• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Proprietario Casa
A chi non è mai successo di avere il vicino di casa rompiscatole e maleducato che fa i traslochi alle 11 di sera o alle 5 del mattino svegliando tutta la famiglia.
Cosa si può fare in questi casi e come ci si può difendere? Sei mai riuscito a risolvere la situazione in qualche modo?

Condividiamo modi e strategie per tacitare lo scomodo coabitante del condominio!
 

maracaibo

Nuovo Iscritto
Io per ora non faccio testo perché, come ho detto, abito in cascina...
Però mi interessa avere opinioni sulla questione perché è probabile che tra qualche tempo raggiunga il mio ragazzo che si è trasferito in appartamento...e in effetti la questione "vicini" mi angoscia un po'... :? ...specie dopo aver letto l'intervento del guardiano :shock:
se mi dovessero svegliare alle 5 del mattino...diventerei una belva!! :rabbia: :rabbia:
 

Gatta

Membro Attivo
Ci si può difendere. Certo. Le "immissioni" ex art.844cc riguardano fumi,odori,scuotimenti o rumori che peraltro devono essere continuati o periodici e superare la "normale tollerabilità": ciò significa che le immissioni delle quali ci si lamenta devono essere intollerabili.
Soltanto il giudice può valutare la tollerabilità e nel giudicarle deve tener conto dei modi in cui queste avvengono e delle attività che le causano. Anche alla luce del Regolamento condominiale.
Quali azioni sono esperibili? Una, inibitoria, e l'altra risarcitoria ex 2043cc e 32 della Costituzione (diritto della salute).
E' possibile agire anche col rimedio del 949cc.
Il ricorso alla procedura d'urgenza di cui all'art.700cpc è quello più usato.
Questo in estrema sintesi.Il discorso sarebbe oltremodo lungo.
I casi prospettati dal Guardiano (traslochi e sveglia alle 5 del mattino)non sono poi così eclattanti e nella pratica si verificano situazioni veramente sconvolgenti nella vita di un condominio e tali da dover ricorrere giocoforza al ricorso giudiziale. La strada però è sempre lunga per scongiurare queste spiacevoli situazioni.
Gatta
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Guardiano ha scritto:
A chi non è mai successo di avere il vicino di casa rompiscatole e maleducato che fa i traslochi alle 11 di sera o alle 5 del mattino svegliando tutta la famiglia.
Cosa si può fare in questi casi e come ci si può difendere? Sei mai riuscito a risolvere la situazione in qualche modo?

Condividiamo modi e strategie per tacitare lo scomodo coabitante del condominio!
Personalmente in questi casi, pur traendone fastidio, cercherei di tollerare, poichè penso che si tratti d una cosa straordinaria. Quanti traslochi si faranno mai in un condominio? Mah forse sono troppo buono. :^^:

Il problema semmai è la normale vita quotidiana, schiamazzi, scuotimenti, occupazione abusiva degli spazi comuni, ecc.
In questo caso quoto gatta :daccordo:
Jrogin
 

Marinarita

Membro Attivo
Proprietario Casa
Io penso che, nei limiti del possibile, bisognerebbe tollerare i vicini di casa, perchè anche noi a volte provochiamo, magari senza accorgerci, dei rumori molesti:affermazione:Stanotte alle ore 4, ad esempio, il condomino che abita sopra di me, ha ritenuto che fosse necessario farsi un bagno: la cosa comporta circa un'ora fra riempire la vasca e svuotarla:occhi_al_cielo::affermazione:Da parte mia, dato che soffro di insonnia, a volte, pur cercando di stare attenta, mi cade qualcosa per terra...... Perciò sempre nei limiti della tollerabilità , cerchiamo di vivere e di lasciar vivere:sonno::affermazione:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto