1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gloria

    gloria Membro Ordinario

    Salve, devo ristrutturare un sottotetto di mia proprietà che è privo di tutte le utenze.
    Devo portare il gas, quindi collegare un nuovo contatore.
    Quando sono andata dall'amministratore mi ha detto che deve chiedere il permesso al condominio.
    Ma possono vietarmi di fare un allacciamento? L'amministratore è vero che deve avere il consenso del condominio? Non ho il diritto di avere le utenze in un locale di mia proprietà?
    Se poi devo aspettare una riunione di condominio potrei aspettare dei mesi.
    L'ente che eroga il gas a Bologna mi ha detto che devo chiedere all'amministratore, ma che lui deve dare il consenso. Può rifiutarsi?
    Posso avere una vostra consulenza a riguardo? Grazie.
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il punto focale è che se il sottotetto era una soffitta e non è oggi abitabile, il tuo iter è faticoso. Tutti ti possono osteggiare, comunque sia, non essendo stato mai abitabile, il condominio non ha mai predisposto le nicchie per i contattori del tuo sottotetto. Domanda: non puoi allargare l'utenza di un'altra unità, magari già tua nel condominio? meno spese e meno rogne.
     
  3. gloria

    gloria Membro Ordinario

    Il sottotetto era stato condonato nel 1997 e accatastato come magazzino, non ho fornito tutte le indicazioni, scusa. Ora ho un pò di soldi da parte e vorrei iniziare piano piano a metterlo i a posto.
    Se non volessi alacciarmi al riscaldamento condominiale, posso fare un impianto autonomo ?
    Grazie!
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non sono un'esperta ma credo che se ottieni l'autorizzazione del comune a fare i lavori che necessitano per cambiare l'accatastamento il condominio non possa impedirti nulla. adesso trattandosi di un magazzino la vedo più difficile. specie se ciò comporta spese per gli altri condomini. forse offrendosi di non attentare al loro portafoglio puoi migliorare le cose.
     
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'impianto autonomo di riscaldamento lo puoi fare tranquillamente. Non sei obbligato ad allacciarti a quello condominiale, aggiungo per tua fortuna. Altrimenti dovresti anche pagare la successiva revisione delle tabelle millesimali.
    Per il transito dei tubi necessari all'alimentazione del gas, l'amministratore deve dare il consenso, sempre che il percorso stesso dia compatibile con le facciate del fabbricato. Se, ad esempio, i tubi corrono nel vano scala od in una chiostrina e la loro installazione non cambia la possibilità per gli altri condomini di fruire di quella parte comune al condominio, nessuno ti può rifiutare niente.
    Auguri
     
  6. anika

    anika Nuovo Iscritto

    Domanda: che si intende per magazzino? Credo che sia un locale per accogliere materiali, una soffitta, quindi un C2 che non può essere reso abitabile, come parrebbe che si voglia fare. Quindi perchè gas, riscaldamento? Ad una soffitta non credo che servano. Potresti però accertare se la tua soffitta riunisce i requisiti per poter fruire della normativa del recupero dei sottotetti, se la tua regione ha deliberato in tal senso.
     
  7. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Nel momento in cui una famiglia decide di avere un’abitazione più grande, considerando il costo delle case e la carenza di spazi nelle città , molto spesso è costretta a spostarsi in periferia. Le normative sul recupero ad uso abitativo dei sottotetti danno però l’opportunità ai proprietari degli appartamenti all’ultimo piano di estendere l’abitazione verso l’alto.

    Quali sono i requisiti per poterlo fare?
    Se il sottotetto non è indicato negli atti catastali come parte comune o non è stato frazionato tra i differenti proprietari del condominio, automaticamente diventa di proprietà dell’appartamento dell’ultimo piano.

    Se questa condizione sussiste serve l’autorizzazione del condominio?NO.
    Il proprietario è tenuto a informare i condomini dell’attività che sta per intraprendere e (come indicato dall’art. 1102 del Codice Civile) ha il diritto di procedere ai lavori di ristrutturazione.

    Serve un permesso di costruire?SI
    è necessario un premesso di costruire o una D.I.A ;).ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina