• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

declaration

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve
A seguito di divisione ereditaria dopo una lunga causa civile, ho ricevuto in eredità una casa occupata dai miei parenti. Il giudice ha stabilito il pagamento di un conguaglio in favore di questi parenti. Questi parenti sono rimasti in casa per ben 5 anni dopo la sentenza del giudice. Loro mi hanno richiesto il pagamento del conguaglio ed io ho richiesto loro i canoni di "occupazione abusiva" per tutto il tempo in cui hanno vissuto nell'immobile senza pagare affitto nè tasse. Il mio quesito è questo: Dopo quanto tempo la richiesta di conguaglio può ritenersi prescritta? Ed allo stesso modo, dopo quanto tempo la richiesta dei canoni di "occupazione abusiva" può ritenersi prescritta?
Ringrazio in anticipo tutti quelli che mi daranno indicazioni precise in merito.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Dopo quanto tempo la richiesta di conguaglio può ritenersi prescritta?
Crediti accertati con sentenza (a prescindere dalla natura del credito) =10 anni dalla richiesta
Ed allo stesso modo, dopo quanto tempo la richiesta dei canoni di "occupazione abusiva" può ritenersi prescritta?
la mancata corresponsione degli affitti si prescrive in 5 anni. In pratica continuando l'occupazione puoi chiedere gli ultimi 5 anni di affitto.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Probabilmente il problema è stabilire il canone a posteriori, mentre il conguaglio dovrebbe essere stato determinato in sede di giudizio.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Sei tu a definire "occupazione abusiva" o la sentenza di un Giudice?

Non esiste alcuna "prescrizione" ... ma non nel senso che pensi (a tuo favore).

Se tu non avevi a suo tempo preteso/concordato una locazione non hai alcun diritto a chiedere pagamento perché si presume che hai concesso l'immobile in "comodato".
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Se tu non avevi a suo tempo preteso/concordato una locazione non hai alcun diritto a chiedere pagamento perché si presume che hai concesso l'immobile in "comodato".
la situazione è un pò ingarbugliata. Tuttavia l'O.P. ha scritto:
Questi parenti sono rimasti in casa per ben 5 anni dopo la sentenza del giudice. Loro mi hanno richiesto il pagamento del conguaglio ed io ho richiesto loro i canoni di "occupazione abusiva" per tutto il tempo in cui hanno vissuto nell'immobile
dalla data in cui il Giudice ha stabilito che @declaration è il proprietario lui può andare a ritroso al max di 5 anni per chiedere gli affitti. Se i parenti hanno continuato ad abitare nella casa nonostante la sentenza mi sembra che manchi uno dei requisiti per considerare "il comodato d'uso gratuito tra parenti.
Inoltre, se il nostro amico non ha fatto alcuna azione legale per il recupero della somma che gli spetta, c'è la continuazione della occupazione senza titolo quindi @declaration può chiedere gli ultimi cinque anni a ritroso da quando i parenti hanno lasciato l'abitazione.
Invece i parenti di @declaration hanno 10 anni per esercitare il diritto di riscossione del conguaglio stabilito dal giudice.
 

declaration

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve
Grazie per le risposte. Cerco di fare un pò di chiarezza su questa vicenda. La sentenza del tribunale risale al 2011, non ho mai avuto l'accesso alla casa ( non avevo nè le chiavi della casa e nemmeno quelle del cancello esterno ). Nel 2016 mi arriva la richiesta ufficiale di pagamento del conguaglio, il mio avvocato risponde con raccomandata con ricevuta di ritorno chiedendo l'indennità di occupazione.
Quindi la richiesta fatta nel 2016 dal mio avvocato va ripetuta ufficialmente entro 5 anni per non cadere in prescrizione, quindi entro il 2021 giusto?
P.S. Non ho mai concesso l'immobile in comodato, anzi il mio avvocato ha richiesto il rilascio dell'immobile precedentemente dalla richiesta di conguaglio.
Grazie
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
dalla data in cui il Giudice ha stabilito che @declaration è il proprietario lui può andare a ritroso al max di 5 anni per chiedere gli affitti.
Dalla descrizione la sentenza è relativa ad una dichiarazione di proprietà a seguito divisione giudiziale di eredità... non di uno sfratto o finita locazione.

In tal contesto (assenza di contratto di locazione) si desume che l'eventuale uso e la mancanza di contratto sia riconducibile solo come comodato (per sua natura gratuito).

Ora analizziamo quanto ha successivamente precisato.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
La sentenza del tribunale risale al 2011,
...
Quindi la richiesta fatta nel 2016 dal mio avvocato va ripetuta ufficialmente entro 5 anni per non cadere in prescrizione, quindi entro il 2021 giusto?
P.S. Non ho mai concesso l'immobile in comodato, anzi il mio avvocato ha richiesto il rilascio dell'immobile precedentemente dalla richiesta di conguaglio.
A prescindere direi che tu sia stato e continui ad essere poco solerte e/o mal assistito.

Una pronuncia di divisione giudiziale stabilisce la proprietà del bene... nulla impone su eventuali tempi di "sgombero" di quanti occupano limmobile
Se vi è qualcuno che gode del bene in forza di una locazione tale contratto non decade solo perchè cambia il titolare dell'immobile.
Per analogia anche chi godeva del bene in virtù di un contratto di comodato (scritto o meno) continua ad usufruire del bene finchè non ne viene chiesto "ufficialmente" il rilascio.

Ora la dirimente potrà essere la frase che ho evidenziato.

Se esiste "prova" della richiesta (da leggere con attenzione il contenuto)allora da quel momento si potrà avanzare pretesa...ma va da se che in caso di inottemperanza dovrai agire citando in Giudizio perchè sia imposto coattivamente ad adempiere.

Analogamente pure tu sei in difetto non avendo liquidato a suo tempo la parte di indennizzo stabilita dal Giudice.

Suggerirei di evitare una ennesima lunga e costosa "causa civile". e trovare un accordo... altrimenti il vantaggio sarà solo degli avvocati di ambo le parti.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
I parenti stavano in quella casa da sempre, non ne conosciamo il motivo, ma è evidente che era una casa appartenente alla famiglia. (quindi locazione o comodato da parte del proprietario deceduto)

Ad un certo punto la casa cade in successione, e si innesca una lunga causa di divisione ereditaria dove entrambi i chiamati si ritenevano assegnatari di quella casa.
Essendo la causa civile notoriamente lunga, sia che i presupposti per occupare la casa fossero di locazione, sia di comodato, dopo anni o per finita locazione o per cessazione del comodato, gli occupanti vi rimangono senza titolo, o con la presunzione di esserene diventati proprietari.

5 anni fa il giudice assegna la casa al postante, cui ingiunge il saldo di un conguaglio.

Da che momento @declaration è diventato proprietario a pieno titolo?

Dalla data della sentenza o dalla data di apertura della successione (decesso del congiunto)?
Se vale la seconda può chiedere l'indennità di occupazione o locazione per gli anni intercorsi tra le more della causa e la sentenza?

Diverso il periodo dalla sentenza ad oggi: ma qui si sovrappone il mancato conferimento del conguaglio, e bisognerebbe conoscere le tempistiche delle relazioni intercorse per cui si sta trascinando la conclusione della faccenda.

E la eventuale prescrizione da quale credito si applicherebbe?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho un problema molto grave; ho affittato ad una persona la mia abitazione come ospite dato che c’erano da fare del lavori avrei scalato sul mensile tutto i lavori effettuati in più ha lasciato 1000€ di cauzione ma dato che è entrato da soli 15 giorni ed ancora non ha pagato nessun affitto non ha residenza ed ha spaccato dei mobili buttandoli fuori casa ora come posso fare per mandarlo via???
Buongiorno, chiedo aiuto per il 730 precompilato riguardo la cedolare secca. Il locatore ha lasciato l'appartamento a fine maggio. Ho variato il periodo di pagamento adeguandolo ai 5 mesi di possesso. Tutto ok per i 5 mesi di cedolare 2019 ma nell'esito dei calcoli è sparito il saldo della cedolare 2018.Qualcuno può aiutarmi.
Alto