• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

frami

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#1
Io e mia moglie siamo proprietari di un appartamento di 85 metri quadri. Abbiamo una figlia che vive con noi, e un nipote figlio di nostro figlio deceduto, che vive con sua madre. Volendo escludere dalla leggittima eredità questo nipote, come potrei procedere legalmente? Vendendo l'immobile a mia figlia mantenendo l'usufrutto, saremmo soggetti in ogni caso a dover dare la parte spettante al nipote che sarebbe andata a nostro figlio se fosse ancora vivo?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#2
Se vendete a vostra figlia la nuda proprietà e vi riservate l'usufrutto, raggiungi lo scopo che ti sei prefisso. A tuo nipote perverrà la quota che sarebbe spettata a suo padre di tutto il patrimonio residuo.
 

frami

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#4
Grazie per le risposte di Gianco, e di Moralista.
Ma mi permetto di fare un'altra domanda: Se al posto di far passare come vendita dell'appartamento a nostra figlia, farle solo la voltura intestataria, cioè si va dal notaio e si fa il passaggio di proprietà da noi a lei, quello che abbiamo detto prima cambierebbe? e se sì in quale misura? Grazie per le risposte che potete darmi.
 

1giggi1

Membro Attivo
Proprietario Casa
#5
Se compra pagando raggiungi lo scopo, se compra senza nessun movimento bancario il nipote può dire (sempre da dimostrare) che è stata donazione e rientra anche nel valore dell'appartamento per la sua quota di legittima.
 

frami

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#6
Grazie 1gigi1, per aver risposto alla mia domanda.
Scusatemi, ma ho un'altra domanda da porvi. Siccome nostra figlia ha il suo conto corrente cointestato con la madre, e che a nostra volta abbiamo un nostro conto corrente cointestato, cioè io e mia moglie. Questo comporta qualcosa in termini di movimento di denaro per lo scopo di cui stiamo parlando? Grazie e risentirci.
 

1giggi1

Membro Attivo
Proprietario Casa
#7
Chi mette i soldi sul conto?
se viene pagato con i soldi del conto con la madre, tua figlia può provare che sono soldi che ha versato lei e vengono da una sua fonte di guadagno?




Scusa frami, a valle della questione e senza entrare nei dettagli, ma la situazione con il nipote è irrimediabilmente compromessa? Non parlo della madre, ma di tuo nipote.
E' sempre figlio di tuo figlio, scusami, non sono affari miei e non conosco la storia, ma tanti piccoli mattoncini costruiscono sempre un muro . . .
Non voglio una risposta, quasi tutti hanno problemi con genitori e suoceri, ma chi ha più saggezza la usi . . . In bocca al lupo
 

frami

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#8
Risposta alla prima domanda: si, nostra figlia può provare che sono soldi che provengono da un suo guadagno.

Seconda domanda per quanto riguarda la situazione con nostro nipote: devo dire che al momento non ci sono grosse divergenze, ma siccome oggigiorno non si può mai sapere come saranno i comportamenti addivenire, volevo sapere per tempo come comportarci. (Prevenire è meglio che curare.) Di nuovo grazie.
Post-Scriptum, (più cose si sanno, più cose si fanno).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Cosa devo fare x farmi pagare i danni, x il momento ho mandato una raccomandata x avvisare di sistemare i danni prima di uscire, poi se non sistema cosa faccio i danni sono pari a 1000€ tra pulizie (preventivo impresa pulizie di 250€ x un monolocale) x farvi capire le condizioni. Imbiancata come da contratto., frigorifero rovinato ecc..
Ho un problema con l inquilino, mi ha dato la disdetta, nella quale abbiamo concordato che la caparra andava a coprire le spese arratrate con un avanzo da me trattenuto x coprire le ultime bollette dopo la sua uscita. Non avendo effettuato volture. Fino a qui tutto bene e concordato. Oggi ad 1 mese dalla sua uscita, ho effettuato un sopraluogo concordato e mi sono accorto che ho dei danni, ma non ho più la caparra
Alto