• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nazarenociattaglia

Membro Attivo
Sono proprietario di un appartamento in una palazzina i muri esterni sono di mattoncino in cortina spessore 8 cm, internamente con forati da da cm 8 cosa posso fare per coibentarla senza distruggere tutta la parte interna ? esiste qualche materiale che si puo iniettare nell'intercapedine però che sia idrorepellente grazie
 

Massimiliano Lusetti

Membro dello Staff
Esistono materiali da insufflare nelle intercapedini. Per un analisi dettagliata della situazione del tuo appartamento devi comunque chiamare un certificatore energetico che ti darà tutte le indicazioni del caso. Visto che hai intenzione di operare un miglioramento energetico del tuo appartamento puoi così ottenere le agevolazioni fiscali previste in tale frangente.
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Anche se non è il "posto" adatto do il mio benveuto personale e di Propit a massimiliano lusetti. :D
 
U

User_3122

Ospite
A me hanno detto che insufflare materiale nell'intercapedine causerà un minore ricircolo di aria con conseguente formazione di umidità interna.
E' vero oppure è una buona soluzione? ....... volevo farlo anche io soprattutto nelle pareti esposte a nord. :?
 

Stefano Mariano

Membro dello Staff
Concordo con il collega Massimiliano e aggiungo che, in alternativa si può eseguire, sempre con la valutazione di un tecnico abilitato, il cosiddetto "cappotto interno" che consiste nell'apporre pannelli e/o materaiale termo-isolante sulla superficie interna dell'alloggio. Il risultato è ottimo dal punto di vista igronometrico, l'unico difetto consiste nella riduzione delle dimensioni dell'appartamento di circa 4/8 cm max per ciascuna parete rivolta verso l'esterno. La Regione Lazio, ricordo,non ha ancora legiferato in materia di Certificazione Energetica, perciò vige la normativa nazionale.
 

Massimiliano Lusetti

Membro dello Staff
La cosa è molto scientifica basta fare un analisi con diagramma di glaser del punto di condensa della parete prima e dopo l'intervento di isolamento. Se il punto di condensa nelle condizioni standard per la parte in studio si trova prima (cioè verso l'interno e prima dello strato isolante ti ritroverai con umidità e muffe quasi certamente assicurate se invece il diagramma nelle condizioni standard ed in quelle specifiche che si ritiene potranno essere le medie presenta un punto di condensa dell'umidità al di fuori del muro o verso l'intonaco esterno allora non avrai problemi di umidità. Le condizioni ambientali interne sono anche molto influenzate dalla presenza o meno di infissi ad alta efficienza o meno, Se infatti con strutture male isolate (pareti e strutture portanti si inseriscono infissi " a tenuta" si alternao gli equilibri fra umidità interna e temperatura ed è per questo che molte volte in appartamenti ristrutturati con vecchie pareti dove si cambiano gli infissi si vengono a creare fenomeni di condensa all'interno delle pareti o sugli spigoli con conseguenti muffe. Un progetto di isolamento va sempre quindi ben calibrato in tutti i suoi componenti se si vuole ottenere un ambente vivibile ed efficiente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto