultima soluzione andate all'agenzia e chiedete COME SI FA? e spiegate le cose, chi più di loro possono cavare il ragno dal buco.
 

Tatiana

Membro Attivo
Proprietario Casa
Mi sono prima documentata chiedendo sia a voi sia all'agenzia delle entrate che su internet e per non sbagliare mi sono ricordata di poter usufruire dell'aiuto del nostro consulente aziendale che si occupa di certificazioni per la nostra cooperativa e che mi aiuterà ad istruire la pratica nel modo corretto. speriamo ora solo nei tempi stretti per avere il codice fiscale per volturare le utenze che il costruttore non vuole più che rimangano a suo nome.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
volturare le utenze che il costruttore non vuole più che rimangano a suo nome.
In un condominio autorimessa di soli box, anni fa il costruttore - stanco delle utenze a suo nome - fece staccare tutto e rimanemmo senza corrente per circa 7 giorni (considera che le serrande sono elettriche e così il cancello principale), ricordo ancora l'autorimessa completamente al buio finché la voltura non è stata completata.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

TomBolzo ha scritto sul profilo di maidealista.
Buonasera,
dovrei eliminare l'allegato che ho erroneamente allegato sul post Anticipo rogito rispetto compromesso
riuscite a risolvere? sulla pagina dell'assistenza quando seleziono i vari link mi dice che non ha trovato la pagina.
Scusa se non è la sezione giusta.
Buona serata!
@Il Custode segnalo che in questi ultimi giorni sono stato estromesso e non mi è stato possibile comunicare con Voi.
Lo stesso problema lo sta vivendo @Luigi Criscuolo, che ha dovuti riscriversi con un altro nome. Vedete se potete risolvere anche il suo problema, visto che era fra i più assidui e stimati iscritti.
Alto