1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Ollj

    Ollj Ospite

    Sulla legittimazione in caso di omessa convocazione, la Giurisprudenza ha voluto così concludere (anche alla luce della Riforma 2012):
    colui che è stato regolarmente convocato (pur se assente o dissenziente) non è legittimato a proporre azione di annullamento per la mancata convocazione di altro condòmino e ciò per mancanza d'interesse (vizio che non lo riguarda direttamente, inerendo alla altrui sfera giuridica” Cassazione n. 9082/2014).

    Questa la motivazione data dalla Suprema Corte: "tale orientamento, peraltro condiviso dalla dottrina, appare conforme a una interpretazione evolutiva della norma, dovendo qui sottolinearsi che con la legge n. 220 del 2012 (modifiche alla disciplina del condominio negli edifici) - seppure non direttamente applicabile ratione temporis - è stato previsto che in caso di omessa, tardiva o incompleta convocazione degli aventi diritto la deliberazione assembleare è annullabile su istanza dei dissenzienti o assenti perché non ritualmente convocati"

    P.S. personalmente la ritengo una "lettura" forzata dell'art.66 disp. att. ma allo stato dell'arte poco importa: così (per ora) ritiene la Cassazione
     
    A Luigi Criscuolo e Marinarita piace questo messaggio.
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Chiedo scusa per il mancato "scambio" precedente.

    Ringrazio ed ovviamente contraccambio con tutti i presenti e non.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  3. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per i condòmini che hanno la pec c'è la pec.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non vorrei che qualche giornalista abbia frainteso il testo della sentenza...o che i Giudici stessi (non sarebbe la prima volta) abbiano errato nella stesura di una giustificazione che nello specifico non serviva.

    La sentenza citata è inerente ad un caso dibattuto in prima istanza il 12 Ottobre 2002
    ossia ben 10 anni prima
    che venissero riformati gli articoli del Codice Civile in materia di Condominio.

    Il precedente Art. 66 così recitava:

    L`assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall`articolo 1135 del codice, puo` essere convocata in via straordinaria dall`amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne e` fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell`edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.
    In mancanza dell`amministratore, l`assemblea tanto ordinaria quanto straordinaria puo` essere convocata a iniziativa di ciascun condomino.
    L`avviso di convocazione deve essere comunicato ai condomini almeno cinque giorni prima della data fissata per l`adunanza.

    e pure Art. 1137 ha subito profonde modifiche:

    Le deliberazioni prese dall’assemblea a norma degli articoli precedenti sono obbligatorie per tutti i condomini.
    Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al regolamento di condominio, ogni condomino dissenziente può fare ricorso all’autorità giudiziaria, ma il ricorso non sospende l’esecuzione del provvedimento, salvo che la sospensione sia ordinata dall’autorità stessa.
    Il ricorso deve essere proposto, sotto pena di decadenza, entro trenta giorni, che decorrono dalla data della deliberazione per i dissenzienti e dalla data di comunicazione per gli assenti.

    Quindi trovo corretta la sentenza nel suo "risultato"... fuorviante l'inciso:

    Tale orientamento, peraltro condiviso dalla dottrina, appare conforme a una interpretazione evolutiva della norma, dovendo qui sottolinearsi che con la legge n. 220 del 2012 ( modifiche alla disciplina del condominio negli edifici) - seppure non direttamente applicabile ratione temporis - è stato previsto che in caso di omessa, tardiva o incompleta convocazione degli aventi diritto la deliberazione assembleare è annullabile su istanza dei dissenzienti o assenti perché non ritualmente convocati (art. 20, che ha così modificato l'art. 66 disp. att. cod. civ.).


    che, a lettura sommaria, appare enunciazione quantomeno ambigua.

    Personalmente ritengo che il legislatore abbia ammesso che chiunque non abbia votato a favore delle eventuali delibere abbia la possibilità di bloccare una decisione antidemocratica (per non dire altro) nei casi dove alcuni "furboni" evitino la convocazione di condomini per loro natura "svogliati/indifferenti" onde poter manipolare le maggioranze a proprio favore.

    Ps.
    E pure nel testo riformato appare evidente la mancata inclusione degli astenuti...si che parrebbe "strano" aver riservato simile prerogativa solo a contrari e assenti.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  5. Ollj

    Ollj Ospite

    Nessun refuso Dimaraz!
    Anzi è la Corte stessa che ribadisce tal lettura alla stregua della Riforma 2012... infatti:
    "dovendo qui sottolinearsi che con la legge n. 220 del 2012 ( modifiche alla disciplina del condominio negli edifici) - seppure non direttamente applicabile ratione temporis - è stato previsto che in caso di omessa, tardiva o incompleta convocazione degli aventi diritto la deliberazione assembleare è annullabile su istanza dei dissenzienti o assenti perché non ritualmente convocati..."

    E la chiamano pure interpretazione evolutiva...! Il principio è quindi che chi è stato convocato non è legittimato a tal specifica impugnazione (difetto di convocazione lesivo solo dell'altrui interesse); ecco perchè su esprimevo la mia perplessità (che conta ben poco)
     
    Ultima modifica di un moderatore: 28 Dicembre 2016
    A Marinarita piace questo elemento.
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    "Compagno illustrissimo"...sai benissimo che non mi riferivo a te.

    La sentenza la conosco da tempo e la possiedo in copia...e in molti addetti al settore rimangono perplessi.

    Io direi di aspettare che arrivino sentenze per fatti accaduti post-riforma...anche la Suprema Corte non è nuova a clamorosi "voltafaccia" (anche perchè gli "ermellini" non sono sempre gli stessi).
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  7. Ollj

    Ollj Ospite

    Lo spero anch'io; purtroppo in troppi si siano già uniformati a tal indirizzo, le voci fuori dal coro son assai esigue.
    Notte :)
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  8. Marinarita

    Marinarita Membro Supporter

    Proprietario di Casa
    Dimaraz ed Ollj, grazie come al solito siete stati estremamente esaustivi: domani, farò una grande "ripetizione" relativa alla Riforma della legge 220 del 2012 e alle modifiche alla disciplina del condominio negli edifici e alle leggi da voi postate:affermazione: Una:stretta_di_mano: e buona notte a voi....:ok::domanda:
     
  9. franco1063

    franco1063 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie delle risposte . un'altra domanda dato che mi ha richiesto fotocopia di tutta la documentazione dell'assemblea in oggetto circa 80 fotocopie entro i 30 giorni per l'impugnazione, io devo andare in copisteria e con tutti questi documenti perdere un a mattinata, devo farlo entro i 30 giorni? ne mancano 5 al termine. Devo far pagare il tempo che utilizzo per fare queste fotocopie al condomino oltre il costo delle fotocopie? e in che misura? grazie
     
  10. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se gli originali sono tutti in formato A4, una volta impilati ci vuole qualche minuto per finire il lavoro. E' equo un prezzo di 20 eurocent a pagina b/n.
     
    A Marinarita piace questo elemento.
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I termini di impugnazione sono 30 gg. data assemblea, visto che era presente, ma non rappresentano una tua scadenza per la fornitura delle fotocopie.
    Eviterei comunque di tergiversare dilungando i tempi.
    Non mi risulta abbisogni delle copie dei verbali per impugnare.

    Per i "costi da addebitare" in aggiunta a quanto testè scritto da @Hug
    potrai aggiungere un forfait per il tempo occorrente. Direi massimo 30 Euro ma è bene che tu faccia presente tale costi al richiedente prima di fare le copie e meglio ti faccia pagare alla consegna.

    I "registri" potrebbero non essere in "fogli volanti".
     
    A Marinarita piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina