• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
Infine piccola nota in caso ci sia qualche progettista abilitato:
E' vero che se l'ultimo proprietario avesse presentato la pratica in comune (CILA) con inizio e fine lavori attuali (quindi non una difformità vecchia di 10 anni) non avrebbe avuto alcuna sanzione?
esatto......se quelle modifiche non si fossero evidenziate ma spacciate come da eseguire a quel momento .......la sanzione non si pagava.
ma il tecnico si assumeva la responsabilità di fare un falso che in caso di un controllo (cosa rara) incappava in guai seri .

in ultimo ......la sola cosa che puoi fare: con gli elementi che hai è consulta un legale e vedi cosa ti riferisce
altro di più non ti si può dire
 

effector

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Citazioni:

primo atto:
- la compravendita viene fatta ed accettata nello stato di fatto e di diritto in cui gli immobili si trovano, con accessioni, pertinenze, usi, diritti e ragioni inerenti, servitù legalmente esistenti

- Con riferimento alla normativa urbanistica vigente, la parte venditrice dichiara che il fabbricato del quale è parte l'unita in contratto è stato costruito in base ed in conformità alla concessione edilizia … e relative varianti assunte a protocollo dal Comune


secondo atto:
- La vendita segue a corpo e comprende tutti gli accessori, accessioni, pertinenze, servitù attive e passive oggi esistenti, il tutto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova attualmente l'immobile venduto, così come liberamente e pacificamente posseduto dalla parte venditrice e come alla stessa pervenuto in virtù di atto di compravendita .. (precedente)

- La parte venditrice dichiara che il fabbricato del quale fanno parte le unità in oggetto è stato edificato in base ed in conformità alla concessione edilizia… e relative varianti assunte a protocollo dal Comune.
Dichiara che il fabbricato è statp realizzato nel rispetto dei diritti dei terzi, in conformità alle norme urbanistiche all'epoca vigenti e di non aver subito alcun provvedimento sanzionatorio previsto dalle leggi del citato testo unico in materia edilizia.
Dichiara infine che non sono state effettuate modifiche alle strutture immobiliari senza le prescritte autorizzazioni di legge.
 

effector

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
chiaro, però se vogliamo essere proprio pignoli:

2 venditori hanno dichiarato il falso in quanto lo stato di fatto non è conforme al progetto in comune

2 compratori hanno accettato lo stato di fatto

questo almeno è quello che io comprendo dagli atti
 

griz

Membro Storico
Professionista
Infine piccola nota in caso ci sia qualche progettista abilitato:
E' vero che se l'ultimo proprietario avesse presentato la pratica in comune (CILA) con inizio e fine lavori attuali (quindi non una difformità vecchia di 10 anni) non avrebbe avuto alcuna sanzione?
no, gli abusi non vanno mai in prescrizione, la CILA in sanatoria la presenta il proprietario "denunciandosi" e pagando un asanzione di 1000€ si sana l'abuso

chiaro, però se vogliamo essere proprio pignoli:

2 venditori hanno dichiarato il falso in quanto lo stato di fatto non è conforme al progetto in comune

2 compratori hanno accettato lo stato di fatto

questo almeno è quello che io comprendo dagli atti
era scontato che fosse così, queste dichiarazioni si fanno dal 1985, tutti sono responsabili ma di un abuso ininfluente che si è deciso di rendere importante, che vadano in causa, per me si riderà
 

effector

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ok ma se non fosse stata intesa come sanatoria ma come cila e basta, con inizio e fine lavori attuale?
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
sembra che si stia raccogliendo aria o si voglia mettere aria in un contenitore.
ma di quali abusi si tratta ????
si citi in virtù di quale norma, legge o altro si tratterebbe di un abuso !!!
.la sola cosa che puoi fare: con gli elementi che hai è consulta un legale e vedi cosa ti riferisce
altro di più non ti si può dire
 

effector

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Perché l'impresa? La variazione potrebbe essere stata realizzata dal proprietario, successivamente. Pertanto sarebbe lui il solo responsabile.
Non c'é mai stata alcuna variazione. É stata edificata così dal principio
Le planimetrie catastali allegate a tutti gli atti sono corrette.
Ad ogni modo se di abuso si tratta il primo responsabile é chi lo ha eseguito vale a dire l'impresa primo proprietario in fase di costruzione
 

effector

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ormai è fatta che sia abuso o altro il comune , sollecitato , ha posto una sanzione che é stata giá pagata
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non c'é mai stata alcuna variazione. É stata edificata così dal principio
Le planimetrie catastali allegate a tutti gli atti sono corrette.
Ad ogni modo se di abuso si tratta il primo responsabile é chi lo ha eseguito vale a dire l'impresa primo proprietario in fase di costruzione
Contestavo la tua affermazione tassativa che nel caso specifico inizialmente lamentavi che l'irregolarità era presente sin dall'origine.
Comunque, trascorsi 10 anni non credo proprio che si possa chiamare in causa l'impresa.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Ok ma se non fosse stata intesa come sanatoria ma come cila e basta, con inizio e fine lavori attuale?
si, si sarebbe anche potuto fare ma qualcuno avrebbe magari voluto ll'autorizzazione degli altri propietari allo spostamento della porte d'ingresso, un'analisi strutturale, ecc. Molto più sempice un investimento di 1000€
 

effector

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Contestavo la tua affermazione tassativa che nel caso specifico inizialmente lamentavi che l'irregolarità era presente sin dall'origine.
Comunque, trascorsi 10 anni non credo proprio che si possa chiamare in causa l'impresa.
Mi dispiace ma non é possibile contestare , lo so con certezza dato che ero presente in fase di costruzione :)

Sel'abuso non si prescrive allora in base a quale legge o articolo non si può chiamare l'impresa dopo 10anni?
 

effector

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
si, si sarebbe anche potuto fare ma qualcuno avrebbe magari voluto ll'autorizzazione degli altri propietari allo spostamento della porte d'ingresso, un'analisi strutturale, ecc. Molto più sempice un investimento di 1000€
Forse non mi sono spiegato bene.
Nessuna opera da realizzare per cambiare lo stato di fatto che é giá corretto.

Chiedevo solo se.fosse stato possibile simulare i lavori come se avvenissero ora... senza farli davvero. In quanto serve solo aggiornare i disegni, non la realtá
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Sel'abuso non si prescrive allora in base a quale legge o articolo non si può chiamare l'impresa dopo 10anni?
Qua trovi la risposta:
In sostanza il reato di abuso edilizio si prescrive, ma resta l'illecito amministrativo che non cade in prescrizione.
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sono d'accordo che le irregolarità siano irrilevanti, ma il fatto che le verifiche effettuate in occasione di mutui bancari, dovrebbero dare una garanzia "massima".
chiedo scusa se vado ot ma mi interessa, non ci avevo mai pensato... esattamente che valore ha la perizia fatta dalla banca?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
chiedo scusa se vado ot ma mi interessa, non ci avevo mai pensato... esattamente che valore ha la perizia fatta dalla banca?
Il Consulente garantisce, con il suo sopralluogo e l'esame della documentazione ufficiale, che l'immobile è perfettamente in regola. Conseguentemente la banca può erogare il mutuo senza correre alcun rischio sul valore dell'immobile ipotecato, il cui valore è congruo.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
sopratutto se le pareti sono in cartongesso ........che con i chiodi e il peso dei quadri rischiano di crollare
Mai visto "crollare" pareti di cartongesso... e ci ho appeso anche mensole e pensili cucina che son la da decenni.

la questione è questa ........NON è abuso
Questa l'unica verità.


Se le motivazioni sopra sono corrette, nessun risarcimento è dovuto, ma va da se che una causa per quanto dal giudice di pace, sarebbe un problema ben più grande del risarcimento richiesto, per tutte le parti coinvolte.
E questa è ulteriore verità.

L'ultimo venditore ha comprato al pari dei precedenti nello stato di fatto.
Ha deciso da solo di "sanare" facendosi spennare.

Se vuole ulteriori "tosature" che proceda.

La.
Potrà agire solo verso il suo dante causa non potendo agire contro il costruttore.
 

gattaccia

Membro Attivo
Proprietario Casa
Il Consulente garantisce, con il suo sopralluogo e l'esame della documentazione ufficiale, che l'immobile è perfettamente in regola. Conseguentemente la banca può erogare il mutuo senza correre alcun rischio sul valore dell'immobile ipotecato, il cui valore è congruo.
e se il perito della banca non si fosse accorto di qualche irregolarità, che viene scoperta solo in seguito dall'acquirente? l'acquirente potrebbe prendersela col venditore oppure dovrebbe prendersela con perito della sua banca, o con entrambi?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Vorrei risposte su usufrutto
Mi sono iscritta per aver aiuti su una situazione di minore disabile e immissioni di fumi
Alto