1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Roby72

    Roby72 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Dopo un anno e mezzo dalla stipula del contratto il conduttore si lamenta della presenza di umidità sulle pareti. L'appartamento con classe energetica G (menzionata sul contratto di locazione), presenta sui muri perimetrali della muffa dovuta probabilmente allo sbalzo termico tra esterno ed interno. Gli inquilini aprono molto poco le finestre e tengono i termosifoni sempre accesi, minacciano di procedere per vie legali e ritengono di aver diritto alla restituzione della doppia cauzione. Quali provvedimenti è tenuto a prendere il locatore?
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il "fenomeno" dell'umidità si presentava anche prima di questo conduttore?

    I termosifoni vanno tenuti accesi mantenendo la temperatura di Legge...ma la "condensa" è un fenomeno naturale che spesso è aggravato da errati comportamenti dell'inquilino/utilizzatore.

    Non esiste alcun diritto alla restituzione della cauzione (se non al termine del contratto)...ma possono lecitamete chiamarti in causa se il fenomeno sia dovuto ad infiltrazioni determinate da mancata manutenzione esterna o cedimento di condutture.

    Troppo difficile fare diagnosi dal web...ma esistono rimedi a tutto.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  3. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Se in classe G, manca isolamento termico nell'edificio. Che le muffe sono dovute alla mancanza di aerazione dei locali è una favola metropolitanana, tanto è vero che si manifestano solo nelle zone più fredde delle pareti/solai, generalmente quelle esposte a nord. Penso che il locatore debba intervenire con la posa di opportuni "cappotti" interni/esterni perchè le muffe, oltre a deteriore gli intonaci, possono portare a malattie per l'inquilino.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  4. lgannunci

    lgannunci Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Io ho risolto con un intervento di insufflazione. Poco costoso, rapido e poco invasivo
     
  5. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anche un deumidificatore potrebbe risolvere il problema....
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  6. lgannunci

    lgannunci Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Aiuterebbe ma comporta costi di gestione e manutenzione
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nessuna "favola metropolitana" ma cosa provata e facilmente dimostrabile sia alivello teorico che pratico.

    Ma non basta dire "ricambio aria"...serve spiegare che aria e come ridurre a normali livelli l'umidità ambientale.

    Potrei citare esempio di case a schiera costruite da impresarko coscienzioso (quindi identico criterio, materiali ed orientamento) in tempi in cui "cappotti" o classificazioni APE non esistevano, dove 1 su 6 lamentava problemi di umidità a livelli vergognosi.
    Durante sopralluogo ho rilevato che la cucina era priva di areazione, la cappa era "depurante" (=senza camino esterno) con "cuoca" che si dilettava nel far bollire verdure, stirava ed aveva steso il bucato ad asciugare in soggiorno!!!
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  8. Elegance

    Elegance Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Cosa ne pensate del cappotto interno in sughero ? parlo da profano quindi e' una semplice domanda, siccome mi interessa la discussione. Grazie a tutti.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  9. lgannunci

    lgannunci Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Il sughero è un ottimo materiale naturale e quindi molto sicuro. È tuttavia molto costoso. I placcaggi interni sono efficaci ma comportano la riduzione dello spazio disponibile e lavori abbastanza invasivi. Per chi ha una muratura a cassa vuota (quella con la camera d'aria) conviene riempirla con materiale isolante. Ce ne sono in giro di particolarmente efficaci. Per un medio appartamento ci vuole mezza giornata di lavoro per migliorare le caratteristiche della parete fino al 300% delle capacità termiche iniziali.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    sono d'accordo, anche a me è capitato di intervenire per un problema del genere: appartamento primo piano, costruzione di 2 anni, il piano sotto nessun problema come il secondo, loro a primo avevano muffa. Posto che la muffa è una spora e quando si introduce in casa è un problema, la casa presentava la muffa nei soliti punti dove c'è il ponte termico ma il problema era che loro cenavano, dormivano, la mattina uscivano presto e rientravano tardi, ventilazione praticamente nulla, l'umidità nell'ambiante si accumulava in alto e lungo gli angoli critici era arrivata la muffa
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E' noto che la muffa si forma nei periodi freddi in corrispondenza dei ponti termici , specie sulle pareti rivolte a nord, in presenza di forti concentrazioni d'umidità con limitati ricambi d'aria. Solitamente si nota nei bagni dove il vapore acqueo è di casa come nella cucina. Anche le camere con limitato ricambio d'aria, presentano le classiche traccie scure.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  12. Roby72

    Roby72 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
     
    Ultima modifica: 16 Dicembre 2016
    A Marinarita piace questo elemento.
  13. Roby72

    Roby72 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Prima dell'arrivo dell'attuale conduttore, l'appartamento era adibito a casa vacanza. Per ben due anni l'ho affittato solo per brevi periodi e il problema della condensa non si è mai presentato.
    Nella casa non ci sono infiltrazioni ma essendo sprovvista di cappotto termico e in assenza della giusta aereazione, presenta soprattutto negli angoli in alto delle macchie di umidità /condensa.
    Gli inquilini ritengono di aver diritto alla restituzione del doppio della cauzione da loro versata, e minacciano di chiedere un risarcimento. La casa è stata locata completamente arredata...
    Il conduttore può davvero ottenere un risarcimento?
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se ti cita in causa, se dimostra che il problema è reale e ne subisce danno, se dimostra che non dipende dal suo comportamento e se alla fine il Giudice gli da ragione.

    Direi tanti se...ma non avendo visto i locali non posso esprimere giudizio.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  15. Roby72

    Roby72 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti per le vostre risposte. Ora vorrei sapere a chi posso rivolgermi per stabilire quale sia la reale causa della formazione di condensa?
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  16. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E" un appartamento ...quindi sarà un Condominio ...comincia a chiedere se altri sullo stesso lato hanno problemi analoghi.

    Poi chiedi di visionare i locali dove il tuo inquilino lamenta i problemi , scatta delle foto e postale sul forum.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  17. minox

    minox Membro Junior

    Professionista
    un valido prodotto da considerare contro l'umidità è la molecola igrodry / disaqua è innovativa e atossica, scoperta da alcuni anni in italia. in condizioni di risalita umida e muffe è veramente miracolosa!
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  18. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non è questo il caso: non sono tracce d'umidità di risalita, ma di condensa, prodotta dalla manifestazione dell'umidità dell'aria presente negli ambienti che si condensa sulla pareti fredde: finestre e murature a contatto con l'esterno, prevalentemente rivolte a nord.
     
  19. minox

    minox Membro Junior

    Professionista
    Signor Gianco, la risposta era stata fatta breve per semplificare, ma l'efficacia contro le muffe avviene proprio perché la molecola in questione asciuga la muratura e riduce (di molto) i ponti termici. Comunque hanno i loro siti molto ricchi di notizie, provi a darci una vista. Da mie esperienze e da pareri di altri colleghi, i risultati sono impeccabili.
     
  20. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ho dato un'occhiata, a perte i toni da miracolo, sembra un prodotto interessante
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina