• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mauro222

Membro Junior
Proprietario Casa
buon giorno,
ho recentemente acquistato un immobile attraverso asta giudiziaria. L'immobile è in un piccolo comune rurale ed è prospiciente alla strada comunale. Tuttavia la particella catastale si estende di circa un metro oltre il muro dell'edificio. In questo spazio è stata realizzata una aiuola di circa 1 metro per 3.
Il proprietario della casa confinante, approfittando del fatto che l'immobile era disabitato, ha messo delle rose e piantato un albero nell'aiuola.
Sto facendo ristrutturare e risanare la casa e, soprattutto, l'intonaco della facciata. Intendo quindi eliminare l'aiuola e le relative piante, anche per evitare che le radici dell'albero e l'umidità dell'aiuola possano rovinare il muro appena rifatto. Il vicino potrebbe eventualmente vantare diritto di usucapione (l'aiuola non è cintata)? In caso affermativo, posso obbligarlo a togliere l'albero che è praticamente contro il muro della mia abitazione? Come meglio procedere?
Grazie mille per i consigli.
mauro
 
Ultima modifica di un moderatore:

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
Se il lembo di terra fa parte della tua particella puoi intimargli di rimuovere il tutto. Certo che se sono passati più di 20 anni dalla sua occupazione può essersi instaurata una usucapione.
In ogni caso per le piante di alto fusto bisogna rispettare la distanza dal confine.
 

mauro222

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie, ma è possibile parlare di usucapione per una striscia contro il muro della mia casa? Comunque ho delle foto di Google map del 2011 che dimostrano che l'aiuola era molto più piccola e senza alberi. L'albero in questione comunque non è di alto fusto. E' però una mimosa e le radici sono molto invasive.
No.
Direi che, per rapporti di buon vicinato, parlagli prima delle tue intenzioni, in modo che , se vuole, recuperi le rose e la pianta , se possibile.
certo, e’ solo che prima di parlargli volevo chiarire meglio la situazione ed eventuali rischi. Anche perché noto che sta “marcando il territorio” mettendo qua e là qualche vaso.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Certo che è anomalo che una proprietà recintata lasci una fascia di un metro all'esterno. E soprattutto è difficile da dimostrare, nel senso che tale dimensione rientra nella tolleranza catastale, qualora si facesse riferimento alla mappa catastale. Sarebbe certamente incontestabile se i vertici della proprietà siano stati indicati in un tipo di aggiornamento di nuova procedura, redatto per generare il lotto del postante.
Comunque ho delle foto di Google map del 2011 che dimostrano che l'aiuola era molto più piccola e senza alberi.
La foto Google non ha alcuna valenza ai fini della dimostrazione di confini catastali: al limite potrebbe essere indicativa, ma con discordanze certamente superiori
Infine, comunque sia, l'albero deve rispettare la distanza di rispetto che a seconda dell'altezza del tronco varia da 1,5 a 3,0 m dal confine.
 

griz

Membro Storico
Professionista
se l'aiuola è tua dovresti poterlo dimostrare, una cosa non è chiara: questa auiola confina col giardino del vicino e lui se ne è impossessato piantumandola oppure è un arretramento lungo la strada?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Secondo me il vicino ha solo cercato, in assenza di un proprietario che si curasse della proprietà "abbandonata", di rendere migliore l'aspetto estetico.
Adesso che c'è un nuovo proprietario, credo sarà ben contento di vedere le cose messe in ordine.
Non penso valga nemmeno la pena di parlare di usucapione, visto che stiamo parlando di un'aiuola, non recintata e non utilizzata in modo da escludere altri.
Penso che, instaurando rapporti di buon vicinato, tutti traggano giovamento dalla nuova situazione.
 

mauro222

Membro Junior
Proprietario Casa
se l'aiuola è tua dovresti poterlo dimostrare, una cosa non è chiara: questa auiola confina col giardino del vicino e lui se ne è impossessato piantumandola oppure è un arretramento lungo la strada?
E' un arretramento lungo la strada. L'aiuola è contro il muro della mia abitazione per una lunghezza di circa tre metri e confina, sul lato corto, con il cortile del vicino.
Purtroppo le mappe catastali non sembrano risolvere il problema perchè la particella in passato era unica e non è chiaro come sia stata frazionata (il catasto ha subito anni fa una alluvione).
 

griz

Membro Storico
Professionista
dalla destcrizione sembra una situazione molto comune di strada realizzata ingombrando le proprietà prospicienti e la sede stradale ha lasciato libera la striscia che risulta in mappa sulla tua particella, comunque se questa aiuola è davanti alla tuaproprietà sarà difficile dimostrare che sia di altri
Purtroppo le mappe catastali non sembrano risolvere il problema perchè la particella in passato era unica e non è chiaro come sia stata frazionata (il catasto ha subito anni fa una alluvione).
il frazionamento è quello che individuerebbe la proprietà tua e del vicino?
 

mauro222

Membro Junior
Proprietario Casa
Secondo me il vicino ha solo cercato, in assenza di un proprietario che si curasse della proprietà "abbandonata", di rendere migliore l'aspetto estetico.
Adesso che c'è un nuovo proprietario, credo sarà ben contento di vedere le cose messe in ordine.
Non penso valga nemmeno la pena di parlare di usucapione, visto che stiamo parlando di un'aiuola, non recintata e non utilizzata in modo da escludere altri.
Penso che, instaurando rapporti di buon vicinato, tutti traggano giovamento dalla nuova situazione.
Grazie.
Purtroppo il vicino non appare molto contento. Ieri gli ho parlato, dicendo che siccome avremmo dovuto mettere i ponteggi per risanare ed intonacare la facciata, mi ha quasi aggredito, dicendo che quella pianta è e rimane li. Mi ha anche mostrato una planimetria di origine catastale con la particella colorata (del suo e del mio cortile). Io ne ho una analoga, sempre catastale, dove il cortile è chiaramente mio. Preciso che a me non interessa nulla del pezzettino di aiuola. In quel paese abbiamo parecchi terreni di proprietà. La mia preoccupazione è evitare che la pianta danneggi la facciata che stiamo appena rifacendo.
Sul buon vicinato concordo, ma questo vale quando si discute con persone civili.
 

mauro222

Membro Junior
Proprietario Casa
Certo che è anomalo che una proprietà recintata lasci una fascia di un metro all'esterno. E soprattutto è difficile da dimostrare, nel senso che tale dimensione rientra nella tolleranza catastale, qualora si facesse riferimento alla mappa catastale. Sarebbe certamente incontestabile se i vertici della proprietà siano stati indicati in un tipo di aggiornamento di nuova procedura, redatto per generare il lotto del postante.

La foto Google non ha alcuna valenza ai fini della dimostrazione di confini catastali: al limite potrebbe essere indicativa, ma con discordanze certamente superiori
Infine, comunque sia, l'albero deve rispettare la distanza di rispetto che a seconda dell'altezza del tronco varia da 1,5 a 3,0 m dal confine.
 

mauro222

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie. Presumo che in passato (la casa è del '700) ci fosse un'unica particella, poi suddivisa. Purtroppo io ho una planimetria catastale che indica chiaramente il subalterno comprendente anche quel "cortile" su cui insiste l'aiuola, come di mia proprietà. Questo signore me ne ha mostrata una dove la particella (comprensiva del "cortile") appare di sua proprietà. Importante per me è accertare che non possa tenere l'albero a 20 cm dal muro della mia abitazione (indipendentemente dalla proprietà dell'aiuola). In questo caso a chi è opportuno rivolgersi (è un piccolo comune)? Al tecnico comunale, al sindaco o ai carabinieri? L'approccio amichevole non ha funzionato .... anzi!
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Purtroppo io ho una planimetria catastale che indica chiaramente il subalterno comprendente anche quel "cortile" su cui insiste l'aiuola, come di mia proprietà. Questo signore me ne ha mostrata una dove la particella (comprensiva del "cortile") appare di sua proprietà.
Di planimetria catastale aggiornata c’è ne dovrebbe essere una sola.
Comincia a chiarire chi ha in mano quella “ufficiale”.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Grazie. Presumo che in passato (la casa è del '700) ci fosse un'unica particella, poi suddivisa. Purtroppo io ho una planimetria catastale che indica chiaramente il subalterno comprendente anche quel "cortile" su cui insiste l'aiuola, come di mia proprietà. Questo signore me ne ha mostrata una dove la particella (comprensiva del "cortile") appare di sua proprietà. Importante per me è accertare che non possa tenere l'albero a 20 cm dal muro della mia abitazione (indipendentemente dalla proprietà dell'aiuola). In questo caso a chi è opportuno rivolgersi (è un piccolo comune)? Al tecnico comunale, al sindaco o ai carabinieri? L'approccio amichevole non ha funzionato .... anzi!
Probabilmente, avete due estratti di mappa, disegnati e colorati da qualche disegnatore: gli estratti di mappa sono in bianco e nero, salvo che non siano fotocopie dei fogli di mappa in cartoncino in auge fino al 1990 circa. Comunque una discordanza di quelle dimensioni, essendo in tolleranza, non è contestabile a chi la possiede se non in presenza di dati certi. L'albero ha diritto di esistere solo se è stato messo a dimora da più di vent'anni. Altrimenti non c'è alternativa alla sua estirpazione, che avverrà solo in seguito ad un intervento legale.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Certo che qualche foto in più e più esplicativa la potevi mettere.
Comunque sembra che l'immobile, che comprende le due abitazioni, sia stato realizzato contemporaneamente. Ho dubbi che il confine in discussione sia inequivocabilmente rappresentato sulla mappa. Difatti noto che la scala antistante dell'abitazione di sinistra sia nella prosecuzione dell'aiuola. Stranamente li divide una recinzione in elementi di ferro a disegni geometrici. La porta d'ingresso non rispetta la veduta laterale, lasciando intendere che esiste "per destinazione del padre di famiglia". Noto uno scarico di una grondaia (suppongo) che dall'abitazione gialla scarica sull'aiuola. Infine quella pianta esiste da svariati anni. E che dire di quel passaggio antistante, comune?
 

griz

Membro Storico
Professionista
direi che sostenere che sia suo è un bel azzardo: a che titolo qualche proprietario precedente e/o tecnico abbia deciso di annetterlo alla sua proprietà? Una striscia così piccola? in un centro rurale? mah...
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
direi che sostenere che sia suo è un bel azzardo: a che titolo qualche proprietario precedente e/o tecnico abbia deciso di annetterlo alla sua proprietà? Una striscia così piccola? in un centro rurale? mah...
Come hai potuto leggere, anch'io ho molti fondati dubbi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Alto