• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Deodara

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Su quella proposta c'è il prezzo fissato inizialmente, poi durante questa settimana ho avuto la richiesta di trattativa dall'agenzia, con la minaccia di portare tutto in sede legale. Sto cercando di informarmi sui miei doveri e poi vorrei pretendere, nell'eventualità accettassi di concedere lo sconto, una riscrittura completa dell'accordo firmato. Poi spero di avere il tempo perché il tecnico proceda con la richiesta di nuovo accatastamento, che speravo di poter evitare...
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Su quella proposta c'è il prezzo fissato inizialmente, poi durante questa settimana ho avuto la richiesta di trattativa dall'agenzia, con la minaccia di portare tutto in sede legale. Sto cercando di informarmi sui miei doveri e poi vorrei pretendere, nell'eventualità accettassi di concedere lo sconto, una riscrittura completa dell'accordo firmato. Poi spero di avere il tempo perché il tecnico proceda con la richiesta di nuovo accatastamento, che speravo di poter evitare...
Certo se trovate un accordo per uno sconto, a fronte di una situazione diversa da quella promessa, certamente va firmato un nuovo contratto .
Comincia a sentire il tecnico
 
Ultima modifica:

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
Nella mia stessa condizione, ci sono sia condomini che comprarono come i miei dal costruttore (GESCAL)
trovato l'arcano. IL tuo edificio non è l'unico ad essere in quelle condizioni essendo il committente l' ente pubblico GESCAL. Posso dire, per esperienza diretta, che anche a Milano per case costruite nel 1952 ddal medesimo ente si sono trovate le medesime problematiche (per quanto riguarda l'abitabilità). Quindi considerando che la costruzione è ante 1967, e che il primo proprietario era la GESCAL, mi sembra di ricordare, per aver letto da qualche parte che si è esonerati dal presentare il certificato di abitabilità. Perché i Notai prendono per sufficiente la verifica dell'anno della licenza di costruire e dell'intestatario di detta licenza. Ora per quanto riguarda il box bisogna andare a vedere sul progetto se questi locali da sgombero hanno le fattezze da locali da sgombero oppure se hanno le fattezza da box auto; se non esistono problemi per i quali all'epoca tali locali non potevano essere box. Se non si trovano problematiche ostative al fatto che tali locali siano box, basta una Relazione assevera di un tecnico, corredata da planimetrie originali ed eventualmente fotografie e si fa la pratica di conversione da C2 a C6.
Ho trovato uno tizio che ha avuto gli stessi problemi Immobile antecedente 67 senza Licenza di Costruzione e/o Certificato di Abitabilità
 
Ultima modifica:

Deodara

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
E' già C6 e mi chiedono invece il passaggio a C2. Il locale ha tutte le fattezze da box, mio padre ci infilava 2 auto, all'epoca erano più strette, ma è dichiarato come locale di sgombero sul progetto depositato...e sul mio atto di proprietà...
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
E' già C6 e mi chiedono invece il passaggio a C2
in origine la categoria del locale lo dichiara il costruttore, categoria che viene confermata dall'ufficio di igiene e quindi ratificata dal comune quando rilascia la abitabilità del locale.
Gescal ha fatto tantissimi casini: dall'assegnare appartamenti a persone che abitavano da tutt'altro posto, allo scambiare l'assegnazione delle cantine e dei posti auto. Fino a non consegnare il certificato di abitabilità al rogito quando gli assegnatari ebbero finito di pagare l'appartamento assegnato.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Viste le tante incognite, sarebbe opportuno fare un accesso agli atti per conoscere la storia urbanistica dell'immobile in questione.
 

griz

Membro Storico
Professionista
secondo me il catasto non accetterà la variazione: se è di fatto un box e così è sempre stato usato, ha le caratteristiche adeguate (accesso carraio e dimensioni), il C/6 vale fiscalmente molto di più del C/2 quindi non te lo approveranno
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Buongiorno, sono in trattative per la vendita di un appartamento ricevuto in successione. L'appartamento consta anche di una soffitta e di un box. E' una costruzione pre '67. Il box, con una sua particella specifica, è accatastato C/6 fin dall'origine. Nell'atto notarile di acquisto dall'impresa costruttrice, però, l'intero edificio non era ancora accatastato ed il locale viene descritto come cantina. Dopo la firma della proposta di acquisto, sono stati rintracciati i documenti edilizi approvati dal comune negli anni '60, ed i box di tutta la palazzina sono dichiarati "locali di sgombero". Ora il notaio della parte acquirente ci chiede, per arrivare al contratto preliminare:
  • definizione della pratica relativa al C/2-C/6 sia con l'esibizione dell'accatastamento e sia con il provvedimento urbanistico idoneo al fine della sua regolarizzazione;
  • successiva presentazione di una nuova planimetria relativa al magazzino/box idonea all'allegazione all'atto.
Qualcuno mi suggerisce che comunque fa fede il classamento della visura catastale storica e mi sconsigliano di riaccatastare a C2 il locale, con successiva svalutazione della proprietà in toto, alla qual cosa i proponenti acquirenti agganciano una richiesta di ulteriore notevole sconto. Non so cosa sono in obbligo di fare. Grazie
Assolutamente no. Prima devi variare i permessi edilizi (con una sanatoria alias accertamento di conformità) per cambio di destinazione d’uso (da locale di sgombero e garage) e poi verifichi che tutto quadri per il ricensimento, inevitabile in questi casi!
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Certamente un garage senza un idoneo varco d'accesso, potrà essere variato, prima urbanisticamente, poi catastalmente senza alcun problema.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto