• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Salve,

Le mie scadenze intra-annuali per pagare il condominio sono queste:

1° Gennaio 2018: Devo pagare 300 Euro valevoli fino al 31 Marzo 2018

1° Aprile 2018: Devo pagare 300 Euro valevoli fino al 30 Giugno 2018

1° Luglio 2018: Devo pagare 300 Euro valevoli fino al 30 Settembre 2018

1° Ottobre 2018: Devo pagare 300 Euro valevoli fino al 31 Dicembre 2018

Ipotizzate che io abbia pagato solo la prima:

1° Gennaio 2018: Devo pagare 300 Euro valevoli fino al 31 Marzo 2018

Se dal 1° Aprile 2018 smetto di pagare fino al 31 Dicembre 2018, l'Amministratore ha il diritto di attivare il decreto ingiuntivo oppure il recupero crediti nei miei confronti?

Oppure può farlo solo a partire dal 1° Gennaio 2019?

Mi date anche dei riferimenti normativi, se possibile?

Grazie.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
L'amministratore ha l'obbligo di chiedere decreto ingiuntivo passati 6 mesi dal momento in cui il pagamento doveva essere effettuato, sulla base del consuntivo o preventivo approvato dall'assemblea.
Deve essere stato approvato anche il piano di riparto.
Se non paghi la rata del 1 aprile , dopo 6 mesi può essere fatto decreto ingiuntivo (quindi dal 1 ottobre).
Per la rata del 1 luglio dal 1 gennaio 2019 e cosi via.
Ma perche dovresti smettere di pagare ? Ti conviene parlare con l'amministratore e spiegare, se fosse un problema momentaneo.
Ecco i riferimenti di legge:

art. 1129 c.c. comma 9 (Articolo modificato con legge 11 dicembre 2012 n. 220.)
"Salvo che sia stato espressamente dispensato dall'assemblea, l'amministratore è tenuto ad agire per la riscossione forzosa delle somme dovute dagli obbligati entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio nel quale il credito esigibile è compreso , anche ai sensi dell'articolo 63, primo comma, delle disposizioni per l'attuazione del presente codice."

art. 63 disp. att. c.c., comma 1
"Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea, l'amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi."
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Vorrei pagare il più tardi possibile perché c'è un singolo condomino (proprietario del suo appartamento) che sta cumulando morosità dal 2012, ed è arrivato ad 8000 (ottomila/00) Euro di debito verso il condominio.

L'amministratore, vedendo che questo qui ogni anno paga tipo 2000 euro, andando in realtà sempre più sotto zero (perché dovrebbe pagarne ad esempio 3000 ogni anno!), non gli fa mai decreto ingiuntivo.

Al massimo l'amministratore ha proposto di costituire, a carico di tutti i condomini, il fondo di riserva straordinario, al quale mi sono fermamente opposto perché so che basta il parere contrario anche di 1 solo condomino.
 
Ultima modifica:

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Se l’amministratore non fa i decreti ingiuntivi necessari (se l’assemblea non lo ha dispensato dal farli) , rischia di essere mandato via dal giudice, anche solo su impulso di un singolo condomino che lo richiede.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non è detto che l'amministratore agisca male: spesso il condomino moroso non ha debiti solo con il condominio. Anzi. Cosa succede spesso lo ho imparato da questi forum

Il decreto ingiuntivo ha un costo: e per riscuotere non basta; occorre un successivo pignoramento. Il guaio è che spesso i beni pignorabili sono già ipotecati dalle banche creditrici, ecc.

Alla fine si aggiungono spese con risultato nullo: ecco allora che ottenere strada facendo almeno i 2000 sarebbe meglio di niente.

Direi quindi che l'Amministratore dovrebbe esporre la situazione complessiva, e l'assemblea deliberare o meno se procedere con il decreto ingiuntivo o no, esaminati i pro ed i contro. Il possibile automatismo potrebbe essere anche peggiore del male attuale.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Mio Dio, ma questo qui viene a prenderci in giro in assemblea. Fa vacanze, ha un'agenzia di assicurazioni, mantiene la ex moglie, ha un fuoristrada costosissimo, e poi non paga 8.000 Euro di condominio? Ma allora, gentilmente, mi stai prendendo per i fondelli!!!

In assemblea, l'unica volta, 2 anni fa, in cui all'ordine del giorno c'era la possibilità di mettergli all'asta l'immobile, si è presentato facendo mettere a verbale che "nei prossimi mesi (senza specificare quando e quanto) avrebbe pagato".

Ora siamo da capo a 12 e il debito aumenta.

Forse hai ragione dicendo che la cura è peggiore del male, ma mi sembra impossibile che NON SI POSSA FARE NULLA!
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Se l’amministratore non fa i decreti ingiuntivi necessari (se l’assemblea non lo ha dispensato dal farli) , rischia di essere mandato via dal giudice, anche solo su impulso di un singolo condomino che lo richiede.
L'amministratore 2 anni fa ha esposto la cosa in assemblea e lui si è presentato dicendo che avrebbe colmato il debito nei prossimi mesi, mentre oggi (aprile 2018) risulta "sotto" di 8000 euro, e la situazione è peggiore di 2 anni fa.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Se non paghi la rata del 1 aprile , dopo 6 mesi può essere fatto decreto ingiuntivo (quindi dal 1 ottobre).
Non è esatto.
Hanno approvato una delibera che fissa rate di pagamento trimestrali...se la scadenza della seconda rata è oggi...da martedi l'amministratore potrebbe già procedere con Decreto Ingiuntivo e senza necessità di ulteriori preavvisi.

@possessore...se sei in difficoltà ti suggerisco di prendere immediatamente contatto con il tuo amministratore per concordare una dilazione.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma quale difficoltà! Io i soldi per pagare ce li ho! Voglio solo tutelare il mio portafogli, perché c'è un parassita che non paga, sta "sotto" di 8000 Euro, e l'amministratore è inerte!
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Stavo rispondendo seguendo il cronologico delle repliche.
Un amministratore deve essere amico di tutti ...ma inflessibile nel far rispettare i pagamenti.
La teoria del "meglio 2mila che niente" non regge.
Gli sbruffoni bifolchi che ostentano tenire da vip e poi "spilorciano" coi i "soci" non meritano alcun rispetto.

Se avete tergiversato prestando fede ad uno che vi prende beffardamente in giro (per non dire altro) in parte e colpa vostra.
Rispetta le scarenze ma minaccia l'amministratore che agirai nei suoi confronti e contro il Condominio per i danni che potresti patire.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
La teoria del "meglio 2mila che niente" non regge.
Dipende dai casi: in questo è probabile tu abbia ragione. Salvo sia il classico sbruffone tutto apparenza e niente sostanza, che vive alle spalle altrui.

Mi riferivo invece a casi diversi: ad esempio il mio. 40 anni fa avevo comperato un appartamento in un condominio: il costruttore navigava a vele spiegate, e dopo aver venduto 10 appartamenti, si è tenuto i restanti 8 (quello probabilmente era il suo margine di allora!!!

Aveva proprietà a destra e sinistra, ottenute in modo analogo: poi ha cominciato a impelagarsi in investimenti (spese?) sbagliati, acquistando una società di calcio con l'intenzione di riportarla ai fasti di inizio 900. Pare sia stato questo a portarlo al tracollo.

Ora i suoi ex-beni sono totalmente in mano alle banche: la procedura fallimentare va per le lunghe, gli alloggi che si liberano non vengono locati in attesa della autorizzazione alla messa in vendita.

Parrebbe quindi che un decreto ingiuntivo cadrebbe nel vuoto: l'amministratore finora ha contenuto lo scoperto cercando di incassare.
Anch'io mi sono chiesto se fosse stato possibile agire ad esempio con pignoramento verso terzi (es. pigione inquilini). A quanto pare sconsigliano a fare azioni .
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Un costruttore è si un condomino...ma un po' particolare.

Assodato che ogni caso va analizzato per i suoi aspetti particolari di fondo l'esperienza mi ha insegnato che trascurare le cose le fa ingigantire a dismisura 9 volte su 10
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Non è esatto.
Hanno approvato una delibera che fissa rate di pagamento trimestrali...se la scadenza della seconda rata è oggi...da martedi l'amministratore potrebbe già procedere con Decreto Ingiuntivo e senza necessità di ulteriori preavvisi.
Hai perfettamente ragione......potrei dire che era un pesce d'aprile..;), ma era solo una sciocchezza.
E' solo quello che abbiamo deciso nei condomini in cui ho immobili, e ho erroneamente dato per scontato che fosse una prassi seguita ovunque, senza accendere il cervello.
 

luciano1949

Membro Attivo
Proprietario Casa
Vorrei pagare il più tardi possibile perché c'è un singolo condomino (proprietario del suo appartamento) che sta cumulando morosità dal 2012, ed è arrivato ad 8000 (ottomila/00) Euro di debito verso il condominio
Mio Dio, ma questo qui viene a prenderci in giro in assemblea. Fa vacanze, ha un'agenzia di assicurazioni, mantiene la ex moglie, ha un fuoristrada costosissimo, e poi non paga 8.000 Euro di condominio? Ma allora, gentilmente, mi stai prendendo per i fondelli!!!
Forse hai ragione dicendo che la cura è peggiore del male, ma mi sembra impossibile che NON SI POSSA FARE NULLA!
Immagina se tutti facessero lo stesso ragionamento, nessuno paga perché uno non ha pagato, il risultato è che il condominio nel giro di poco si ritroverebbe senza acqua, senza gas, senza riscaldamento, senza pulizie e andrebbe allo sfascio, è un dovere morale e un obbligo personale pagare per avere questi diritti, pagamenti da farsi puntualmente e precisi.

Poi che questo personaggio non paghi pur avendolo promesso è tutt'altra storia, agenzia, ex moglie e fuoristrada potrebbero essere situazioni e cose che non siano sue, quindi diciamo un nulla tenente, di conseguenza non aggredibile nei suoi beni, non capisco perchè un amministratore pagato per amministrare non faccia quello per cui è preposto, al primo insoluto avrebbe dovuto dare subito inizio a un recupero, non l'ha fatto? perché? si è informato se aveva altri debiti? magari allora era ancora solvibile con poco, ora è diventata una somma alta e ha altri debiti, ha pignoramenti in atto?, ha qualche problema più grosso del debito col condominio?, che ne sappiamo, quello che si vede non sempre è reale, certo che un decreto ingiuntivo costa ma se ha ancora l'immobile, lo si può aggredire, ma se non ha nulla.... oggi? ieri aveva ancora qualcosa? sono domande che un amministratore deve farsi.
Sedetevi e discutetene, ma fate in fretta.... auguri.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Corte di Cassazione, II sezione civile, nella sentenza n. 10621, pubblicata in data 28 aprile 2017
 
Ultima modifica di un moderatore:

luciano1949

Membro Attivo
Proprietario Casa
@possessore , questo è un forum dove ognuno esprime le proprie opinioni e da un apporto attraverso le proprie conoscenze, capita a volte che qualcuno indirizzi in una via non proprio giusta ma non fa certo piacere che nei confronti di un membro storico vengano indirizzati epiteti non proprio consoni alla persona, va da sè che non intendo difendere @Dimaraz , saprà difendersi da solo, ma vorrei sottolineare che qui, in questo post, tu chiedi di voler allungare i tempi di pagamento perchè, uso un termine usato da te ed appropriato, un idiota nel tuo condominio, è moroso e tu vuoi "copiarlo", fallo tranquillamente e quando avrai bisogno di sapere come evitare spese inutili per interessi e spese legali, dopo che ti avranno pignorato, magari la tua bella macchinetta oppure ti avranno citato per offese, troverai sicuramente delle risposte esatte dove ti accorgerai che non è il modo più simpatico di chiedere LUMI e SUGGERIMENTI pretendendo di sapere già le risposte ai tuoi quesiti, chiedo solo una curiosità, che grado di preparazione in materia avevano le dieci persone che hanno letto l'intervento, sanno che una lettera di sollecito al pagamento delle spese condominiali fa partire la data di un eventuale decreto ingiuntivo da quel giorno stesso? quindi se sei una persona corretta paghi quando devi pagare e, in parte, è anche colpa tua se il tizio che ho definito idiota si sta permettendo di non pagare....... poi sei libero di scrivere ciò che ti pare, io non interverrò più sui tuoi post, educatamente saluto e spero di non più incrociarti, le discussioni sono fatte per crescere e non pre retrocedere.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno,sono unica proprietaria di un immobile,ho una mamma di ottanta anni e due figlie che vivono con me,sono divorziata. Vorrei sapere, nel caso in cui dovessi mancare prima di mia mamma,la casa a chi andrebbe?
grazie.
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
*******e
Alto