1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Buonasera, debbo restituire una somma a miei parenti, vorrei sapere se esiste un limite di importo per un assegno bancario, esempio 50000 euro? Grazie
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    No, non esistono limiti di importo per gli assegni sia circolari che di c/c. C'è solo da stare attenti : se l'assegno di c/c supera € 12,500,00 deve essere fatto "non trasferibile".
    Vale a dire va scritta la clausola "non trasferibile" sia sul davanti sotto l'importo in cifre sia sul retro sopra la girata
    Ciao
     
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    grazie Alberto, chiacchierando mi avevano detto il contrario,senza però sapere dire con esattezza come stavano le cose e mi era venuto il dubbio.
     
  4. atrix

    atrix Nuovo Iscritto

    Il limite per l'obbligo di non trasferibilità è di 5000 euro e non è necessario sia scritto sia davanti che dietro ma solo in uno dei due lati
     
  5. davidegel

    davidegel Nuovo Iscritto

    buon giorno ,
    su un importo del genere c'è sicuramente anche la segnalazione della transazione alla autorità competenti , cosa che non preoccupa chi non ha nulla da nascodere(origine e destinazione dei soldi )
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Tutti gli assegni bancari, postali e circolari d’importo pari o superiore a 5.000 euro devono recare l’indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità. Gli assegni bancari e postali, emessi all’ordine del traente (c.d. assegni a me medesimo) possono essere girati unicamente per l’incasso a una banca o a Poste Italiane S.p.A., e ciò a prescindere dall’importo recato dagli stessi.Le banche rilasciano gli assegni muniti della clausola di non trasferibilità.
    Il cliente, tuttavia, può richiedere per iscritto il rilascio, in forma libera, di assegni circolari e dimoduli di assegni bancari, da utilizzarsi, in detta forma libera, esclusivamente per importi inferiori a 5.000 euro (vale a dire fino a 4.999,99 euro), eccettuate le ipotesi in cui le beneficiarie dei titoli siano Banche o Poste Italiane S.pA.. In caso di richiesta di assegni in forma libera, il richiedente dovrà corrispondere, a titolo di imposta di bollo, la somma di 1,50 euro per ciascun modulo di assegno.
    Da: Le nuove norme antiriciclaggio per contanti, assegni, libretti di risparmio nominativi e al portatore at indebitati.it 
    :daccordo:
     
    A davidegel e anghela piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina