1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno
    in un condominio dove abbiamo 3 appartamenti al secondo e ultimo piano, noi e la proprietaria vicina di pianerottolo (disabile ma non al 100%) abbiamo indetto un'assemblea straordinaria per l'istallazione di una mini ascensore, che necessita di una fossa di solo circa 10 cm di profondità
    gli altri condomini dei piani sottostanti, adibiti a uffici, non sono interessati e anzi si oppongono in toto alla nuova istallazione, anche se ovviamente hanno il diritto a non partecipare alle spese (nessun problema per noi)

    il problema è che i condomini dissenzienti dicono che noi possiamo istallare solo un servoscala, vale a dire la poltrona saliscendi che corre lungo la ringhiera delle scale, e NON una piattaforma elevatrice (mini ascensore)

    secondo noi invece la legge sull'abbattimento delle barriere architettoniche lascia la scelta del nuovo impianto a noi, in quanto a caratteristiche etc. (salvo eventuali problemi strutturali, ma non è il nostro caso)...chi ha ragione?
    grazie
     
  2. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Secondo me non è questione di ragione ma di diritto. Un condomino ha il diritto di installare un ascensore (o anche un elevatore idraulico) in un edificio che ne è privo a sue complete spese. Questo a condizione che il progetto dell'ascensore sia tale che un domani qualunque condomino, facendo domanda al proprietario (cioè chi l'ha costruito) e pagando la sua quota parte, possa utilizzare il medesimo ascensore. Chi ha costruito l'ascensore/elevatore non può negare l'allaccio né può lucrare sulla quota.
    Non concordo con la parola "mini ascensore": quando si installa un ascensore bisogna che questo sia sufficientemente grande per ospitare AGEVOLMENTE (ho alzato la voce apposta) al suo interno almeno una sedia a rotelle con un assistente.
    Altrimenti non ha senso parlare di abbattimento delle barriere architettoniche.
    Quindi niente cabine siluro dove ci stanno solo due persone in piedi (con un alto coefficiente di snellezza).
    Considerando che una sedia a rotelle ha un ingombro di 0,60 x 1,00 m, e che sui due lati (dx e sx) ci voglio almeno 0,35 m di spazio, mentre davanti ci vogliono almeno o,30 m (per non vedere tranciare i piedi di chi sta sualla sedia) e almeno 0,50 m dietro alla sedia per chi è deputato a spingerla, le dimensioni interne non dovranno essere inferiori a 1,30 m x 1,80 m.
    Attenzione all'apertura della porta che dovrà essere più larga della sedia a rotelle di almeno 0,10 m
     
  3. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie per la risposta
    in effetti la mini ascensore è una piattaforma elevatrice omologata per disabili con sedia a rotelle, e infatti sarebbe totalmente detraibile dal disabile
    da quello che ho capito si differenzia dall'ascensore per la minor velocità, per il fatto che è necessario tenere premuto il pulsante di movimento, e per il fatto che non necessita di fossa profonda, ma solo di circa 10 cm, quindi le opere per installarla sono poco invasive.
    Mi sembra di avere capito che quest'ultima caratteristica faccia sì che la piattaforma elevatrice sia considerata una soluzione possibile dalla legge sull'abbattimento delle barriere (appunto perchè è "facilmente" rimovibile), al pari del servo scala (la poltrona saliscendi)
    la mia domanda era se in assemblea possiamo scegliere come più ci aggrada quale installare tra le due...i condomini dissenzienti ci hanno detto chiaramente di installare il servo scala, e che non vogliono la piattaforma elevatrice
    possiamo ribattere che la scelta è solo nostra, per esempio perchè la legge non dice nulla al riguardo?
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se la costruzione della piattaforma elevatrice non ostacola la agibilità degli altri condomini la scelta dovrebbe essere solo vostra. Scrivo dovrebbe perché dovrete presentare una CILA/CIA in comune ed in alcuni comuni pretendono l'approvazione assembleare all'unanimità dei condomini per evitare di essere coinvolti nelle beghe condominiali. In pratica ho visto installare piattaforme elevatrici da 3 condomini su 10 ovviamente erano all'ultimo ed al penultimo piano dell'edificio. Tutto senza avere il consenso degli altri condomini, non dico del palazzo, che ha tre scale, ma della stessa scala, appunto i 10 citati prima.
    Contattate un costruttore, meglio se due, fate uscire un tecnico il quale vi dirà se ci sono gli spazi, quale è la normativa, quale sarà il prezzo della installazione ecc... ecc...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina