1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Un saluto al Forum,
    con l'intento di diventare il maggior produttore di discussioni :)lol:)
    attingo alle vostre conoscenze per un nuovo quesito :

    é possibile a vostro giudizio mettere in affitto con regolare contratto
    l'abitazione acquistata come prima casa ??
    e se si dopo quanto tempo ed a quali condizioni ??

    Un saluto
     
  2. lavitabella77

    lavitabella77 Nuovo Iscritto

    prima casa in affitto: tempistiche, tassazione e obbligo residenza

    Salve a tutti,

    premetto che da tempo leggo questo interessantissimo forum e solitamente mi leggo tutte le risposte che vedo relativamente ad un quesito o argomento di discussione e non solo la prima....

    Questo per dirvi che prendete con il dovuto beneficio del dubbio quanto sto per scrivere per esperienza personale.

    Mettere in affitto con regolare contratto registrato la propria casa significa che non sarà più la nostra dimora abituale e quindi, per non perdere i benefici fiscali derivanti dall'acquisto prima casa e non dover quindi pagare la differenza di tassazione all'Erario dovete risultare residenti almeno per il 50%+1 del limite dei 5 anni indicati dalla legge. Nel mio caso ho trasferito la mia residenza altrove per permettere altresì l'insediamento completo del nuovo conduttore che così facendo risulta lui il nuovo residente in quella casa, condizione tra l'altro necessaria, se non sbaglio, per poter registrare il contratto d'affitto presso il Comune relativo e per poter beneficiare delle tariffe residenti per quanto riguarda le principali utenze.
    Spero di essere stato chiaro e corretto.

    Arrivederci a tutti.

    Gianluca
     
  3. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Infatti,
    questo è uno dei dubbi,
    e sufficiente la meta dei 5 anni o la metà dell'intero tempo di possesso ?
     
  4. lavitabella77

    lavitabella77 Nuovo Iscritto

    Sì, confermo che per non incorrere in aggravi fiscali tipo pagare la differenza tra la tassazione agevolata prima casa e quella normale è sufficiente essere stati residenti nell'abitazione per almeno la metà dei 5 anni indicati dalla legge
     
  5. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Discorso diverso spero valga per le pertinenze,
    se ad esempio volgio subito mettere in affitto il garage ??
     
  6. lavitabella77

    lavitabella77 Nuovo Iscritto

    Ti rispondo per logica: la tua casa o appartamento è abitabile in base anche alla destinazione d'uso indicata sul mappale indipendentemente dalle tue pertinenze che solitamente non sono classificate con quel tipo di destinazione e quindi potresti anche vendere il garage e ti tieni tutto il resto senza che ti cambi alcunchè salvo che per prima casa non intendano pertinenze incluse ed allora ti troveresti a dover pagare la differenza sulla tassazione relativamente al solo valore catastale del garage.
    Ti consiglio comunque di consultare un fiscalista o comunque provare a chiedere prima ad un agente immobiliare con molta esperienza e conoscenza in ambito fiscale.
     
  7. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Da precedenti risposte date sulla stessa tematica, io ricordo ( spero di ricordar bene e che qualche competente mi dia conferma di quanto sto per dire) che le agevolazioni per l'acquisto della prima casa spettano quando il compratore ha residenza NEL COMUNE dove è ubicata l'abitazione e non necessariamente nella casa comprata. L'ADE si riserva di verificare questo requisito nell'arco temporale di tre anni. Sussistendo il requisito della residenza nel COMUNE il compratore, per quello che ne so io, può anche fittare la casa comprata dal primo momento.
    Mi risulta anche che in caso di iscrizione all'A.I.R.E. del compratore decade anche l'obbligo della residenza per i primi tre anni.
    Altra cosa è l'acquisto di una prima casa in seguito a vendita di un'altra abitazione già acquistata con le agevolazioni previste per prima casa. In tal caso mi pare di ricordare che, per aver i benefici, si è obbligati a comprare entro un anno dalla vendita della prima casa e a trasferire la residenza nella nuova CASA (e non solo nel comune) entro 18 mesi (o forse un anno).
    Gradirei conferma da parte di qualche esperto su quanto sopra esposto e, soprattutto, sul secondo punto sul quale penso che ci siano delle inessattezze. Grazie. Un saluto a tutti. Pippo.
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  8. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    Lq revoca dei benefici fiscali per l'acquisto della prima casa si prescrive con il decorso di tre anni dalla richiesta di registrazione per l'imposta principale; dalla data di notifica della sentenza della Commissione Tribuitaria o da quando trale decisione divente definitiva per L'imposta complementare;dalla data di regisrtrazione dell'attpo per l'imposta suppletiva. Decorsi tali termini l'A.F. decade dal diritto di richiedere le maggiori imposte e accessori (sanzioni e interessi).
    Nulla osta a che l'immobile acquistato con le agevolazioni "prima casa" possa essere locato. Resta fermo il fatto della durata della residenza. Ciò vale anche per le pertinenze.
     
  9. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    è quanto risulta anche a me,
    io mi trovo nella seconda condizione.
    Cos'e' l'aire ?

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    La prima parte non mi è molto chiara :confuso:
    Sulla seconda intendi anche tu il periodo di 5 anni ?
    C'è una normativa a cui fare riferimento per quanto riguarda invee le pertinenze ?
     
  10. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    Ciao, per le pertinenze è la medesima che attiene all'abitazione. Per quanto attiene alla decadenza, la prescrizione triennale e la sua decorrenza consegue alla facoltà che ha il fisco di emettere accertamenti non riscontrando o (più spesso, "così se la sbroglia la Commissione Tributaria") non ritenendo che ricorrano i requisiti per ottenere i benefici di legge. Concoirdo sui 5 anni.
    Ciao

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    Pippo,, 18 mesi dalla vendita della prima "prima casa" e vai dove vuoi. Salutami Bari
     
  11. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie fausto1940. Quindi, nel mio caso, essendo ormai passati i tre anni e non avendo avuto alcuna notifica dovrei esere al sicuro da spiacevoli sorprese. Comunque, a tuo avviso, l'obbligo della residenza per tre anni è richiesta nel comune o nell'abitazione acquistata come prima casa? Penso nel COMUNE visto che concordi con la possibilità di fittarla ad altri.
    Per quanto riguara l'obbligo della residenza, è la stessa cosa se si vende una prima casa acquistata con le agevolazioni e se ne acquista un'altra nell'arco di un anno nello stesso comune? Oppure, in tal caso, si è obbligati a stabilire la residenza nell'appartamento e non solo nel comune?
    per w2fdr l'A.I.R.E. è L'ANAGRAFE DEGLI ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO.
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  12. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    Vale il Comune. Se acquisti una seconda "prima casa" (p.e. perchè la prima ti...sta stretta), i termini di residenza non cambiano. Non sei costretto ad acquistare la prima casa nel medesimo comune.
     
  13. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Quindi capisco che anche per l'acquisto di una seconda prima casa c'è l'obbligo della residenza solo nel comune e non nell'abitazione per tre anni. Ma la residenza nell'abitazione e/o nel comune la devo trasferire entro un anno dall'acquisto?
    Grazie e scusatemi per i tanti dubbi.
     
  14. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Il requisito della residenza, per quanto riguarda le agevolazioni in acquisto di una "prima casa", sono differenti a seconda che si usufruisca per la prima volta delle agevolazioni stesse, o a seconda che si RIacquisti una prima casa entro un anno dalla vendita della precedente.
    Nel primo caso (prima volta) è condizione SUFFICIENTE (od ottenere entro 18 mesi dall'acquisto) la residenza nel comune ove è ubicato l'immobile.
    Nel secondo caso (volte successive in seguito a riacquisto dopo vendita) è condizione NECESSARIA adibire l'immobile ad abitazione principale (e quindi prendere la residenza IN QUELL'IMMOBILE).

    Ne consegue che nel primo caso si può affittare la prima casa, in qualsiasi momento senza perdere i benefici, purchè si mantenga la residenza nel comune; nel secondo caso affittando l'immobile (e quindi togliendo la residenza da quell'immobile) si perdono i benefici.

    Per i tempi concordo con Fausto1940.
     
    A Pippo Latorre piace questo elemento.
  15. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    concordo purtroppo con jrogin :triste:
    dovrebbe pero essere valida la formula che dopo 2,5 anni piu un giorno si ha la possibilità di spostare la residenza ed affittare l'immobile giusto ?
     
  16. Fausto1940

    Fausto1940 Membro Attivo

    D'accordo con Jrogin; per la locazione della prima "prima casa" puoi far riferimento alle circolari 1/E del 2-3-1994; 19/E del 1-3-201 e 38/E del 12-8-2005 che consentono la locazione senza la perdita dei benefici.
    Per l'acquisto della seconda la condizioine è che tu vi risieda. V. circ. 31/E del 7-6-2010
    cordialità
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  17. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie fausto1940,
    daro un occhio appena riesco ai documenti che mi hai indicato poi magari faccio qualche altra domanda .....

    Aggiunto dopo 11 minuti :

    Letta l'ultima,

    ma non fa nessun riferimento ad eventuali tempi di possesso prima di poter togliere la residenza senza perdere i benefici...
    Qualche idea ?
     
  18. vivi29

    vivi29 Ospite

    Credo che se affittassi la casa con contratti transitori non perderesti la residenza .................... o sbaglio?
     
  19. w2fdr

    w2fdr Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Credo di si,
    ma mi piacerebbe comunque leggere una circolare dove la questione dei 5 anni viene messa nera su bianco.....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina