1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lampo

    lampo Membro Attivo

    Professionista
    Locatore e proprietario come spesso accade ultimamente si sono accordati per una riduzione del canone di locazione di un contratto 3+2 soggetto a cedolare secca. Ho fatto firmare il loro nuovo accordo, pagato i 67 euro tramite f23, comprato 2 marche da bollo e sono andato all'AdE per consegnare il tutto ma, con mio grande stupore, non me lo hanno accettato dicendo che il canone dei contratti con cedolare secca non posso essere ne aumentati (vedi istat) ne ridotti! Avete esperienze in merito? Anche nelle altre sedi dell'ufficio del registro funziona così?
    Scusate ma sembra veramente un'assurdità. La soluzione proposta sarebbe quella di risolvere il contratto vecchio e stipularne uno nuovo ma le parti non vogliono far partire il contratto con nuove date..... soluzioni?
    grazie
     
  2. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A me sembra strano, perché a gennaio di quest'anno ho fatto la stessa pratica: riduzione canone di un contratto in cedolare secca con registrazione all'AdE dell'accordo tra proprietario e inquilino (pagando i bolli e 67 euro di tassa).
    La pratica è stata accettata dall'AdE di Torino senza alcuna difficoltà.
    Nel mio caso si tratta di un contratto 4 + 4 a canone libero inizialmente soggetto a tassazione ordinaria, per il quale avevo optato per la cedolare secca nel 2013. La riduzione del canone che abbiamo stabilito è temporanea: dal 1/1/2014 al 31/12/2015. Successivamente si tornerà al canone originario.
     
  3. lampo

    lampo Membro Attivo

    Professionista
    La tua risposta mi lascia ancora più perplesso! perchè non me lo accettano?!? ci sono andato 2 volte ma niente, continuano a dirmi che se è con cedolare secca non si può ridurre il canone :pollice_verso:
     
  4. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Forse perché si tratta di un contratto concordato con canone agevolato (3 + 2), quindi non si può variare (nemmeno ridurre) il canone che scaturisce dai conteggi che si devono fare applicando i parametri dell'accordo territoriale?
     
  5. lampo

    lampo Membro Attivo

    Professionista
    effettivamente è un concordato 3+2 ma siamo ampiamente all'interno del canone massimo applicabile a maggior ragione se lo diminuisco. Non si può ridurre? non lo sapevo
     
  6. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La mia è un'ipotesi, non lo so neppure io!
    Però l'AdE a cui ti sei rivolto se rifiuta la pratica ti dovrebbe spiegare il motivo, magari citando i riferimenti legislativi!
     
    A lampo piace questo elemento.
  7. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Il canone non sarà per caso troppo basso?
     
  8. lampo

    lampo Membro Attivo

    Professionista
    andato per la 3^ volta all'AdE. niente da fare. Mi hanno detto che al numero verde dicono delle fesserie e che la risoluzione 60 del 2010 non c'entra niente. Il contratto con cedolare secca NON si può modificare. L'ho presa persa
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina