• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sandro Brunotti

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve, sono proprietario di casa coniugale data nel 2010 ad uso abitazione alla mia ex moglie con sentenza separazione giudiziale e registrata con nota di trascrizione in conservatoria. Nel 2014 la separazione diventa consensuale e la mia casa risulta sempre di mia proprietà ed a mio uso esclusivo con tanto di mia residenza, però nessuno ha cancellato la precedente nota di trascrizione. Nel frattempo la mia ex si trasferisce in altra abitazione di sua proprietà. Sto vendendo la casa ma non posso fare il rogito se non cancello la nota. Abbiamo fatto richiesta congiunta al giudice per modificare l'omologa e poter cancellare la nota ma son 5 mesi senza risposta.Domanda: poiché la ex si è trasferita esiste un modo semplice (senza notaio) per dimostrare che il diritto di abitazione alla ex è decaduto ed esercitare il mio diritto pieno stabilito nella consensuale?
 

Sandro Brunotti

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve, sono proprietario di casa coniugale data nel 2010 ad uso abitazione alla mia ex moglie con sentenza separazione giudiziale e registrata con nota di trascrizione in conservatoria. Nel 2014 la separazione diventa consensuale e la mia casa risulta sempre di mia proprietà ed a mio uso esclusivo con tanto di mia residenza, però nessuno ha cancellato la precedente nota di trascrizione. Nel frattempo la mia ex si trasferisce in altra abitazione di sua proprietà. Sto vendendo la casa ma non posso fare il rogito se non cancello la nota. Abbiamo fatto richiesta congiunta al giudice per modificare l'omologa e poter cancellare la nota ma son 5 mesi senza risposta.Domanda: poiché la ex si è trasferita esiste un modo semplice (senza notaio) per dimostrare che il diritto di abitazione alla ex è decaduto ed esercitare il mio diritto pieno stabilito nella consensuale?
Salve, sono proprietario di casa coniugale data nel 2010 ad uso abitazione alla mia ex moglie con sentenza separazione giudiziale e registrata con nota di trascrizione in conservatoria. Nel 2014 la separazione diventa consensuale e la mia casa risulta sempre di mia proprietà ed a mio uso esclusivo con tanto di mia residenza, però nessuno ha cancellato la precedente nota di trascrizione. Nel frattempo la mia ex si trasferisce in altra abitazione di sua proprietà. Sto vendendo la casa ma non posso fare il rogito se non cancello la nota. Abbiamo fatto richiesta congiunta al giudice per modificare l'omologa e poter cancellare la nota ma son 5 mesi senza risposta.Domanda: poiché la ex si è trasferita esiste un modo semplice (senza notaio) per dimostrare che il diritto di abitazione alla ex è decaduto ed esercitare il mio diritto pieno stabilito nella consensuale?
Se c'è qualche professionista che mi garantisce una soluzione rapida, anche se costosa, è ben accetto, mi contatti al 3934169337.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve, mio marito ed io siamo in separazione dei beni e risediamo nella casa di proprietà di mio marito. Abbiamo deciso di trasferirci in un'altra abitazione(situata nello stesso comune) per la quale io sola ho richiesto il mutuo, facendo mio marito da garante, e che verrà intestata a me. Quesito: ai fini fiscali, spostando la residenza di entrambi nella nuova casa in acquisto, la casa di mio marito come risulterà?
Ciao amici, pongo questo quesito:.
Siccome n° 5 condomini su un totale di 8, sono favorevoli che rappresentano 625 millesimi della scala, alla sostituzione del portoncino d'ingresso scala, quindi basta questa maggioranza o il consenso deve essere unanime? Spero di avere risposte a questo quesito al più presto.
Ciao Sammarco M.
Alto