1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pierodiroma

    pierodiroma Nuovo Iscritto

    Sono proprietario di un box sito al piano sotterraneo di uno stabile. Locali boxes ed appartamenti sono amministrati da un unico condominio.

    Sto vendendo il box ma il notaio dell'acquirente ha riscontrato che il progetto della licenza edilizia di costruzione dei boxes, regolarmente concessa è difforme dalla situazione reale e definitivamente realizzata dal costruttore che avrebbe presentato variante che però sembra non essere mai stata perfezionata.

    Il tecnico ha prospettato la possibilità di presentare una DIA in sanatoria con pagamento di una sanzione ma con intervento di tutti i proprietari.

    Ho richiesto all'amministratore di convocare una assemblea dei soli condomini proprietari dei Boxes per affrontare e risolvere il problema con massima urgenza anche perchè il notaio si rifiuta di stipulare la mia vendita.

    L'amministratore invece afferma che non è suo compito trattandosi di problema che non concerne l'intero condominio ma solo i proprietari dei boxes.

    Come posso risolvere il problema con il condominio? Come risolvere il problema se, ottenuta l'indizione dell'assemblea, non si raggiungesse la maggioranza necessaria per attuare le attività necessarie alla soluzione?

    Spero che qualcuno sia in grado di aiutarmi. Grazie
     
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cambiare notaio no, eh? ;)
     
  3. erwan

    erwan Membro Attivo

    cioé? cercare un notaio che non segua la legge? :-o
     
    A possessore piace questo elemento.
  4. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    No.... cercarne uno un po' distratto... :risata:
     
  5. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Cambiate anche l'amministratore... Se c'è una difformità nell'edificio la cosa gli compete, eccome!
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma come siete pignoli :^^::^^::^^:
     
  7. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Che gli competa forse no: ma che si possa trovare un amministratore più solerte a portare il caso in assemblea, certamente si.

    Ma il problema è solo spostato: se gli altri condomini non avessero interesse immediato a vendere, potrebbero sottrarsi temporaneamente all'impegno.

    nel qual caso che resterebbe da fare al ns piero? Temo di pagarsi la pratica di regolarizzazione e poi tentare il recupero del credito.
     
    A possessore e ergobbo piace questo messaggio.
  8. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Credo che sia la soluzione più veloce.
     
    A ergobbo piace questo elemento.
  9. pierodiroma

    pierodiroma Nuovo Iscritto

    Il cambio del notaio cambierebbe poco perche' la sussistenza dell'irregolarita' non permeterebbe di rendere la dichiarazione circa la regolarita' urbanistica del box senza commettere una violazione di legge e detrminerebbe la irregolarità della compravendita.
     
  10. pierodiroma

    pierodiroma Nuovo Iscritto

    La dia in sanatoria richiede la firma di tutti i proprietari e quindi il problema non non può risolverlo il singolo proprietario.
    Purtoppo.
     
  11. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per curiosità, questo lo ha detto il comune o il tecnico interpellato? La conseguenza sarebbe singolare; mi sarei aspettato che fosse sufficiente l'autodenuncia di uno qualunque dei proprietari, per far scattare una sanzione e se compatibile con le norme urbanistiche, una sanatoria, però con comminazione delle sanzioni e contributi dovuti, a ciascun titolare di diritti sugli immobili non in regola.
     
  12. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    A occhio e croce, finché non sappiamo di che difformità si tratta, qualsiasi cosa diciamo lascia tutto il tempo che trova... :D
     
  13. pierodiroma

    pierodiroma Nuovo Iscritto

    Sperando di essere più chiaro preciso che il notaio tramite il proprio tecnico ha acquisito il progetto originario dei boxes della licenza edilizia concessa che però è palesemente difforme dalla realtà. Il notaio ha anche acquisito progetto di variante per la diversa distribuzione dei locali che pur portando un numero di protocollo non risulta esitata. Presso il catasto invece le planimetrie (almeno quella del mio box) rispondono alla realtà. Secondo un tecnico la situazione potrebbe essere risolta con una Dia in sanatoria con pagamento di sanzioni ed oneri.
    E' ovvio che io preferisco questa soluzione per evitare lungaggini contenziose con l'acquirente e condominio. E' altrettanto ovvio che in caso negativo dovrò sollevare il problema presso gli uffici competenti.
    Mi interessa quindi al momento avere qualche eventuale indicazione circa gli obblighi dell'amministratore del condominio che continua ad eludere qualsiasi iniziativa pur più volte sollecitatagli ed eventuali precedenti noti a qualche amico del forum. Le norme sulla patente del fabbricato possono essere di aiuto?

    Grazie
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dubito che l'amministratore sia obbligato a verificare e far rispettare le conformità urbanistiche.
    Sarei certo di poter dire che nel dubbio, si guardano bene dal sollevare un simile problema.
    Non mi risulta abbiano l'obbligo di portare all'o.d.g. dell'assemblea una richiesta di un condomino: certo sarebbe buona norma. In alternativa credo siano obbligati a portare a conoscenza del condominio una richiesta formale proveniente da un condomino, che faccia esplicita richiesta di trasmissione ai condomini e chieda la discussione del tema nella prossima assemblea.

    Si ritorna però al punto di partenza: se l'assemblea non si dimostrasse favorevole a cambiare le cose, rimarrebbe solo l'iniziativa personale. A mia volta mi chiedo quali conseguenze, anche sul profilo delle spese da sostenere, incorrerebbero anche in capo ai condomini che non hanno aderito all'iniziativa.
     
  15. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    In effetti se si tratta solo di una divisione tra due locali privati che non incide in nessun modo su parti comuni (intendo ad esempio un tramezzo tra due box privati...), l'amministratore ci entrerebbe poco o nulla.
    La firma della DIA in santoria dovrebbe essere quella dei proprietari interessati e non certo quella di tutti i condomini.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina