• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Francesco82

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve a tutti , mio padre è morto qualche mese fa, lui ha lasciato un testamento olografo, non registrato. Scrive: che lascia la casa in cui risiedeva di sua proprietà usufruttuaria mia madre e proprietario io.
Cosa devo fare con questo pezzo di carta?mia madre e mia sorella sono d'accordo con le sue volontà, che spese dovrei sostenere? Grazie a tutti per le risposte
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Dovresti rivolgerti ad un notaio per la pubblicazione del testamento. Attenzione che da quanto scrivi, con le sue disposizioni tuo padre non ha rispettato le quote spettanti ai legittimari che avrebbero 10 anni per impugnare il testamento dalla sua pubblicazione per pretendere la quota spettante a loro.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Cosa devo fare con questo pezzo di carta?
Devi portare il testamento a un notaio, con un estratto per riassunto dell'atto di morte.
Il notaio procederà alla pubblicazione del testamento in presenza di due testimoni,
redigendo nella forma degli atti pubblici un verbale nel quale descriverà lo stato del testamento, ne riprodurrà il contenuto e farà menzione della sua apertura, se è stato presentato chiuso con sigillo. Il verbale sarà sottoscritto dalla persona che presenta il testamento, dai testimoni e dal notaio. A esso saranno uniti la carta in cui è scritto il testamento, vidimata in ciascun mezzo foglio dal notaio e dai testimoni, e l'estratto dell'atto di morte del testatore.
Avvenuta la pubblicazione, il testamento olografo avrà esecuzione.
avrebbero 10 anni per impugnare il testamento dalla sua pubblicazione per pretendere la quota spettante a loro.
No. Il termine di prescrizione dell'azione di riduzione decorre dalla data di accettazione dell'eredità da parte del chiamato in base a disposizioni testamentarie lesive della legittima.
E non è detto che il testamento descritto sia lesivo dei diritti degli altri legittimari.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
E anche se fosse lesivo dei diritti dei legittimari, essi possono , se d’accordo nel voler rispettare le disposizioni testamentarie, firmare un atto pubblico di rinuncia all’azione di riduzione .
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Che non si conosca l'intero testamento è vero: ma stante la descrizione la lesione ci sarebbe. Cosa intendevi dire?
Non conosciamo se ci sono stati altri passaggi di proprietà o donazioni che potrebbero avere equilibrato i diritti dei legittimari.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Donazioni .. forse. Passaggi di proprietà non mi tornerebbe in generale. Salvo tu intenda cose del tipo
Mamma ha lasciato tutto al figlio
Babbo lascia tutto alla figlia
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Nulla dice sulla destinazione degli altri beni del suo patrimonio.
Per altro non accenna nemmeno all'esistenza di altri beni.....: ecco quindi l'esistenza di un attributo di troppo....
che il testamento descritto sia
... e la successiva richiesta di spiegazione...
stante la descrizione
;);):) ... visto che sei sempre molto preciso.... mi era sorto qualche dubbio mi fosse sfuggito qualcosa di più sottile.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Nemesis:a detto: Se è stato presentato chiuso con sigillo, e invece se il testamento fosse aperto?
per quanto ne so è indifferente, il testamento olografo dovrebbe essere redatto davanti a testimoni oppure basta che nessuno si opponga, sigillato o no è uguale, è chiari che se è sigillato il notaio deve fare menzione dell'apertura tramite rottura del sigillo
 

griz

Membro Storico
Professionista
si, ma se testimoni assistono alla stesura dell'testamento sottoscrivendolo non ci potranno essere dubbi sull'autenticità, a questo mi riferivo
 

griz

Membro Storico
Professionista
No, il testamento olografo deve essere scritto di proprio pugno dal testatore, datato e firmato. Non è richiesto altro.
che non sia richiesto non significa che non sia corretto che qualcuno rediga un testamento lografo davanti a testimoni che sottoscrivono a loro volta
 

Antonio Abiuso

Membro Attivo
Proprietario Casa
Un olografo firmato dal testatore assieme a dei testimoni? E' un aspetto che seppur ininfluente sulla sua validità è a dir poco singolare (di norma le ultime volontà in tale forma non vengono propalate...anzi tempo).
Sulla rinuncia a parole, o 'per facta concludentia', della figlia pretermessa io quale fratello beneficiato non mi sentirei troppo sicuro nell'avvenire; vorrei saperla dalla carta che...canta.
Il vecchio detto recita: chiedere è lecito, rispondere è cortesia; in coerenza con l'altro secondo cui...'è meglio arrossire prima che impallidire dopo'.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
che non sia richiesto non significa che non sia corretto che qualcuno rediga un testamento lografo davanti a testimoni che sottoscrivono a loro volta
La presenza dei testimoni, magari pretesa dagli stessi, può influenzare la volontà del testatore. Pertanto, ritengo che possa essere impugnato con ragione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
Sono vittima di uno stalker!
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
Ho fatto la lista dei danni, è piuttosto lunga!
Alto