• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nunzia

Nuovo Iscritto
Ci sono tre unità immobiliari distinte e separate ma che sulle carte risultano ancora unico blocco anche se internamente suddivise corretamente allo stato attuale.Il geometra ci dice che bisogna fare il frazionamento delle unità immobiliari,cosa comporta ciò in termini economici;che tempistica richiede e sopratutto dopo tale frazionamento le unità immobiliari possono ritenersi in regola????? Vi chiederete perchè non rivolgo queste domande al geometra in questione;vi rispondo che nutro molta più fiducia in voi nell'attesa di trovare un geometra più affidabile!!!!!!!!!!!!!!!Grazie anticipatamente.
 

cappottone

Nuovo Iscritto
Mha...tendenzialmente non costa niente, cioe', ha solo il costo della pratica che deve farti il geometra, compreso il riaccatastamento, diciamo dai 1000 ai 1500 euro (Onorario standard), tasse da pagare non ce ne sono, si ok, a parte diritti di segreteria che si aggirano intorno ai 50 euro ed eventualmente le marche da bollo.
Pero' ricorda che FRAZIONARE e' una cosa, serve al catasto per sapere com'e' configurato un determinato immobile, e fartici pagare le tasse (potevo dirtelo con 10.000 parole altisonanti, ma in parole povere, a questo serve !!! )
Tutt'altra cosa e' avere l'abitabilita', per quello devi avere tutti i requisiti in regola, Impianti, RAI, Misure, Altezze etc...etc... anche perche' in base a quello l'immobile ricade in una o l'altra classe catastale, A3 A4 B1 B1 e cosi via !!!
 

Stefano Mariano

Membro dello Staff
Confermo quanto detto da cappottone e aggiungo che la divisione di un alloggio dev'essere consentita dal Comune, ossia serve una Concessione Edilizia rilasciata dal Comune stesso, atto in forza del quale il tecnico può procedere all'aggiornamento catastale presso l'Agenzia del Territorio (ex Catasto).
Stefano Mariano
 

Stefano Mariano

Membro dello Staff
Scusate, non avevo letto che veniva specifivato si trattasse di tre unità immobiliari distinte e separate, in questo caso ovviamente, la C.E. non deve essere richiesta. La fretta, a volte, gioca brutti scherzi.
 

carlo.b

Membro Attivo
Buongiorno nunzia,
confermo gli importi che ti ha esposto chi mi ha preceduto; tieni presente che il tecnico che ti ha seguito nella sistemazione della casa è avvantaggiato rispetto ad altri tecnici, poichè possiede già le piante degli alloggi e dovrebbe conoscere bene l'immobile, per cui, teoricamente, dovrebbe esporti un prezzo più favorevole.
Escluderei in maniera assoluta che "tendenzialmente non costa niente" :disappunto: , non ho ancora conosciuto nessuno (dal manovale al grande manager) disposto a lavorare gratuitamente, in tal caso si ricade nel volontariato. :D
E poi......un po' piu' di fiducia nel geometra; vedi, il rapporto professionale è basato sulla fiducia, se viene meno questa è più utile, per entrambi, cambiare professionista. ;)
Saluti.
Carlo
 

nunzia

Nuovo Iscritto
Grazie a tutti per le risposte che mi avete dato mi serviranno comunque a fare un confronto con ciò che mi dirà il geometra!!!!!!!!!!! :occhi_al_cielo:
 

Marco Giovannelli

Membro dello Staff
Professionista
allora, la concessione edilizia serve se al comune all'epoca della divisione non sia stata presentata nessuna istanza. in questo casonon soltanto bisogna fare la variazione catastale ma richiedere il permesso in comune (in questo caso si DOVREBBE e sottolineo DOVREBBE pagare una multa in quanto l'intervento è già stato eseguito). se diversamente sia stata inoltrata domanda al comune basta soltanto la variazione catastale.

saluti
 
L

leontino

Ospite
aggiungo e poichè la variazione è stata fatta in ritardo, ci sarà una sanzione amministrativa da parte dell'agenzia del territorio. Ed aggiungo ancora, come la mettiamo con l'I.C.I.? sino ad oggi l'imposta è stata pagata per una singola unità (magari prima casa) o per una prima casa e due seconde case?
 

nunzia

Nuovo Iscritto
Buon giorno a voi quante cattive notizie :disappunto: :disappunto: :disappunto: .Scherzo naturalmente è ovvio che devo tenere conto di tutto ciò ed essere preparata ad eventuali contrattempi del genere anche se spero non ce ne siano!!!!Saluti a tutti e grazie sempre.
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Nunzia, se lo desideri, facci sapere come vanno a finire le cose, in modo che ciò sia di utilità a tutti i frequentatori di Propit ;)
Buona Fortuna. :D
 

domenico10

Membro Ordinario
Professionista
quanto costa il frazionamento al catasto di tre u.i.? domanda fatidica che rivolgo ai tuttologi a tempo pieno che pontificano a spron battuto nel forum. faccio un parallelo, se uno entra in una concessionaria di auto per esempio mercedes, e chiede al ragioniere quanto costa una mercedes, lo stesso se di buon umore gli risponde con una battuta di spirito, se di cattivo umore lo manda a quel paese. ragazzi, qui il problema di fondo ormai e la esigenza della legalità nei documenti immobiliari, e la certezza che quei documenti ti diano la necessaria tranquillita quando donerai, venderai, mutualizzerai ecc ecc. il costo dipende dalle dimensioni, dalla geometria, dagli allegati, dalla complessita della pratica. lo stesso dicasi per i documenti tecnici del comune. colgo l'occasione per chiedere se, prima del frazionamento di fatto, lo stesso sia stato autorizzato dal comune, se c'e un pdc, o in alternativa scia ecc ecc. se tutti gli altri documenti sono a posto. questo è il vero problema da risolvere, la legalita e la conformita, non il "prezzo" dell'accatastamento. chi piu spende meglio spende. e sopratutto rivolgetevi a tecnico serio e non a venditori di fumo e vu-cumprà, ce ne sono gia troppi ingiro.
 

domenico10

Membro Ordinario
Professionista
non guardo mai le date, rispondo solo a quei quesiti, dei quali ne ravviso la utilità. sperando che servano a chiarire meglio le varie problematiche. poi accade e spesso, che, per non so quale "segnale", il diretto interessato a distanza di anni risponde. comunque grazie della puntualizzazione.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Il prezzo che interessava allora era notevolmente differente da quello applicato ora. Generalmente la pratica catastale al netto della fattura ammonta solo per l'accatastamento di tre unità abitative attorno ai 1000 € oltre all'eventuale progetto di frazionamento da presentare al comune e del tipo mappale se il perimetro del fabbricato nella sua estensione non fosse modificato rispetto a quello presente in mappa. Altrimenti occorre anche il tipo mappale di circa 500 €.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Alto