• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Deny

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno, un paio d'anni fa ho affittato un bilocale con canone concordato a una signora ucraina con una figlia disabile. Poi sono arrivati suo marito con la figlia maggiore. Ora sono in 4 e hanno fatto la richiesta di residenza. Dal comune mi è arrivata la lettera in cui comunicano appunto iscrizione anagrafica preliminare del padre e della figlia maggiore, chiedono da quando decorre il contratto di locazione e mi chiedono anche di dichiarare il numero totale dei residenti, i m2 della superficie calpestabile e che sono consapevole che il numero dei residenti non può essere superiore a n. (da compilare) persone con una nota che per ogni persona vanno conteggiati 14 m2. Insomma ho trovato il conteggio di 2 anni fa e ho visto che l'appartamento ha superficie utile 51,7 m2, commerciale 61,96 m2. Mentre 14 x 4 = 56. Manca qualche metro per 4 persone. Cosa posso fare? Grazie.
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Io come proprietaria compilerei in modo completo e veritiero la dichiarazione richiesta dal Comune.
Se sei consapevole che nel bilocale (locato a 2 persone) ora vivono in 4, è giusto dichiararlo.
Deciderà il Comune come procedere: probabilmente verrà negata alla quarta persona la possibilità di abitare in quell'appartamento. Trattandosi di ricongiungimento familiare sarà opportuno che tutti i componenti di quel nucleo, volendo giustamente convivere, trovino un'altra soluzione abitativa idonea.
 

Deny

Membro Attivo
Proprietario Casa
Se alla quarta persona (figlia o marito) sarà negata la residenza, sicuramente li perdo come inquilini e mi dispiace. Al comune mi chiedono superficie calpestabile. Nella dichiarazione c'è scritto:

1627565943667.png
pertanto 51,7 è insufficiente, mentre 61,96 è sufficiente. E se indicassi 61,96? Non capisco per che cosa sta 59,79 (?)
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Al comune mi chiedono superficie calpestabile.
Trattandosi di un contratto concordato, dovresti controllare quale superficie hai considerato per calcolare il canone agevolato.
A Torino, ad esempio, l'Accordo Territoriale dice di prendere le misurazioni nette da muri (metratura calpestabile).

La superficie calpestabile che comunichi al Comune non deve essere in contraddizione con quella che risulta dal contratto di locazione concordato.
 

Deny

Membro Attivo
Proprietario Casa
dovresti controllare quale superficie hai considerato per calcolare il canone agevolato.
effettivamente nell'autentica dell'associazione che mi aveva fatto il calcolo ho trovato METRI QUADRI TOTALI LOCATI 64.80. Questo conteggio è allegato al contratto di locazione. Potrei basarmi su questi dati e basta. Così "ci stanno" tutti e 4.

1627577580309.png
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
nell'autentica dell'associazione che mi aveva fatto il calcolo ho trovato METRI QUADRI TOTALI LOCATI 64.80.
Se l'Accordo Territoriale del Comune dove si trova l'immobile stabilisce che bisogna considerare la superficie calpestabile, allora non si capisce quale sia quella corretta.
O aveva sbagliato l'Associazione quando ti ha fatto il calcolo, o sono sbagliati i dati del Comune che hai riportato nel post n. #3.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Io vedo però che sul contratto, la metratura principale = 48
Il 64,80 è tra parentesi
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
L'Associazione che ha determinato il canone agevolato in base ai parametri dell'Accordo Territoriale dovrebbe averti dato anche il calcolo:

mq Y x €/mq Z = canone mensile.

Qual è il valore di Y ?
 

griz

Membro Storico
Professionista
a me è capitato come tecnico di rilevare e sottoscrivere le superfici di appartamenti per affitti ad extracomunitari perchè il comune richiede una dichiarazione da parte di un tecnico abilitato sia delle superfici che della salubrità, che i tuo comune chieda a te mi suona strano
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
non trovo questa formula, ho solo questo calcolo:
Vedi l'allegato 7156
Se fai un semplice calcolo a ritroso a partire dai canoni minimi o max vedi che hanno considerato mq 64,80

Ma ritengo che questa sia la metratura commerciale o lorda, e che il canone sia stato calcolato su tale metratura.

Quanto al 48 mq della terza riga del prospetto, sospetto sia la superficie netta ( o calpestabile) : bisogna vedere quale delle due sia da applicare per le due distinte pratiche
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
ho solo questo calcolo:
Allora potresti ricavarlo così:

canone annuo minimo € 2.332,80 : tariffa minima mq/anno 36,00 = superficie mq. 64,8.

SE l'Accordo Territoriale impone di considerare la superficie calpestabile, ne deduco che secondo l'Associazione a cui ti sei rivolto per calcolare il canone concordato quella superficie è di mq. 64,8.

Però continuo a non capire perché nel rigo "metratura immobile principale" c' è scritto:
48,00 (64,80).
A cosa si riferisce 48,00 ?
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
@Deny potrebbe controllare con una visura qual è la superficie catastale del bilocale (che è diversa da quella calpestabile).

Per vedere se si avvicina di più a 48,00 oppure a 64,80 mq.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho due entrate nella mia proprietà. Il numero civico va messo solo all'entrata pedonale o anche al carrabile? Sono separati da molto muro di recinzione e spesso postini e corrieri citofono al carrabile quando la cassetta della posta è al pedonale. Cosa posso fare? Grazie
Alto