• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

LUISA.PI

Nuovo Iscritto
Professionista
Buongiorno a tutti,
ho bisogno di un vostro parere.
Vi spiego brevemente la situazione.
la casa di famiglia dove abito è composta da 3 piani.
piano terra abito io
primo piano abita mia figlia
secondo e ultimo piano abitano i miei genitori.
Totale l'intera casa era intestata tutta a mio padre.
per farla breve.. negli anni muore mio padre, mia figlia ed infine mia madre, quindi dopo tutte le varie denunce di successione le case sono cosi intestate.
Piano terra e ultimo piano: IO
piano primo ( app. di mezzo) intestato: a mio genero e figli minorenni ( miei nipotini).
La mia domanda è posso unire l'appartamentino al piano 2 con il mio a piano terra - indicando che è un accessorio diretto non comunicante con la mia casa, facendo una variazione dei locali d'uso togliendo la cucina e la camera da letto per mettere solo sala hobby e locali di studio. ( per i miei nipoti?).
MI scuso per il papiro scritto.
Grazie Luisa
 
Ultima modifica di un moderatore:

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
La mia domanda è posso unire l'appartamentino al piano 2 con il mio a piano terra - indicando che è un accessorio diretto non comunicante con la mia casa, facendo una variazione dei locali d'uso togliendo la cucina e la camera da letto per mettere solo sala hobby e locali di studio. ( per i miei nipoti?).
Direi di no.
Non puoi fonderli in un unica unità, perché non puoi renderli comunicanti.

Non ha senso far risultare l'appartamento sopra come pertinenza della tua abitazione, perché le pertinenze ammesse per esenzione IMU sono quelle appartenenti alle categorie catastali C/2 ( soffitte o cantine, locali deposito), C/6 (box o posto auto), e C/7 (tettoie).
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
quanto prospettato non è percorribile.......esiste il piano 1° per di mezzo per quanto concerne "l'unione"
per quanto concerne le pertinenze è stato spiegato opportunamente prima

Proviamo a vedere se @Gianco o @griz
conoscono qualche scappatoia ......ma è incerto che vi sia
 

LUISA.PI

Nuovo Iscritto
Professionista
Direi di no.
Non puoi fonderli in un unica unità, perché non puoi renderli comunicanti.

Non ha senso far risultare l'appartamento sopra come pertinenza della tua abitazione, perché le pertinenze ammesse per esenzione IMU sono quelle appartenenti alle categorie catastali C/2 ( soffitte o cantine, locali deposito), C/6 (box o posto auto), e C/7 (tettoie).
Si, infatti lo pensavo anche io.. altrimenti mi toccherebbe provare a fare un cambio di destinazione d’uso .. nn saprei anche perché dopotutto, si non è collegata direttamente, ma nn ci sono parti comuni nell’edificio ( come cortile comune, androni ecc) c’è la scala interna che collega le uiu. Ringrazio tutti per le risposte ... Se riuscirò a trovare una soluzione ve lo comunicherò . Buona serata a tutti.😊
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
altrimenti mi toccherebbe provare a fare un cambio di destinazione d’uso .
Ammesso sia possibile, sarebbe penalizzante, perché un appartamento vale comunque di più , e non è detto che poi si possa "tornare indietro".
Ma se spieghi i tuoi obiettivi, magari qualche strada si trova.
 

vittorievic

Membro Assiduo
Proprietario Casa
La mia domanda è posso unire l'appartamentino al piano 2 con il mio a piano terra - indicando che è un accessorio diretto non comunicante con la mia casa, facendo una variazione dei locali d'uso togliendo la cucina e la camera da letto per mettere solo sala hobby e locali di studio. ( per i miei nipoti?).
non puoi fare la stessa cosa lasciando l'unità immobiliare così com'é e pagare le tasse come seconda casa?
 

griz

Membro Storico
Professionista
non so quanto convenga fare un'operazione del genere: cambiare uso di un'appartamento in locali accessori non è detto che sia un'operazione reversibile in caso di necessità, con le nuove norme del catasto i vani accessori non comunicanti vanno censiti come unità separata, sempre accessoria ma non è possibile includerli nella planimetria con l'appartamento, comunque sono locali con caratteristiche abitabili quindi avrebbero una classe elevata. La cosa consigliabile sarebbe fare uno scambio con l'altro proprietario e fondere i due appartamenti tuoi a questo punto vicini, però sempre da valutare bene l'operazione
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Lo scambio delle proprietà richiederebbe per lo meno una permuta che avrebbe comunque i suoi costi. Per poi procedere con l'eventuale unione delle 2 unità. Il tutto dipende da costi necessari per approntare il tutto ma soprattutto se poi si avranno dei REALI benefici in ordine al risparmio di imposte.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Lo scambio delle proprietà richiederebbe per lo meno una permuta che avrebbe comunque i suoi costi. Per poi procedere con l'eventuale unione delle 2 unità. Il tutto dipende da costi necessari per approntare il tutto ma soprattutto se poi si avranno dei REALI benefici in ordine al risparmio di imposte.
certo! ma avrebbe più senso
 

LUISA.PI

Nuovo Iscritto
Professionista
non so quanto convenga fare un'operazione del genere: cambiare uso di un'appartamento in locali accessori non è detto che sia un'operazione reversibile in caso di necessità, con le nuove norme del catasto i vani accessori non comunicanti vanno censiti come unità separata, sempre accessoria ma non è possibile includerli nella planimetria con l'appartamento, comunque sono locali con caratteristiche abitabili quindi avrebbero una classe elevata. La cosa consigliabile sarebbe fare uno scambio con l'altro proprietario e fondere i due appartamenti tuoi a questo punto vicini, però sempre da valutare bene l'operazione
@griz no cambiare la destinazione no, perchè come tu hai ben detto non ne varrebbe la convenienza.
 

LUISA.PI

Nuovo Iscritto
Professionista
Onestamente, ho provato a dirlo al cliente che non conviene e che è difficile, essendo le case non collegate tra loro.( tutto questo per non pagare le tasse sulla seconda casa eh!) Ma mi ha detto un mio conoscente l'ha fatto!!.... ora quando mi dicono cosi, insomma bisogna vedere le situazioni degli altri e del perchè e se è vero ha fatto una cosa del genere. Comunque pensavo invece di proporre l'unione delle due abitazioni come unione di fatto ai soli fini fiscali. Facendo cosi forse riesco a farlo, devo vedere se il comune mi concede il passaggio della scala ( con autorizzazione da parte del genero al piano di mezzo al passaggio). ci sto lavorando su... Grazie ancora a tutti.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Ma mi ha detto un mio conoscente l'ha fatto!!.... ora quando mi dicono cosi
sicuramente qualcuno ha fatto una cosa simile, anch'io in passato l'ho fatto, ma oggi il catasto ha emanato una circolare che vieta espressamante di identificare vani accessori non comunicanti, di una certa consistenza, nell'unità immobilare quindi di pure al tuo cliene che è impossibile
@griz no cambiare la destinazione no
mi pare sia quello che stai proponendo: da locali agibili come abitazione ad accessori non comunicanti è un cambio di destinazione
 

LUISA.PI

Nuovo Iscritto
Professionista
sicuramente qualcuno ha fatto una cosa simile, anch'io in passato l'ho fatto, ma oggi il catasto ha emanato una circolare che vieta espressamante di identificare vani accessori non comunicanti, di una certa consistenza, nell'unità immobilare quindi di pure al tuo cliene che è impossibile

mi pare sia quello che stai proponendo: da locali agibili come abitazione ad accessori non comunicanti è un cambio di destinazione
no avrei modificato la destinazione eliminando il locale cucina. portare al declassamneto no no.
 

LUISA.PI

Nuovo Iscritto
Professionista
Se quel secondo appartamento non gli serve, può cederlo a genero e nipoti ( o solo ai nipoti), così è certo che non dovrà pagare imposte.
E magari loro a quel punto possono fondere le due unità.
hai anche ragione ma il genero come puoi ben capire non è della stessa famiglia, insomma un estraneo. Dopo tutto il mio cliente ha perso l'unica figlia di nemmeno 40 anni e deve dare un appartamento ad un estraneo, per quanto le possa voler bene?.. ora lui si divrà fare una nuova famiglia.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Affitto immobile a stranieri ed occupato da più persone
Ho affittato un appartamento ad un ragazzo extracomunitario con regolare contratto registrato, ma ho saputo che adesso in quell'appartamento ci vivono anche altri due ragazzi non parenti tra di loro anch'essi extracomunitari, volevo sapere se hanno diritto a viverci e se ho delle responsabilità e sopratutto corro il rischio di essere denunciato dai miei vicini?
Alto