1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Cipollini

    Cipollini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho firmato il contratto d'affitto di un appartamento.
    Per motivi di salute devo lasciare l'appartamento. Il problema e' che l' appartamento l'ho preso in affitto insieme a un collega , quindi sul contratto risultiamo tutte e due.
    Lui resta , io lascio. Posso disdire il contratto d'affitto anche senza il consenso del mio collega ? O c'e' bisogno di rifare un contratto nuovo e della sua presenza ? Oppure disdicendo solo io automaticamente l'appartamento rimane in testa a lui :shock: ?
     
  2. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Il contratto è fatto a entrambe per cui siete solidalmente responsabili nei confronti della proprietà. Le conviene fare un' appendice da registrare in cui tutti e tre consentite assentite e accordate il Suo recesso; diversamente Lei non è liberato dalle obbligazioni nate con il contratto
     
    A maidealista, Cipollini e kate22 piace questo elemento.
  3. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    io credo che i due conduttori possono recedere liberamente dal contratto avvisando il locatore nei termini previsti dalla legge o dal contratto (leggere bene lo stesso)
    E' certo tuttavia che si pone il problema dell'altro conduttore (che forse non potrà sostenere da solo il canone d'affitto) e dell'accordo del proprietario (che forse, per motivi diversi, potrebbe non voler continuare con un solo conduttore).
    L'altro inquilino e/o il proprietario o anche lei stesso, potete proporre un altro conduttore : se tutti e tre sono d'accordo, faranno un'appendice al contratto per le modifiche.
    Se essi non sono d'accordo e che l'uno o l'altro non vorrano continuare, il contratto finirà anche per l'altro inquilino
    Cosi' almeno credo io poiché non vedo come le altre due parti al contratto potrebbero obbligarla a continuare nel rapporto contrattuale che lei intende interrompere per comprovati motivi ; in questo caso si assicuri quindi soltanto che i suoi motivi sono legalmente accettati e che lei ha i documenti necessari per provarli).
    Non credo neanche (ma non sono giurista) che lei non è tenuto a nessun risarcimento eventuale nei confronti dell'altro conduttore, il suo solo obbligo essendo quello contrattuale e /o legale di preavviso.
     
    A Cipollini piace questo elemento.
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Se il contratto è intestato e sottoscritto da entrambi non puoi andartene solo tu (con la RRR di recesso).
    Possibili soluzioni :
    1 - entrambi recedono
    2 - entrambi restano
    3 - con l' accordo del tuo coinquilino (e del locatore) si individua un subentrante

    L' impegno contrattuale preso col locatore è del tipo "solidale" ovvero <tutti per uno e uno per tutti>.
    Dovete risolvere il vero problema che è quello dell' accordo preso col coinquilino di affittare, in modo solidale, un appartamento, accettando implicitamente di operare ed agire in modo congiunto.
    A mio avviso il locatore continuerà a percepire l' intero canone di affitto.
    A voi coinquilini l' onere di individuare chi lo pagherà.
    :daccordo:
     
    A Cipollini piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina