• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tapinaz

Membro Attivo
Proprietario Casa
Come sapete il DL 78/2010 articolo 19, comma 15 dispone quanto segue, con decorrenza 1° luglio 2010

La richiesta di registrazione dei contratti, scritti o verbali, di locazione o affitto dei beni immobili esistenti sul territorio dello Stato e relative cessioni, risoluzioni, proroghe anche tacite, deve contenere anche l’ indicazione dei dati catastali degli immobili. La mancata o errata indicazione dei dati catastali è considerata fatto rilevante ai fini dell’ applicazione dell’ imposta di registro\\ ed è punita con la sanzione prevista dall’ articolo 69 del Dpr 26 aprile 1986 numero 131 Testo Unico Imposta di Registro. (Sanzione che va dal 120 al 240 per cento dell’ imposta dovuta).


Ad uno degli Uffici del Registro di Milano mi hanno confermato che dal 1° luglio sarà necessario compilare il nuovo modello 69 che dovrà essere completato con i dati catastali e fiscali dell'unità locata.
Il modello non è ancora sato predisposto.:domanda:
Non sembra che vi siano cambiamenti nel modello F23, per il pagamento dell'imposta, anche se in occasione di proroghe e rinnovi di locazioni già registrate vi è lo stesso obbligo sopra riportato, ma non è dato di sapere dove inserire, in quello specifico caso, i dati conoscitivi imposti dalla norma.
 

marcella

Membro Attivo
Buongiorno! Volevo sapere se tra questi dati, è necessario citare anche la rendita catastale, anche se non è aggiornata. Grazie!
 

Tapinaz

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sembra proprio di sì.
Da quanto prescritto si devono indicare sia i dati castali che quelli fiscali, tra i quali c'è anche la rendita catastale.
Appena viene presentato il nuovo modello 69 avremo le conferme su eventuali dubbi.:???:
 

Tapinaz

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ma, non so a me si apre reoglarmente.
Prova a salvarlo e poi ad aprilo sul tuo pc. Verifica anche l'ultimo aggiornamento Adobe pdf.

Tornando al documento, sembra che non sia da indicare, anzi non viene proprio richiesta, la rendita catatale così come la categoria etc. Solo gli estremi.
Il nuovo cosidetto CDC, per proroghe, risoluzioni e cessioni, deve essere presentato entro venti giorni dal pagamento del relativo F23, unitamente alla ricevuta dello stesso. Il CDC deve essere firmato da una delle parti.
 

marcella

Membro Attivo
Si è aperto! Forse si era impallato il pc, e spegnendolo si è resettato..!:^^:
Ci dò un'occhiata, anche se a quest'ora... 77 pagine :-o mi sembrano un pò tantine!

Per la rendita catastale, mi sembrava effettivamente un dato improprio nel caso di un contratto di locazione...
Grazie a tutti per la collaborazione ...
 

martino954

Nuovo Iscritto
Domanda 1. Io ho un contratto 4+4 prorogato dopo i primi 4 anni, al 15 maggio 2010: devo presentare questi nuovi modelli o questa procedura si riferisce alle registrazioni, proroghe, rinnovi che avvengono dopo il 1 luglio 2010?
Domanda 2. Ho fatto la risoluzione di un contratto d'affitto ancora 4+4 al 31 maggio 2010: devo presentare questi nuovi moduli, anche se al 1 luglio 2010 il contratto era già trisolto da un mese?
In entrambi i contratti io avevo al'interno del contratto indicato i dati catastali che ora vengono richiesti con un modulo a parte
Grazie
martino

Grazie
 

Tapinaz

Membro Attivo
Proprietario Casa
Nel mese di maggio hai sicuramente pagato la tassa di registro con il codice 114T relativo alla proroga 15.5.2010/14.5.2014 e dopo hai presentato la ricevuta presso l'Ufficio dove avevi depositato il contratto.
In questo caso non devi fare altro. Il modello CDC non è quindi da presentare.

Nel secondo caso idem. Avrai pagato la tassa di risoluzione con il codice 113T ed hai presentato la ricevuta all'Ufficio del Registro dove avevi depositato il contratto. Il modello CDC non deve essere presentato anche in questo caso.

Inoltre, imho(secondo me) nel caso in cui proroga e risoluzione, pur relativi ad una scadenza antecedente al 1° luglio 2010, come nel tuo caso, vengano versati per dimenticanza con ritardo, quindi successivamente a questa data, le ricevute degli F23, con eventuale sovratassa, dovrebbero essere presentati unitamente al relativo modello CDC.:)
 

martino954

Nuovo Iscritto
No non ho fatto in modo manuale.
Sia la proroga di metà maggio che la risoluzione di fine maggio li ho fatto in modo telematico, avvalendomi del programma messo a disposizione dell'agenzia delle entrate (versione 6, quello nuovo) e ho pagato il dovuto con prelievo dal mio conto.
Non ho consegnato nessuna ricevuta all'Agenzia delle Entrate, perchè mi hanno detto che procedendo in modo telematico, l'operazione non richiede il passaggio e consegna all'Agenzia delle Entrate di Novara, in questo caso.
Non devo quindi, mi confermate, inviare nessun documento nuovo per questi due contratti, uno al 5 anno di vita e l'altro cessato?
Grazie
martino
 

Tapinaz

Membro Attivo
Proprietario Casa
In questo caso hai già fatto quanto dovuto in un periodo in cui la nuova normativa non era ancora in vigore.
Quindi sembra proprio che sei ok.:ok:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve , vorrei chiedere se qualcuno conose la normativa riguardante la costruzione di una scala a rampe con pianerottoli in acciaio per accedere a tre appartamenti. Questa sarebbe costruita nella chiostrina in aderenza a più vicini in cui io ho una terrazzina con porta di accesso che risulteremme a 80 cm. di distanza grazie ha chi vorrà rispondermi
Salve a tutti , volevo porre un quesito. Ho acquistato una casa Novembre 2017, seconda casa , che fino ad oggi è stata la residenza di mia figlia e il figlio. Ho messo in vendita la casa e ho trovato un acquirente che mi offre quasi il doppio di quanto pagato. Ai sensi dell'art. 67 del TUIR essendo stata residenza di mia figlia devo pagare o meno la plusvalenza ?? Grazie per chi potrà darmi risposte
Alto