1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. iaragos

    iaragos Membro Junior

    un debitore riesce a sottrarsi all'esecuzione immobiliare perchè la successione nella titolarità del bene (dalla madre defunta) non è stata trascritta nei pubblici registri, nonostante la dichiarazione di successione risulti effettuata già nel 2002 alla A.E. ed i beni siano effettivamente intestati a lui al catasto...
    Chiaramente abbiamo sollecitato, via racc. a.r., l'A.E. competente a trasmettere gli atti all'Agenzia del Territorio per la trascrizione, ma non c'è stata risposta. Di persona non si riesce a incontrare nessuno.
    Qualche idea sulla prossima mossa da fare? Come funziona esattamente la trafila e dove può annidarsi l'errore?
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    a quanto mi risulta è l'ufficio del registro che alla presentazione della successione prevede la trascrizione sui registri immobliari, l'aggiornamento del Catasto è a cura della parte che ha provveduto

    secondo me si dovrebbe far presente all'ufficio del registro il mancato passaggio

    il diritto comunque vale, ovviamente è impossibile la trascrizione ipotecaria contro il soggetto in quanto non intestatario

    da qui a dire che si sottrarrà, mi pare esagerato, certo il tempo si allunga
     
  3. maria55

    maria55 Membro Attivo

    Professionista
    allla trascrizione della successione provvede l'agenzia delle entrate, ovviamente dopo che ha effettuato tutti i controlli previsti. Una succ del 2002 avrebbe dovuto già essere trascritta, è comunque possibile che ci sia contenzioso pendente o imposte non pagate con riscossione coattiva affidata a esattoria.
     
  4. iaragos

    iaragos Membro Junior

    grazie ad entrambi.
    l'ufficio registro è al corrente, anzi mi hanno loro aiutata a capirne qualcosa finora...ma di prendere qualche iniziativa non se ne parla...
    l'esecuzione la stiamo proprio perdendo: siamo ormai all'istanza di vendita, ma occorre allegare il certificato notarile che attesti la proprietà...il Giudice ci ha già prorogato due volte i termini ma se non risolviamo presto l'esecuzione andrà perenta.
    Anch'io ho pensato ci possa essere un problema di pagamenti ma, causa privacy, nessuno ce lo conferma....figurati che siamo disposti a pagare noi le imposte (!) pur di procedere, ma non ci sarebbe consentito...sempre per privacy! (OT: mai visto un Paese che abusi tanto di tale concetto ed invece lo ignori nelle cose davvero importanti! e che rifiuti il pagamento di migliaia di euro di imposte perchè non proviene dal suo debitore....robe da matti, meglio tenersi il "buco"!).

    Conoscete qualcuno molto cortese alla A.E. Milano 6 o Milano 3 (rispettivamente Dir.Prov. I e II) con cui mettermi in contatto diretto? eventualmente mi dareste il numero in MP?
     
  5. maria55

    maria55 Membro Attivo

    Professionista
    Se non ci sono motivi ostativi alla trascrizione della successione, trattasi di omissione di atti. Prova a contattare, tramite mail, il direttore provinciale dell'AdE.
     
  6. iaragos

    iaragos Membro Junior

    ...fatto tramite PEC...no replay....sigh:basito:
    grazie, comunque, continuate a darmi spunti...spero proprio di avere tralasciato qualche tentativo...
     
  7. iaragos

    iaragos Membro Junior

    reply...sorry
     
  8. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    io proverei ad informarmi sui tempi che hanno per rispondere. magari se riesci a far passare il concetto che potresti segnalare la mancata risposta ai giornali e che certo il dirigente di turno non ci farebbe una gran figura..
     
  9. iaragos

    iaragos Membro Junior

    mmm sì, probabilmente lo s******amento è l'unico strumento rimasto per far muovere il didietro alla p.a....ma possibile che non si possa risolvere da civili? (non mi alletta granchè farmi fare da grancassa a giornali o tv...è un modo della comunicazione che non apprezzo, pur riconoscendone i meriti..) sconforto e fastidio!
     
  10. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non ho detto di farlo, ho detto di farlo intendere... del resto in prima battuta ti sei comportato bene adesso le cose cambiano, se sono nel giusto, e metti per assurdo sono tenuti a non rispondere, cos'hanno da temere? basta dirti guradi per l'art. 1 della legge 2 queste info non le forniamo...
     
  11. picia

    picia Nuovo Iscritto

    Hai provato a contattare il garante del contribuente? In ogni regione esiste questa figura, cui compete difendere il cittadino contribuente dagli errori e qualche volta dagli abusi della pubblica amministrazione. il garante, una volta ricevuta una informativa dal contribuente di quanto è accaduto, possibilmente corredata di documentazione comprovante l'abuso subito, scrive all'ufficio della p.a. che ha commesso l'errore,il quale deve rispondere per iscritto entro trenta giorni dalla richiesta del giudice garante il quale emette dopo breve tempo sentenza vincolante nei confronti della persona o dell'ufficio che hanno commesso l'errore. Il tutto è relativamente veloce, io sto risolvendo proprio ora un caso di altro genere, ma sempre nei confronti della pubblica amministrazione.Non è necessario l'aiuto di un legale. Sono stata contattata proprio stamattina dall'ufficio del giudice che desidera sapere se ho altro da aggiungere alla mia denuncia. La sentenza è prevista per il 4 di aprile. Il tutto è iniziato a gennaio.
     
  12. picia

    picia Nuovo Iscritto

    Dimenticavo di dirti che non ho speso nulla.
     
  13. STUDIO CONTAB

    STUDIO CONTAB Membro Attivo

    Professionista
    Scusa Iaragos come fa un impiegato a dare informazioni ad un terzo ? E mi domando a che titolo un terzo, sia pur in pendenza di un'esecuzione immobiliare, va negli uffici a chiedere informazioni ? Se fossi il debitore e ne venissi a conoscenza potrei anche pensare a delle azioni legali a propria tutela.
     
  14. STUDIO CONTAB

    STUDIO CONTAB Membro Attivo

    Professionista
    Mi associo a Te Maria55 , dalle mie informazioni se la successione non é pagata non viene trascritta, il direttore provinciale non può e non deve dare informazioni a terzi perché se così fosse rischia e non poco, però aggiungo che magari la successione non é stata neanche presentata, o volutamente non pagata o contestata e ciò proprio per creare qualche problema ad eventuali creditori .
     
  15. iaragos

    iaragos Membro Junior

    Picia: grazie dell'idea, vedrò di contattarli.
    Studio Contabile: lo so, lo so, hai ragione...ma io ho dei numeri di protocollo e delle date di denunciate successioni (hai presente quando nelle visure catastali storiche viene indicata la provenienza, con estremi dei relativi atti) ebbene, nemmeno ho potuto sapere se quelle diciture sarebbero le stesse in caso di pagamento o di mancato pagamento (non so, il protocollo lo mettono all'atto della denuncia o quando la pratica si perfeziona?) così da capire che tipo di battaglia sto facendo: voglio dire, se è tutto formalmente perfetto posso pigliare un eventuale funzionario per il cravattino e fargli fare il suo lavoro; se invece manca il pagamento e stanno agendo per il recupero, non è a loro che dovrò rivolgere le mie ire; se poi manca il pagamento e loro l'hanno lasciato prescrivere (sono 10 anni quest'anno), mollo il mio debitore e in tribunale ci trascino loro....io comprendo la privacy, per carità, ma a tutto c'è un limite (ad esempio il fatto che io gli abbia trascritto un pignoramento sul bene e che dunque la sua posizione debitoria non mi sia affatto ignota; o anche che io chieda lumi non per curiosità o petulanza ma perchè portatrice di un diritto/interesse legittimo che già ha subito il vaglio di un Giudice della Repubblica...).

    P.S. taci che oggi pomeriggio mi hanno avvisata che il Giudice, che sta seguendo appassionatamente la vicenda, pare ci autorizzerà a compiere ogni azione necessaria presso l'a.e., incluso il prelievo di documentazione da portare al registro....staremo a vedere e speriamo che almeno venga fuori il problema.
     
  16. STUDIO CONTAB

    STUDIO CONTAB Membro Attivo

    Professionista
    In merito all'aspetto catastale ti stai muovendo bene, cercando di reperire le informazioni dalle visure storiche, che io sappia il protocollo viene dato all'atto della presentazione della successione;
    Mi domando se hai trascritto il pignoramento sull'immobile mi sembra di capire che la mamma fosse garante di un debito del figlio ? se così fosse che interesse ha il figlio debitore ha pagare le tasse per la successione ?
    Magari son soldi che non ha, visto la situazione debitoria o come già accennato, é una strategia difensiva per allungare i tempi, se invece la pratica é ferma in un cassetto allora la cosa é ben diversa e grave.
    La soluzione migliore é quella che mi hai accennato nel PS e che onestamente Ti avrei suggerito : l'autorizzazione del giudice ti apre tutte le porte mi sembra logico e lampante.
    Mi domando non é sufficiente al giudice copia della successione o la prova di altro atto in cui l'erede debitore abbia accettato l'eredità (voltura catastale in suo nome) ? La trascrizione é solo ai fini della pubblicità immobiliare nei confronti dei terzi e tu il pignoramento l'hai già trascritto.
    Interessante poi approfondire l'aspetto fiscale , se la successione non si paga lo Stato ha privilegio ? e come influisce sulla procedura ? Altri aspetti da verificare.
     
  17. iaragos

    iaragos Membro Junior

    no, il debitore è proprio lui. Dopo avere ottenuto i titoli esecutivi, abbiamo pignorato i beni che ci risultavano dalle visure, come si fa solitamente (da noi il catasto è ben aggiornato).

    eh...magari. purtroppo il c.p.c. prevede espressamente che all'istanza di vendita venga allegato il certificato notarile che dia conto delle trascrizioni inerenti il bene pignorato, degli ultim vent'anni, a pena d'improcedibilità. Successivamente, in effetti, il problema che si pone in caso di provenienza successoria, è la questione accettazione dell'eredità. E vuoi sapere il "bello"? Sotto questo profilo non avrei alcun problema perchè, a parte la voltura catastale, il debitore ha compiuto varie trasformazioni particellari degli immobili in questione, ha costruito, demolito, accorpato ecc...ma il PEGGIO è che ha COMPRAVENDUTO uno di questi beni :shock:(NOTA BENE: il notaio rogante non ha dato conto (e come poteva, se manca la trascrizione, che per gli immobili ha valore costituitivo) della provenienza dei beni e quindi della effettiva proprietà in capo al mio debitore!!!! Insomma, ha ignorato bellamente il problema di trascrizione e, anzichè rifiutarsi di rogare l'atto, l'ha rogato "monco":rabbia:...non ti dico la faccia di quelli del Registro quando ce ne siamo accorti! )

    oh cacchiarola! mi ci mancava questa....!:triste:
     
  18. maria55

    maria55 Membro Attivo

    Professionista
    Alcune precisazioni ai tuoi dubbi: la den di successione, al momento della presentazione, viene catalogata per volume e per numero progressivo; i dati che trovi nella visura catastale sono quelli della den di succ. Ora, siccome la voltura catastale è stata già effettuata, e l'Ufficio del Territorio è già in possesso di una copia conforme, peraltro, rilasciata per lo scopo dall'AdE, prova a fare una visura più approfondita .
     
  19. iaragos

    iaragos Membro Junior

    come come maria? per avere effettuato la voltura significa che il catasto ha acquisito la denuncia di successione?:-o se è così me li mangio vivi: catasto e registro sono due sportelli affiancati:rabbia:
    senti, ma per farlo occorreva che fossero pagate anche le imposte o ai fini catastali non serviva per cui la circostanza non mi dimostra nulla?
    dimmi dimmi
     
  20. maria55

    maria55 Membro Attivo

    Professionista
    Al momento dell'acquisizione della den succ l'Uff dell'AdE rilascia al dichiarante copia conforme della den per uso voltura. Tale copia di den con apposito modello và depositato, a cura dell'erede, all'Agenzia del Territorio x la voltura catastale. Per questo adempimento si pagano dei tributi catastali.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina