1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. dany67

    dany67 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno.
    Ho scoperto questo forum molto attivo e volevo sottoporvi una problematica che la mia famiglia sta affrontando.
    Con la mia famiglia di 4 persone, di cui una minorenne abbiamo in locazione da 20 anni un appartamento sito in una casa composta da 4 appartamenti tutti con ingresso indipendente e con parti verdi intorno. Il contratto prevede un posto auto, ma i proprietari ci hanno permesso in tutti questi anni di posteggiare anche il secondo mezzo e una moto (quest'ultima però in un vano aperto di cui paghiamo l'affitto).
    Per arrivare sotto casa dobbiamo percorrere una strada che abbiamo anche sempre usato a piedi (si può giungere all'abitazione da un'altra scala che però non abbiamo mai utilizzato, poichè scomoda per il nostro appartamento e lontano dalle nostre macchine).
    Recentemente hanno fatto installare un cancello elettrico, senza peraltro darcene comunicazione se non a cosa fatta.
    Due giorni fa, di fronte ad un avvocato è stato consegnato un telecomando a mio marito, facendo presente che il secondo lo avremmo ricevuto previo pagamento. Venerdì siamo usciti di casa io e mio marito e il cancello non era ancora stato chiuso. Dopo circa un'ora mia figlia minorenne ha fatto per uscire, ma si è trovata la strada sbarrata dal cancello. Stessa cosa mio marito al rientro che non aveva con se il telecomando in quanto non era stata data comunicazione di prevista chiusura.
    Ci siamo recati sempre dalla figlia della proprietaria la quale pretendeva 50 euro per il nuovo telecomando, senza mostrarci la fattura di spese (da un controllo il telecomando ha un costo inferiore). Il cancello prevedere anche l'utilizzo in caso di necessità anche di una chiave che ci è stata negata, dicendo che se vogliamo aprire il cancello dobbiamo chiedere il permesso. Premetto che siamo due adulti che lavorano e le due ragazze si possono trovare nella necessità di uscire a piedi. Inoltre potrebbe esserci delle urgenze, per cui ritengo indispensabile avere anche la chiave del cancello che continua a negarci. Ci vieta anche di far entrare autoveicoli di emergenza o di tecnici momentaneamente.
    La problematica maggiore sorgerebbe nel caso in cui il cancello per qualsiasi motivo, guasto, mancanza di luce, ecc, non si potesse aprire: in questo caso saremmo impossibilitati ad uscire, visto che non ci permettono nè di avere la chiave nè di avere lo sblocco manuale.
    Ho consultato il codice civile, è l'art. 1067 parla proprio di questa situaione: il proprietario non può fare innovazioni che rendano gravosa la condizione del fondo servente.
    Come possiamo muoverci? Quali azioni intraprendere?

    Grazie mille in anticipo
     
  2. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Dovete:
    - chiedere una copia della chiave
    - farvi dire dove hanno comprato il telecomando e farvi dare le credenziali per prenderlo
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    A mio parere hanno commesso un abuso con il fondo dominante e forse anche edilizio. Poiché voi avete il diritto di utilizzare la servitù senza alcun vincolo, se avessero voluto sistemare il cancello lo avrebbero dovuto concordare con voi. Credo che sia opportuno rivolgersi ad un legale. Poi per quanto attiene la chiave vi deve essere fornita e per il telecomando potete comprarlo tranquillamente a dei prezzi molto inferiori a quelli richiestivi e poi impostate il codice che dovreste leggere su quello in vostro possesso.
     
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    E' sicuramente una prevaricazione piuttosto pesante. Vi devono dare la chiave, non c'è ragione per negarla, sopratutto non ha alcun senso, il telecomando potete farlo da voi: Sul diritto o meno e l'eventuale aggravio di servitù si deve valutare
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Io non vedo alcun abuso.
    Premesso che chi sta parlando è un locatario che non mi risulta possa avanzare diritti di servitù e al caso può lamentarsi solo con il suo locatore,
    risulta che allo stesso sia stato comunque fornito copia del telecomando ed esista pure altra via di ingresso/uscita pedonale.
    Legittima la richiesta di pagare per ulteriori copie...e se trova esoso il costo nessuno impedisce di andare a farsi clonare una copia (risparmio di 10/20 Euro ma il tempo per il "servizio" si paga).
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La servitù di passaggio non può essere condizionata dal fondo servente, come non ne può limitare il godimento. Infine i conduttori subentrano in toto al titolare del diritto perchè la servitù non è personale ma legata al fondo dominante.
     
  7. dany67

    dany67 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Grazie per le varie risposte.
    Cerco di dare delle delucidazioni.

    1- Non possiamo duplicare il telecomando, poichè c'è stato consegnato lo slave e non il master (telecomandi Faac) che non permette di essere duplicato;
    2- Posso pagare un secondo telecomando, non ho nessun problema, ma a fronte di una fattura. Visto che la sua richiesta supera il prezzo dovuto. Comunque vuole concederci solo una copia in più. Non di più.
    3- Mi si nega la chiave e lo sblocco del cancello, per cui, si che è vero che ho una seconda via, ma solo pedonale, e quindi se sono in casa e il cancello è chiuso e per qualche motivo, mancanza di corrente ad esempio, si blocca io non posso uscire di casa.
    4- Mi nega l'accesso anche a veicoli di servizio e di emergenza.
    5- Il fatto di essere locatario non credo debba essere motivo di avere negati dei diritti: vedi accesso mezzi di soccorso, vedi chiavi per poter eventualmente sbloccare il cancello.
    6- Il codice civile permette al proprietario di costruire un cancello o qualsiasi altra cosa sulla sua proprietà, ma l'art. 1067 afferma che le innovazioni non devono rendere più gravosa la condizione del fondo servente. In questo caso, dopo 20 anni, la nostra situazione è notevolemten peggiorata con questa installazione.

    Ho letto alcune sentenze che in situazioni analoghe hanno dato torto al proprietario.

    Spero che il suo avvocato la faccia ragionare, visto che comunque anche lui dà ragione in qualche modo a noi.

    Se avete consigli...io sono qui..grazie mille
     
  8. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Può fare qualche esempio? Grazie.
     
  9. dany67

    dany67 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Mi ha detto che non ho il permesso di far venire ad esempio tecnici per eventuali riparazioni ed eventuali veicoli di soccorso (ambulanza). Secondo lei devo farli fermare su un'altra strada e farli giungere a casa mia a piedi attraverso una scalinata. Passi il tecnico, ma i soccorsi...
     
  10. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Lo deve scrivere e firmare.
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Regola correttamente spiegata...ma qui non mi risulta si tratti di servitù per terreno intercluso.
    Una "servitù" si costituisce quando esiste un fondo dominante e un fondo servente.
    ma visto che qui il proprietario dell'intera area è unico (locatore) e la famiglia di Dany67 risulta essere solamente in affitto al limite si potrebbe parlare di mero diritto di passaggio (che segue la persona titolare del contratto e non il "fondo").

    Dubito che in contratto sia riportata clausola che disponga del diritto di passaggio e/o ad avere più copie del telecomando o almeno 1 copia della chiave visto che per l'unico posto auto
    è stata data facoltà d'uso consegando 1 telewcomando...
    e se la concessione dell'uso del secondo
    non è regolata in contratto...può essere tolta/sospesa in qualsiasi momento.

    Quanto alla richiesta di una fattura come controprova del costo per la seconda copia...il proprietario non ha alcuna necessità di esibirla.
    Non siamo in presenza di un "diritto" ...e il proprietario può legittimamente chiedere un valore superiore a quello commerciale.
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ora ho notato che il fabbricato è interno al terreno sul quale esiste la servitù dalla via pubblica. Pertanto, chi ha affittato deve dare la possibilità di accedere senza limitazione ai conduttori, familiari ed ospiti o chi deve accedere all'abitazione per qualsiasi motivo. Certamente, se non c'è lo spazio per la sosta i mezzi se non necessari per il trasporto o per e per eventuali lavori devono stare nella pubblica via. Ovviamente, il locatore-proprietario del terreno circostante non può limitare a suo piacimento il numero dei telecomandi, perché ciascun componente della famiglia, almeno, deve averne uno, oltre alla chiave. La macchina per la quale esiste il posto auto, potrebbe essere utilizzata da tutti i componenti il nucleo familiare.
    Infine, ritengo che il cancello ha alterato il rapporto contrattuale sottoscritto al momento della presa in possesso dell'abitazione. Un legale vi potrà dare maggiori delucidazioni.
     
  13. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Infatti non ha posto limiti...ma chiede il pagamento delle copie...quindi è solo una "questione" di prezzo non accettato.
    Per tutto il resto bisognerebbe leggere cosa è indicato sul contratto.
     
    Ultima modifica: 2 Novembre 2016
  14. dany67

    dany67 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Perfetto. Tutto giusto. Quindi i diritti diciamo che sono tutti del propietario e nessuno, o quasi, nostro.
    Egr. Sig. Dimaraz le chiedo è nostro diritto avere UNA copia delle chiavi?
    Io non polemizzo sul pagamento del secondo telecomando, ma sul rifiuto di darci la chiave di sblocco del cancello. E non parlo di copie.
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ha imposto una limitazione al vostro diritto ed è contestabile. Poi vi impone di sottostare al vincolo del telecomando e della chiave, che al momento non ve la vuole dare. Una serie di soprusi. A questo punto, un legale ti potrebbe consigliare meglio.
     
  16. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anche no.
    Ho spiegato perchè era sbagliato il richiamo ad una "servitù" fatta da altri e come nei fatti il proprietario che ti ha locato non ti impedisce l'uso di quanto è tuo diritto utilizzare.

    Non vorrei tu ritenessi che sia contro di te ...mi limito ad elaborare quanto riferisci e rapportarmi con codici e conoscenza.

    E' legittimo che il proprietario "recinti" la sua proprietà e ponga qualsivoglia cancello.
    Se ti ha fornito 1 telecomando (a gratis) ed è disposto a fornirtene altri (a pagamento) non vi è alcuna limitazione all'uso.

    Ps.
    La chiave è un sostituto del telecomando e devi sempre usarla in combinazione con l'energia elettrica.
    Se manca l'energia elettrica non funziona il telecaomdo ma nemeno la chiave...e devi "sbloccare" il motore dal cancello.
    Indi per cui la "chiave" formalmente non ti serve.
     
  17. dany67

    dany67 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Ok.. e se manca la corrente? Come sblocco il cancello? Ho percorso sempre quella strada anche a piedi, come loro. Come faccio senza chiave?
     
  18. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non so se valga anche per i FAAC (presumo di si) ma dovrebbe esserci un dispositivo (di solito una chiavetta a tubo quadro/triangolare) per "staccare" il motore dal cancello.
    Ovviamente è una operazione di emrgenza e non un metodo per aprire abitualmente.

    Accedi alla tua unità dall'altro percorso...o compri un altro telecomando.
     
  19. dany67

    dany67 Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Ho capito...dopo 20 anni di pacifica convivenza, devo sottostare ai capricci della figlia del proprietario...
     
    A Gianco piace questo elemento.
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non sono d'accordo, perché al momento della firma del contratto l'immobile affittato aveva un accesso libero attraverso una servitù di passaggio. Ora per decisione unilaterale questo rapporto viene alterato ed imposto al conduttore. E soprattutto non si può limitare l'uso e la libertà dell'accesso vincolandolo al possesso del telecomando e/o delle chiavi. Tra l'altro credo che la chiave ti permetta di aprire il cancello se dovesse mancare l'energia elettrica, altrimenti che senso hanno le chiavi?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina