• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gianco

Membro Storico
Professionista
ma certamente bastano due documenti: l'atto di vendita dal quale si verifica che la cantinola non è stata venduta con quel rogito e le visure delle proprietà di chi ha venduto l'appartamento.
L'atto di acquisto e la visura nella conservatoria sono titoli di proprietà. Occorre anche il possesso e solo con quei titoli puoi solamente confrontarti in giudizio e se uno possiede l'immobile con i requisiti previsti, quella è semplicemente carta straccia.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
L'atto di acquisto e la visura nella conservatoria sono titoli di proprietà. Occorre anche il possesso e solo con quei titoli puoi solamente confrontarti in giudizio e se uno possiede l'immobile con i requisiti previsti, quella è semplicemente carta straccia.
mò adesso basta Tizio abbia posseduto per X anni un bene, magari per comodato verbale gratuito, ed i legittimi proprietari non possono più rientrare nella possesso (la proprietà ce l'hanno già) del bene?
Dire che un rogito e la visura della conservatoria sono carta straccia mi sembra un pò grossa.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Occorre anche il possesso
E il "possesso" deve essere ben preciso, palese ed inequivocabile....altrimenti sai quanti potrebbero invocare l'usucapione di aree comuni?

Se @DocMario avesse "chiuso" con una porta quella che lui definisce "cantinola" allora si potrebbe anche cominciare a fissare il "primo tassello"...ma non l'ha fatto.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
E il "possesso" deve essere ben preciso, palese ed inequivocabile....
Precedentemente, avevo scritto:
L'atto di acquisto e la visura nella conservatoria sono titoli di proprietà. Occorre anche il possesso e solo con quei titoli puoi solamente confrontarti in giudizio e se uno possiede l'immobile con i requisiti previsti, quella è semplicemente carta straccia.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se @DocMario avesse "chiuso" con una porta quella che lui definisce "cantinola" allora si potrebbe anche cominciare a fissare il "primo tassello"...ma non l'ha fatto.
Aveva esordito:
Salve sono proprietario di un appartamento da 18 anni e da 18 anni uso una piccola cantinola 1,5 x 2 metri dove tengo poche cose che non uso ed una caldaia. A suo tempo il proprietario mi disse che era mia e che dovevo mettere una porta di ferro per non accedere ai suoi garage. Dopo 18 anni i figli reclamano tale cantinola perché affermano che al catasto risulta essere di loro proprietà.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Già cita una porta...ma non precisa se l'abbia poi montata.

Per come ha declinato la frase lascia supporre non abbia provveduto.

Sempre dal racconto è desumibile abbia comprato una porzione dal proprietario dell'intero immobile...ergo nemmeno la tesi dell'addizzinoare un possesso precedente può stare in piedi.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Sempre dal racconto è desumibile abbia comprato una porzione dal proprietario dell'intero immobile...ergo nemmeno la tesi dell'addizzinoare un possesso precedente può stare in piedi.
Non è detto, perché non c'è certezza. Solo l'esame del giudice e la professionalità dei legali potranno dare una risposta.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Solo l'esame del giudice e la professionalità dei legali potranno dare una risposta.
Non mi pare si parli di legali, e tantomeno di giudici.
L’utente ha chiesto un parere, e non interviene più dopo 3 pagine di inutili dissertazioni sul tema usucapione (inesistente).
Si spera proprio non sia un’altra causa che vada ad intasare i nostri tribunali .
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non vi voglio tediare, ma abbiate pazienza ho un'esperienza specifica che, sono convinto, altri non abbiano. Scusate la presunzione!
A proposito vi racconto un fatto accadutomi. Tanti anni fa, circa 45, assieme a mio padre, collega, ho assistito al sopralluogo del Pretore sul sito della contestazione inerente la rivendicazione sulla proprietà di un terreno fra confinanti fra i quali la mia cliente era anche intestataria. Oggetto del contendere era una discreta estensione di terreno collinare, che, mai coltivato, era infestato dal cisto, cespuglio spontaneo che cresce solo sui terreni abbandonati da almeno una decina d'anni. Entrambi erano assistiti dai loro legali. Alla domanda del Pretore al confinante che vantava possesso ultraventennale: "Ma lei da quando possiede questo terreno"? Risposta: "Da più di vent'anni, coltivandolo saltuariamente a pascolo con intervalli di diversi anni". Sentita questa frase, mi sarei aspettato che il legale della mia cliente facesse mettere a verbale questa affermazione, determinante per l'esito della vertenza. Invece, dimostrando incapacità totale, ha proseguito nelle discussioni fra lui e il suo collega, antagonista, con il pretore, assistito dal cancelliere. Con quella frase verbalizzata la vertenza sarebbe terminata immediatamente!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

i miei due figli sono proprietari (50% ciascuno) di una palazzina con 9 appartamenti e 4 negozi, volendo sostituire la caldaia centralizzata come e cosa possono fare per ottenere il 50%? grazie
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
Sono vittima di uno stalker!
Alto