1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti. Dopo mesi di ricerche sono ancora qui per cercare di capire.
    5 appartamenti (mappale x), 2 appartamenti (mappale y) hanno accesso da un’unica corte ora censita F1 (area urbana), il tutto facente parte di eredità suddivisa tra due fratelli con causa civile del 1986. Le planimetrie allegate alla causa dal CTU evidenziavano la corte in oggetto graffata al mappale “x” e veniva descritta “corte dal civico nr.8 di via Monti” (sempre indicata quale corte, mai corte comune). La corte viene destinata ad area urbana nel 2009 con motivazione “Prot.n. … sfuggita all’accertamento”.
    Alla mia richiesta all’Agenzia del Territorio delle motivazioni per cui alla corte è stata cambiata la destinazione d’uso ad area urbana mi è stato risposto: “l’area è stata costituita con documento Docfa redatto da professionista esterno incaricato da aventi diritto”.
    Sono certa che uno dei due fratelli (assegnatario del mappale x al quale era graffata la corte) non lo ha mai richiesto, quindi credo che sia stato fatto dall’altro fratello (assegnatario del mappale y).
    1. Ma la graffatura (cediglia) non serve a dare rappresentazione grafica al rapporto pertinenziale tra area e edificio?
    2. Poteva un solo fratello modificare la destinazione d’uso?
    3. Posso avere accesso al documento Docfa per capire chi lo ha richiesto e sulla base di quale documentazione?
    Grazie mille. Sonia
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    la graffatura definisce l'unicità del numero di mappa tra due entità rapparesentate sulla mappa stessa, i diritti sono definiti sugli atti, l'area urbana è sicuramente intestata a qualcuno, con una visura si può sapere ma va detto che sicuramente non ha cambiato titolarità con l'istituzione dell'area urbana, il fatto che sia di proprietà di questo non significa nulla, i diritti reali e di uso sono distinti e precisati in patti scritti o in uso
     
  3. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie per la pronta risposta. Inizialmente l'area urbana era intestata solo ad un fratello a seguito di un atto non conforme. Ora è intestata ai due fratelli, ma il mio problema sta nel fatto che tutti i proprietari dei cinque appartamenti del mappale "x" hanno acquistato (anni '80) dal primo fratello l'intera eredità e gli atti riportano solo "accesso pedonale per mezzo di aia comune". Questa aia comune era stata identificata dal CTU durante la divisione dell'eredità quale "corte" e dal 2009 questa corte ha subito una variazione d'uso in area urbana (proprietari al 50% i due fratelli ereditieri) su richiesta del secondo fratello che ha ancora 2 appartamenti che usufruiscono della corte. Non avrei problemi se il secondo fratello non continuasse a fotografare i proprietari dei 5 appartamenti se appoggiano una borsa della spesa sulla corte o impedisce gli operai che fanno qualche manutenzione ad appoggiare momentanemente un secchio o un attrezzo. Ogni volta ci arriva una lettera dal suo avvocato che ci intima di non utilizzare la corte, di proprietà del suo assistito, per scopi diversi dal mero passaggio. Non si riesce a vivere serenamente. Pensavo che se la corte ritornasse ad essere corte comune per tutti gli usufruitori del passaggio, come probablmente lo era prima del cambio di destinazione d'uso tutti vivremmo meglio. Purtroppo il secondo fratello non ne vuole sapere, quindi ho pensato che l'unica strada fosse quella di "invalidare" il cambio d'uso (richiesto da un solo fratello), ripristinando quanto stabilito dal CTU in fase di suddivisione dell'eredità. E pensare che tutte le spese di manutenzione della corte le sosteniamo noi.... poichè il secondo fratello non abita lì e i sui affittuari se ne disinteressano.
    Grazie ancora. Sonia
     
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    la possibilità che avete è la definizione più precisa del vostro diritto di passaggio/uso di questa corte, se il soggetto è pedante nel gestire il suo concetto di proprietà e di vostro diritto, credo che si possa ricorrere anche al giudice di pace che potrebbe intevenire, oppure anche al tribunale ma le cose vanno gestite con accortezza e magari provate ad ignorare le lettere dell'avvocato che se vertono sull'appoggio delle borse a terra, mi sembra che lascino il tempo che trovano. Anche il proprietario deve avere ragioni valide per denunciare le violazioni
     
  5. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Talvolta i rapporti con i vicini diventano esasperanti, e l'alternativa di rivolgerci ad un Tribunale comporta costi e tempi significativi. Ma ha proprio ragione. Dovremmo ignorare le continue lettere, rispettando i diritti di tutti. Anche se credo che questo non sarà il caso, un buon esempio di civiltà potrebbe sollecitare un maggiore senso civico comune.:disappunto:
    Grazie mille:) Sonia
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Inizialmente incaricherei un geometra per svolgere le ricerche catastali storiche per capire quali sono stati i vari passaggi chi li ha redatti e chi li ha commissionati.
    Poi, se esiste un pronunciamento del giudice a che titolo tuo fratello ne dispone la variazione senza avere il benestare degli altri aventi diritto?
    Sarebbe interessante leggere gli atti di compra-vendita delle diverse U.I.U. per capire che diritto hanno acquisito i loro proprietari sulla corte e se la variazione della destinazione è avvenuta in contrasto con detti diritti.
     
  7. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ho già contattato un geometra della zona che non ha risolto il problema. Evidentemente non ho scelto la persona giusta, ma devo ammettere che gli atti possono essere interpretati in modi differenti.
    Le planimetrie allegate alla causa che ha suddiviso i beni del testamento riportavano l'area come "corte", senza subalterno ed era graffata al mappale "x", mappale corrispendente ai 5 appartamenti attribuiti dal Tribunale al fratello 1.
    Negli anni '80 e '90 questi 5 appartamenti, proprietà del fratello 1, sono stati venduti a terzi, nella fattispecie a 5 nuclei familiari diversi. Tutti gli atti di compravendita riportano: "immobile in ..... via ..... avente accesso pedonale per mezzo di aia comune".
    Nel 2009 alla corte viene assegnato un subalterno e dichiarata area urbana, intestata ai due fratelli in parti uguali, con denuncia Docfa, richiesta unilateralmente dal fratello 2 con supporto di un professionista.
    Penso che la modifica sia un abuso del fratello 2, che esclude i nuovi 5 proprietari da qualsiasi diritto sulla corte (ora area urbana)
    Posso come privato o attraverso un professionista avere accesso al documento Docfa che ha sancito la destinazione d'uso da corte comune ad area urbana?
    Grazie per l'attenzione.
    Sonia
     
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    vedo che scrivi da Como, al catasto di Como sono molto pignoli, trovo strano che abbiano accettato un'istituzione di area urbana senza sincerarsi dello stato della proprietà, comunque gli atti sono depositati, si può risalire all'origine, è un lavoro abbastanza complesso
     
  9. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Magari fosse un problema con il catasto di Como. L'immobile è nel comune di Massa Carrara......
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ... che non esiste. :)
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Trova un altro geometra, competente, nel comune interessato e chiedigli di fare le ricerche che ti ho consigliato nel post 6. Solo così potrai venirne a capo.
     
  12. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Stavo cercando di venirne a capo da sola poiché ho la sensazione che ci sia qualcosa di sbagliato tra tutti i vari passaggi e che ci sia un timore diffuso a chiarirlo. Se fosse tutto trasparente perché le risposte ricevute sino ad ora sono così vaghe? Forse sto giudicando erroneamente un settore troppo complesso per i non addetti ai lavori.
    La ringrazio per i consigli e proverò a cercare qualcuno che mi aiuti a sciogliere i miei dubbi.
    Un’ultima domanda: il professionista deve essere necessariamente della zona?
    Ancora grazie 1000.Sonia
     
  13. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    il professionista può anche non essere della zona ma se deve ricercare gli atti in conservatoria deve andarci fisicamente, è meglo che abiti vicino
     
  14. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Probabilmente, è una questione di costi. Comunque, l'importante è che sia di tua fiducia. Se non sei in grado di sceglierne uno da sola, rivolgiti al Presidente del collegio dei geometri della provincia di Massa e chiedi un nominativo adatto al tuo caso. Tale richiesta viene esaminata seriamente ed il nominativo sarà valido. Se invece ti rivolgi alla segreteria potrebbero consigliarti un amico con professionalità non garantita.
    Infine, su questo sito ci si da del tu, mantenendo sempre il massimo rispetto ed educazione.
     
  15. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Che dire, ancora grazie per il prezioso supporto.
    Buona giornata a tutti.
    Sonia
     
  16. ing. Fachinat

    ing. Fachinat Membro Junior

    Professionista
    cara @Soniat4,
    credo che tu stia equivocando il concetto di "cambio di destinazione d'uso" che con il caso da te esposto mi pare non abbia nulla a che vedere.
    La procedura di costituzione di un nuovo subalterno con conseguente assegnazione di una categoria F1 - area urbana, non costituisce un cambio di destinazione d'uso della corte, che tale era e tale rimane, semplicemente una rettifica del censimento di questa unità immobiliare, la cui superficie evidentemente non era stata computata tra le pertinenze delle unità immobiliari finitime. Difatti hai verificato anche tu che nella causale del docfa del 2009 il catasto riporta: " unità sfuggita all'accertamento".
    Inoltre se come dici gli intestati erano per 1/2 ciascuno i due fratelli (immagino perciò che dopo le vendite da parte di uno dei fratelli tra gli intestati ora compari anche tu...) la comproprietà della corte mi pare inequivocabile.
    Se perciò il problema non riguarda ne la proprietà, ne il diritto di passaggio, bensì l'utilizzo della corte, allora dovrai verificare (in conservatoria) se nell'originario atto di donazione ai due fratelli era riportato qualche espresso vincolo di utilizzo della corte per il solo passaggio degli aventi diritto ed il deposito (anche temporaneo) di cose private sia proibito. Dubito (a tuo favore) che troverai mai un tale vincolo.
    Se da parte degli attuali proprietari non vi è l'intenzione di definire formalmente l'utilizzo della corte potresti in ultima istanza richiedere all'autorità giudiziaria di nominare d'ufficio un amministratore della cosa comune ai sensi dell'art. 1105 del codice civile.
    Oppure (consiglio spassionato) cerca di soprassedere con signorilità alle "lettere degli avvocati" e fregatene del comportamento del vicino e continua ad utilizzare - con il dovuto decoro - la corte comune.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Faccio notare che la stessa corte poteva essere accatastata come sub x, corte comune ai sub y, z, ecc., corte del sub w o b.c.n.c.. Essendo area urbana, quindi edificabile, sarà soggetta al pagamento dell'IMU.
     
  18. Soniat4

    Soniat4 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ringrazio per la disponibilità e la preziosa consulenza.
    Sonia
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina