1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fped

    fped Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti.
    Nelle passate riunioni condominiali del complesso in cui sono proprietario di una casa al piano terra, si è parlato di fare installare un ascensore esterno (interno non sarebbe possibile), anche se non è mai stata presente il numero di condomini necessari all'approvazione.
    Nonostante questo proprio oggi, credo al fine di ricevere un preventivo da proporre nella prossima riunione, sono venuti dei tecnici a prendere le misure per suddetto ascensore, il cui accesso si troverebbe esattamente a fianco della finestra del bagno del mio appartamento.
    Mi sono documentato un po' su internet, e ho trovato la sentenza (della Cassazione credo) che permette di costruire ascensori esterni senza dover rispettare le distanze dalle finestre e i diritti di veduta, ma nel mio caso c'è anche un problema di rispetto della privacy piuttosto evidente credo.
    Vorrei sapere se è una questione a cui posso oppormi (qualora dovesse esserne approvata la costruzione) in sede legale o se, purtroppo, devo solamente accettarlo.

    Grazie mille,
    Fausto
     
  2. tonio170555

    tonio170555 Membro Attivo

    + x la privacy!
     
    A fped piace questo elemento.
  3. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
  4. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se non c'è altra soluzione tecnica per l'installazione dell'asensore, credo sarai costretto ad accetatre la cosa, puoi farti pagare la posa di un vetro satinato e del serramento con la doppia apertura (anta e Wasistas) cosi da poter avere il bagno aerato e la privacy adeguata, se farai rumori :) cercherai di farli quando non passa nessuno :)
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sicuro? sarei curioso di avere la sentenza in oggetto.
    Intanto leggiti qua le peripezzie di una lite in seno al condominio dove abita mia sorella a seguito dell'installazione esterna di elevatori idraulici. Le sentenze di liti già avvenute, così non fate gli stessi errori che hanno fatto chi vi ha preceduto nella impresa. Il condominio ha dovuto pagare circa 30.000 € tra danni e spese giudiziarie.
     

    Files Allegati:

    A quiproquo piace questo elemento.
  6. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Ottima: me la stampo e la porto nelle assemblee, di questi problemi sono tanti da risolvere
     
  7. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La tua testimonianza, già letta e memorizzata (col marchio incancellabile) in un altro tuo intervento, porta l'acqua al mulino dei denigratori del nostro sistema
    giudiziario fra cui l'indomito quiproquo.
     
  8. tonio170555

    tonio170555 Membro Attivo

    Moralista Grazie!!!
    accetti 1 sorso:birra:
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    io non sono contro la costruzione di ascensori all'esterno di un fabbricato che ne è privo. Ho solo preso atto, direi la consapevolezza, che se non si rispettano i diritti dei dissenzienti, come nei casi citati, si corre il rischio di pagarla salata. Mia sorella è tra coloro che hanno pagato la condòmina vincitrice, anche se risiede in una altro edificio, quindi non è l'ascensore installato all'esterno della sua abitazione che ha arrecato i danni alla condòmina resistente.
    Quindi alla luce di tutto ciò prima di partire con una impresa del genere io valuterei l'esborso economico conseguente al cambiamento di abitazione da un appartamento sito in un edificio privo di ascensore, e con possibilità di installarlo solo esternamente, con un appartamento sito in un edificio già fornito di ascensore.
    Chi avrà avuto la pazienza di leggersi tutto il documento si sarà reso conto che il Condominio ha fatto appello, secondo me con pochissime possibilità di vedere ribaltato il giudizio e con il rischio di vedersi condannati a rimuovere l'ascensore: così costo di costruzione più risarcimento danni, più costo di smantellamento equivale al mio pensiore di vendere casa e comprarne una già dotata di ascensore.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  10. fped

    fped Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ciao Luigi.
    Qui puoi trovare l'articolo relativo alla sentenza di cui parlavo con relativo link alla sentenza stessa:
    Distanze legali, per il Consiglio di Stato l'ascensore esterno non è una «costruzione»
     
  11. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ecco, l'ultima frase della sentenza fa toccare con mano l'incertezza del
    diritto...per cui sono dalla parte di Luigi quando ammonisce sui pericoli
    della Cosa. E mi chiedo: se prima della messa in opera (con tutti i permessi
    a norma...) si fa firmare una scrittura privata con autentica di firma dove
    si fa dichiarare espressamente dal danneggiato che lui è d'accordo e mai
    più reclamerà...sarà sufficiente ad evitare il pericolo?
     
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In sede giurisdizionale il Consiglio di Stato ha solo funzione di tutela nei confronti degli atti della pubblica amministrazione.
    In particolare il Consiglio di Stato è il Giudice di secondo grado della giustizia amministrativa, ossia il Giudice d'appello avverso le decisioni dei TAR (Tribunale Amministrativo Regionale).
    Il Consiglio di Stato, inoltre, svolge funzioni di giudice in unico grado in sede di giudizio di ottemperanza, ossia in quel giudizio teso a ottenere che una pubblica amministrazione esegua una sentenza emessa dal Giudice ordinario o dal Consiglio di Stato stesso.
    Tuttavia, quando il giudizio di ottemperanza riguarda l'esecuzione di una sentenza emessa da un TAR, che sia stata confermata dal Consiglio di Stato in grado di appello, è competente il TAR stesso che l'ha emessa. Per le decisioni assunte dal Consiglio di Stato nelle sue funzioni giurisdizionali è ammesso ricorso alla Corte di Cassazione unicamente per motivi inerenti alla giurisdizione.

    Quindi quello che tu dici è vero ma limitatamente alla pubblica amministrazione. Tra i privati si va al Tribunale Civile. La Corte di Cassazione ha comunque sempre l'ultima parola.

    Secondo consolidato indirizzo giurisprudenziale, ai fini dell’osservanza delle norme in materia di distanze legali stabilite dall’articolo 873 e seguenti del Codice Civile e dalle norme dei regolamenti integrativi della disciplina codicistica, si considera “costruzione qualsiasi opera non completamente interrata, avente i caratteri della solidità, stabilità ed immobilizzazione al suolo, anche mediante appoggio o incorporazione o collegamento fisso ad un corpo di fabbrica contestualmente realizzato o preesistente, e ciò indipendentemente dal livello di posa ed elevazione dell’opera stessa, dai suoi caratteri e dalla sua destinazione (Corte di Cassazione, Sezione civile, Sez. II, 3 gennaio 2013, n. 72).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina