• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
#41
@Gianco , sei troppo permaloso, nessuno mette in dubbio la tua professionalità. Tu ragioni, giustamente, in base a degli standard applicati nel 99% dei casi.
La questione dibattuta in questo thread è il tentativo di arrivare ad una" equa ripartizione dei costi" in una situazione di palese "devianza" dai canoni riconosciuti ed applicati in materia.
E con questo passiamo all'Anno Nuovo.
Auguri.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#42
Cooncluden-do.....: (mi è venuto in mente il buon Mike), ci sono buone ragioni per l'una e l'altra soluzione. Evidentemente dipende molto da come la proposta parte
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#43
@Gianco , sei troppo permaloso,
Non lo sono affatto, solo che certo della mia pratica ed esperienza, riscontro che in altri contesti o si opera in modo differente o la contrattazione avviene con altra ottica.
Ma stai partendo per la settimana bianca? Sin da ora mi fai gli auguri!
Io la faccio in bianco e pertanto sarò presente in ufficio anche l'ultimo dell'anno, almeno la mattina. Comunque, a te che stacchi, mando tanti auguri di Buon Anno, agli altri lo farò nelle more dei festeggiamenti.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
#44
Scusa se ti rispondo in ritardo. Quanto alle settimane bianche è da tempo che non vado più a sciare, gli anni passano ed i capelli imbiancano. Fino a Capodanno staremo in casa, poi pensiamo di andare qualche giorno al mare, Toscana, per respirare un po' di aria pura. Qui in città ci sono state delle giornate con un'aria irrespirabile a causa dell nebbia e dello smog.
Per gli Auguri Ufficiali, con Ricchi Premi e Cotillons, aspettiamo fino al 31.
At salut.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#47
Per gli Auguri Ufficiali, con Ricchi Premi e Cotillons, aspettiamo fino al 31.
At salut.
In quanto a capelli, io sono nella via di mezzo come si intuisce dalla mia foto. E poiché siamo agli sgoccioli del vecchio e si comincia a vedere il riverbero del nuovo anno, auguro a tutti gli amici di questo forum, compreso lo staff, che quello venturo possa portare la realizzazione di tutti i progetti (non necessariamente edili) desiderati.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
#49
La domanda da fare è: il ponteggio era a carico della ditta nel preventivo o lo ha scelto in autonomia il condominio con un preventivo di una ditta di ponteggi a parte?

Se il ponteggio è della ditta che fa i lavori ed era in preventivo il rifacimento delle facciate e poi vi fate anche i balconi per forza il ponteggio deve essere tenuto li più tempo ed è giusto che la ditta vi possa chieder una quota mensile aggiuntiva per uso ponteggio da dover suddivider tra chi si è fatto i balconi. Attenzione che in questo caso il responsabile per montaggio uso e manutenzione e smontaggi ponteggio ( PiMuS) sta alla ditta che lo ha appaltato!

Se invece il condomino ha preso un preventivo a parte per i ponteggiatori allora la ditta vi chiederà sicuramente il noleggio mensile aggiuntivo per il maggior utilizzo dovuto al rifacimento anche dei balconi oltre che alla facciata, e sarà poi l’amministratore dovrà suddividerlo tra chi lo ha usato.
Attenzione che in questo caso la responsabilità del montaggio, uso e smontaggio del ponteggio (il PiMuS) è del condomino, quindi fare molta attenzione a quello che fate!
 

moralista

Membro Senior
Professionista
#51
Il 99% di questi contratti d'appalto condominiali sono tutto compreso, altrimenti ci sarebbe il problema della messa in sicurezza del ponteggio e tutto il resto, almeno io dove amministro questo faccio approvare
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
#52
Innanzitutto ben tornato ed auguri in ritardo di Buon 2019.
In ogni caso vedo che i privati dovranno sempre contribuire.
Grazie degli auguri buon anno.
Certo che devono contribuire se il lavoro da fare va oltre allo stabilito e concordato con preventivo e contratto d’appalto!

Dimenticavo che se i maggiori lavori comportano una più lunga occupazione suolo pubblico (vedi la maggioranza dei condomini affacciata su strade pubbliche) anche la più lunga occupazione suolo pubblico sarà conteggiata!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
#53
Il 99% di questi contratti d'appalto condominiali sono tutto compreso, altrimenti ci sarebbe il problema della messa in sicurezza del ponteggio e tutto il resto, almeno io dove amministro questo faccio approvare
Si, molti condomini ragionano sempre per “chiavi in mano” ma ci sono sempre quelli che per avanzare soldi giustamente lo fanno ma senza poi rendersi conto che le responsabilità per montaggio, uso e smontaggio del ponteggio (con appalto diretto) passano dall’impresa al condominio stesso!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
#55
Non solo per credere di risparmiare, spendono molto di più in varie consulenza e ricerca di preventivi
I preventivi dalle mie parti sono gratuiti ma so che in grandi città te lo fanno anche pagare, e sarebbe giusto dato che un preventivo è già una consulenza anche perché accompagnato molto spesso da descrizione dettagliata di quello che c’è da fare per e richiede non poco tempo per essere preparato.

È più facile che il condominio chieda consulenza ad un legale che ad un tecnico e paga molto più volentieri 5.000€ ad un legale che 5.000€ ad un impresa che ti fa i lavori (e può farteli anche bene).
La cultura attuale ,nei condomini specialmente, è questa!

Ed è ANCHE per questo che chi opera nel settore inizia a rompersi le palle e guardare altrove, magari fuori dall’Italia!
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#56
Certo che devono contribuire se il lavoro da fare va oltre allo stabilito e concordato con preventivo e contratto d’appalto!

Dimenticavo che se i maggiori lavori comportano una più lunga occupazione suolo pubblico (vedi la maggioranza dei condomini affacciata su strade pubbliche) anche la più lunga occupazione suolo pubblico sarà conteggiata!
Non vorrei infierire, ovviamente tutte le soluzioni hanno la loro ragion d'essere.

Ma se l'appalto è chiavi in mano a forfait, l'eventuale maggiorazione per gli oneri di occupazione suolo pubblico ecc, non gravano più sul condominio. Sarà l'impresa a farsene carico.
Se poi in concomitanza dei lavori alcuni condomini commissionano alcuni lavori extra alla medesima impresa, sarà questa a stabilire che prezzo fare: di solito avviene una mutua convenienza sia alla impresa che al privato: l'impresa manderà un addetto in più e non è detto che il ponteggio rimanga per tempi più lunghi. Il privato sopporterà un costo certamente inferiore a quello necessario ad installare per proprie necessità un ponteggio o un cestello.

Il disappunto di chi non ha avuto la possibilità o voluto approfittarne, è comprensibile sono se non fosse stato avvisato per tempo: finora a me è sempre successo così.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
#57
Non vorrei infierire, ovviamente tutte le soluzioni hanno la loro ragion d'essere.

Ma se l'appalto è chiavi in mano a forfait, l'eventuale maggiorazione per gli oneri di occupazione suolo pubblico ecc, non gravano più sul condominio. Sarà l'impresa a farsene carico.
Se poi in concomitanza dei lavori alcuni condomini commissionano alcuni lavori extra alla medesima impresa, sarà questa a stabilire che prezzo fare: di solito avviene una mutua convenienza sia alla impresa che al privato: l'impresa manderà un addetto in più e non è detto che il ponteggio rimanga per tempi più lunghi. Il privato sopporterà un costo certamente inferiore a quello necessario ad installare per proprie necessità un ponteggio o un cestello.

Il disappunto di chi non ha avuto la possibilità o voluto approfittarne, è comprensibile sono se non fosse stato avvisato per tempo: finora a me è sempre successo così.
Oddio mica tanto, se tu devi fare solo la facciata e poi “spuntano” nuovi lavori dopo per richiesta del condomino, non è corretto che l’impresa debba farsene carico, è giusto che un maggior lavoro debba essere pagato.
Se il maggior lavoro è dovuto a negligenza d’impresa è diverso...ma qui si parla di fare prima solo le facciate e poi sono “spuntati a richiesta post” i balconi!
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#58
cerchiamo di intenderci: non rispondevo in particolare al caso qui presentato, di cui bisognerebbe conoscere tutta la storia degli eventi.

In genere quando si interviene sulla facciata, poichè improvvidamente il c.c. fa distinzioni a volte assurde sulle varie componenti presenti in facciata, l'impresa, esaminata la situazione fa il preventivo per i lavori di capitolato condominiali; e poichè è sempre interessata ad acquisire nuovi lavori specie dove non è costretta ad aprire un nuovo cantiere, quota anche i lavori a carico dei privati (a corpo o a misura in funzione della situazione). Quindi nessuno si sveglia a lavori ultimati: ognuno, per la proppria parte valuta il prezzo e decide: chi si fa ridipingere lo sfondo del balcone (che non capisco perchè non sia compreso nella facciata), chi anche le ringhiere: il restauro dei frontalini e del sottobalcone, che è spesso sempre individuale, viene se l'amministratore gestisce bene la cosa sempre incluso nei lavori necessari e raccomandati; il costo viene calcolato singolarmente ma effettuato in concomitanza. Francamente non ho mai assistito alla richiesta di scomputare una parte dei costi di ponteggio, per queste operazioni secondarie, proprio perchè, chi più chi meno, tutti dopo un certo numero di anni hanno bisogno di un ripasso. E tutti si adeguano. Solo quelli al piano rialzato o primo piano, potrebbero procrastinare l'intervento ed effettuarlo in proprio.

Comunque non voglio sostenere un principio: voglio solo far osservare che certe rimostranze sorgono se il problema è stato sottovalutato da qualcuna delle parti in causa.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
#59
cerchiamo di intenderci: non rispondevo in particolare al caso qui presentato, di cui bisognerebbe conoscere tutta la storia degli eventi.

In genere quando si interviene sulla facciata, poichè improvvidamente il c.c. fa distinzioni a volte assurde sulle varie componenti presenti in facciata, l'impresa, esaminata la situazione fa il preventivo per i lavori di capitolato condominiali; e poichè è sempre interessata ad acquisire nuovi lavori specie dove non è costretta ad aprire un nuovo cantiere, quota anche i lavori a carico dei privati (a corpo o a misura in funzione della situazione). Quindi nessuno si sveglia a lavori ultimati: ognuno, per la proppria parte valuta il prezzo e decide: chi si fa ridipingere lo sfondo del balcone (che non capisco perchè non sia compreso nella facciata), chi anche le ringhiere: il restauro dei frontalini e del sottobalcone, che è spesso sempre individuale, viene se l'amministratore gestisce bene la cosa sempre incluso nei lavori necessari e raccomandati; il costo viene calcolato singolarmente ma effettuato in concomitanza. Francamente non ho mai assistito alla richiesta di scomputare una parte dei costi di ponteggio, per queste operazioni secondarie, proprio perchè, chi più chi meno, tutti dopo un certo numero di anni hanno bisogno di un ripasso. E tutti si adeguano. Solo quelli al piano rialzato o primo piano, potrebbero procrastinare l'intervento ed effettuarlo in proprio.

Comunque non voglio sostenere un principio: voglio solo far osservare che certe rimostranze sorgono se il problema è stato sottovalutato da qualcuna delle parti in causa.
Si d’accordo ma farlo PRIMA di appaltare i lavori un conto, farlo nel MENTRE è sempre un problema:
1) Perché protrai il tempo del ponteggio e con esso protrai le responsabilità (vedi PiMuS). Ricorda che va sempre tutto bene finché non succede nulla e nessuno ha da ridire...quando succede quello che non dovrebbe succedere vien fuori il mondo

2) Perché, se il ponteggio (come succede nel 90% dei casi) è posto su marciapiede pubblico hai dei costi di occupazione suolo pubblico e lavori che durano più lungo, perché non preventivati inizialmente (rifacimento sottobalcone, parapetti) comportano maggior tempo di stazionamento del ponteggio e come tale maggiori costi legati all’occupazione

3) Se noleggi un ponteggio per 1 mese per fare tutti i lavori e vengono fuori ulteriori lavori dopo, richiesti dai condomini, oltre al maggior tempo dell’occupazione paghi il noleggio del ponteggio.

Per cui se i lavori erano previsti per tot tempo, di solito viene data una tempistica di svolgimento dei lavori, vai oltre la differenza la paghi sia per il nolo ponteggio sia per l’occupazione suolo pubblico (se ti trovi nel 90% dei casi).

Anche per me la suddivisione tra parti condominiali (frontalino) e parti non condominiali (i sottobalcone) o la piastrellatura sopra ha poco senso poiché il balcone dovrebbe essere trattato come una struttura condominiale essendo parte della soletta struttura che aggetta nel vuoto e che funge da camminamento esterno per il proprietario che vive sul estradosso solaio e funge da copertura per il proprietario all’intradosso...ma le leggi non le faccio io!
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
#60
Comunque non voglio sostenere un principio: voglio solo far osservare che certe rimostranze sorgono se il problema è stato sottovalutato da qualcuna delle parti in causa.
Ma infatti bisogna parlarsi chiaramente e scrivere PRIMA di fare dei lavori Perché DOPO si litiga sempre e si finisce molto spesso nel pagare legali!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto