• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

david81

Membro Attivo
Proprietario Casa
#1
Buongiorno a tutti,

due coniugi in separazione dei beni acquistano insieme una casa, con una quota del 50% a testa. Per il marito si tratta della seconda casa, per la moglie della prima casa. Sarà poi adibita ad abitazione principale della famiglia. E' possibile aprire un piccolo mutuo solo sulla parte della moglie, beneficiando quindi - per il mutuo - delle condizioni agevolate dell'acquisto prima casa?
La mia filiale sostiene che sul mutuo debba per forza esserci il nome di entrambi i coniugi. Facciamo lo stesso lavoro quindi non è questione di reddito. La banca dice che la regola è questa. A me sembra assurdo
Grazie a chi vorrà rispondermi
D.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#2
Facciamo lo stesso lavoro quindi non è questione di reddito. La banca dice che la regola è questa. A me sembra assurdo
Che abbiate lo stesso lavoro/impiego non significa nulla e visto che diventa prima casa per entrambi potete godere delle agevolazioni (è quella che già possiedi a diventare "seconda").

Ma ogni hanca può mettere le sue clausole... se non ti garbano sentine altre.
 

gattosofia

Membro Junior
Proprietario Casa
#4
Io ho una situazione simile, acquistato casa al 50% col mio compagno, per me prima casa per lui seconda; io pago in contanti la mia quota lui accende mutuo intestato solo a lui. La mia banca non ha fatto nessun problema.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#5
Io ho una situazione simile, acquistato casa al 50% col mio compagno, per me prima casa per lui seconda; io pago in contanti la mia quota lui accende mutuo intestato solo a lui. La mia banca non ha fatto nessun problema.
scusa entrambe voi due avete pagato l'intera cifra: tu hai attinto ai tuoi risparmi, il tuo compagno ha ottenuto un mutuo per acquistare la sua parte di proprietà. Mi spieghi quali problemi doveva fare la tua banca se hai prelevato dei tuoi soldi dal tuo c/c? Diverso è il discorso se il c/c dal quale hai prelevato i soldi è un c/c cointestato a firma disgiunta per cui non è "la mia banca" ma "la nostra banca".
 

gattosofia

Membro Junior
Proprietario Casa
#8
scusa entrambe voi due avete pagato l'intera cifra: tu hai attinto ai tuoi risparmi, il tuo compagno ha ottenuto un mutuo per acquistare la sua parte di proprietà. Mi spieghi quali problemi doveva fare la tua banca se hai prelevato dei tuoi soldi dal tuo c/c? Diverso è il discorso se il c/c dal quale hai prelevato i soldi è un c/c cointestato a firma disgiunta per cui non è "la mia banca" ma "la nostra banca".
Mi correggo, intendevo la banca di mio marito. Era solo la mia testimonianza a David81, lui non dice se hanno un conto cointestato o meno, solo che la banca chiede di intestare il mutuo ad entrambi mentre il marito vorrebbe essere l’unico intestarario.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buonasera, volevo dirvi che è in dirittura di arrivo l'acquisto dell'appartamentino attiguo a quello in cui abita mia figlia. dovendo procedere alla fusione mi chiedevo se fosse possibile aprire una porta tra i due balconi piuttosto che all'interno degli appartamenti. Grazie a chi mi darà una risposta circostanziata.
moralista ha scritto sul profilo di Tiziano71.
Avete steso un verbale della situazione dell'immobile, cosa avete concordato al momento della consegna?
Alto