1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. aled1410

    aled1410 Nuovo Iscritto

    Sto ristrutturando una palazzina di mia proprietà, realizzando 6 distinti appartamenti che ho intenzione di affittare.
    Essendo in realtà la proprietà una sola mi chiedevo se pur in questo caso è necessario costituire Condominio e nominare un amministratore???

    Grazie in anticipo se qualcuno potesse aiutarmi!
     
  2. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Salve,
    non mi risulta alcun tuo obbligo in tal senso
    dato che il c.c. al Capo I - Della comunione in generale - Art. 1100 / 1116 ....e seguente Capo II - Del condominio negli edifici - Artt. 1117 / 1139 ..... dice

    Art. 1100 Norme regolatrici
    Quando la proprieta' o altro diritto reale spetta in comune a piu' persone, se il titolo o la legge non dispone diversamente, si applicano le norme seguenti .... ovvero quelle relative al Condominio.
    .... quindi non essendoci nel tuo caso comunione di proprieta' o altro diritto reale

    in quanto ...
    la locazione è un contratto “a effetti obbligatori”, poiché da esso non deriva l’acquisizione in capo al destinatario di alcun diritto reale sul bene, bensì semplicemente il diritto di godere e di usare quel bene per un tempo determinato e solo per l’uso consentito e specificato nel contratto medesimo dietro la corresponsione di un determinato canone.

    nella fattispecie da te descritta non occorre istituire un Condominio e nemmeno nominare un Amministratore , ma sara' buona norma suddividere le spese tra i Conduttori in base a tabelle di ripartizione accettate ed allegate al contratto di locazione insieme a un regolamento del palazzo che sancisca regole comportamentali e di utilizzo delle parti comuni ai Conduttori ma che rimangono sempre in capo allo stesso proprietario.

    rimango aperto ad eventuali pareri discordanti ;)

    saluti ed auguri Marco
     
  3. aled1410

    aled1410 Nuovo Iscritto

    Marco grazie,

    ero giunta alle stesse conclusioni sulla scorta degli stessi principi giuridici del codice civile. Temevo che esistesse qualche normativa o leggina speciale che si riferisse in particolare a qualche diritto/obbligo dei conduttori....
    :daccordo:grazie mille
     
    A Marco Costa piace questo elemento.
  4. asialuna

    asialuna Nuovo Iscritto

    non esite l'obbligo di richiedere la partita IVA, ma secondo me c'è lo stesso la possibilità. SIete d'accordo?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina