• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

anna p.

Membro Junior
Proprietario Casa
Salve. Sono proprietaria di un immobile per la cui vendita ho dato incarico ad un'Agenzia Immobiliare. Chiedo se posso stipulare una scrittura privata con un eventuale acquirente, nella quale mi impegno a vendergli il bene dopo la scadenza del mandato (attualmente in corso), qualora non venisse venduto tramite Agenzia. Grazie.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Hai tre alternative , a patto che il privato non ti sia stato presentato dall’agenzia:

1) stipulare un contratto preliminare con la condizione sospensiva che , entro la scadenza dell’incarico, l’agenzia non ti abbia sottoposto proposte di acquisto conformi alla richiesta, o che comunque decidi di accettare

2) pagare penale all’agenzia e vendere subito al privato

3) far comprare al privato tramite l’agenzia ,magari con uno sconto sulle provvigioni.

Ma è per sfiducia nell’agenzia , o hai già un interessato?
 

anna p.

Membro Junior
Proprietario Casa
grazie Franci63. Ho già un interessato che non vorrebbe passare per l'Agenzia, ed è disposto ad aspettare la scadenza del mandato, a sottoscrivere un accordo privato e a darmi un acconto come impegno.
Io voglio essere sicura che sia legale fare adesso un accordo preliminare di vendita a suo favore che abbia efficacia temporale a partire dalla data di scadenza dell'incarico dato all'Agenzia.
Ovvio che se questa dovesse trovare un acquirente disposto a corrispondere l'importo che ho richiesto (ed è poco probabile), io sarei tenuta ad accettarlo, e lo farei. In tal caso, come previsto nella scrittura privata, decadrebbe l'accordo sulla vendita all'altra persona e restituirei subito l'acconto da lei versato.
Che ne pensi, sono in regola?
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Sei in regola (anche verso l’agenzia) se fai un vero e proprio contratto preliminare, con la condizione sospensiva che l’agenzia non ti abbia trovato l’acquirente al prezzo richiesto.
In questo modo il contratto è lecito e perfettamente valido, ma diventerà efficace solo se la condizione non si avvera.
Puoi farti dare un assegno ,ma non dovresti incassarlo subito, ma solo, eventualmente , alla scadenza infruttuosa dell’incarico .

Personalmente però ritengo che predisporre contratti comunque articolati non sia facile , con il fai da te. Quindi, se non sei pratica, fatti assistere .
 

anna p.

Membro Junior
Proprietario Casa
Sicuro che sarei a posto con la clausola della sospensiva ? Il mio timore è che si potrebbe configurare l'ipotesi di una sorta di "concorrenza sleale" nei confronti dell'Agenzia che ,invece, ha l'esclusiva della vendita.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Se ti trovano un acquirente, non si verifica la condizione e tu compri tramite agenzia.
Se non te lo trovano non hai danneggiato nessuno.

Però, come ho già detto, puoi anche accordarti con l’agenzia per pagare le provvigioni solo tu, non l’acquirente trovato da te, e vendere subito a lui facendoti seguire dall’agenzia.
Penso che saresti più tutelata.
E l’agenzia, se non è certa di trovarti un cliente entro la scadenza dell’incarico , potrebbe gradire la “collaborazione”.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Sei in regola (anche verso l’agenzia) se fai un vero e proprio contratto preliminare, con la condizione sospensiva che l’agenzia non ti abbia trovato l’acquirente al prezzo richiesto.
In questo modo il contratto è lecito e perfettamente valido, ma diventerà efficace solo se la condizione non si avvera.
Non credo che sia regolare, visto che c'è un contratto con l'agenzia che le da l'esclusiva. Firmare oggi una promessa di vendita con data odierna sarebbe dare la prova dell'aggiramento di detto contratto.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Ovvio che se questa dovesse trovare un acquirente disposto a corrispondere l'importo che ho richiesto (ed è poco probabile), io sarei tenuta ad accettarlo
io non capisco se sei una persona che ti piace far lavorare a vuoto dei professionisti oppure se sei una persona che ti dispiace se il professionista abbia trovato un acquirente dell'appartamento disposto a pagare il prezzo che tu hai deciso di chiedere.
 
Ultima modifica:

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Non credo che sia regolare, visto che c'è un contratto con l'agenzia che le da l'esclusiva. Firmare oggi una promessa di vendita con data odierna sarebbe dare la prova dell'aggiramento di detto contratto.
Una promessa di vendita con condizione sospensiva è efficace solo se la condizione si avvera.
È come dire “se non vendo con l’agenzia, dopo la scadenza dell’incarico vendo a te.”
 

anna p.

Membro Junior
Proprietario Casa
io non capisco se sei una persona che ti piace far lavorare a vuoto dei professionisti oppure se sei una persona che ti dispiace se il professionista abbia trovato un acquirente dell'appartamento disposto a pagare il prezzo che tu hai deciso di chiedere
Nè l'una nè l'altra. Rispetto il loro lavoro e non ho alcun interesse ad ostacolarlo. Se trovassero un acquirente che soddisfa la mia richiesta io sarei ben felice, oltre che tenuta a farlo(salvo che non voglia pagare la penale), di vendere.

Ma se c'è un ulteriore potenziale acquirente che mi offre il prezzo pieno, non vedo perchè l'Agenzia debba intascarsi la provvigione da entrambi, dato che non è stata lei a presentarmelo.

Quindi io tratto con lui privatamente per non perdere, entrambi, questa eventualità (io sono sicura di vendere a scadenza mandato, e lui è sicuro che non la venderò prima della scadenza ad un prezzo più basso), semprechè l'Agenzia non mi proponga un acquirente che soddisfi la mia richiesta. In tal caso ben venga, e pago volentieri la provvigione.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma se c'è un ulteriore potenziale acquirente che mi offre il prezzo pieno,
io non so a quale professionista ti sia rivolta ma di solito nelle compravendite immobiliari si concorda con l'agente il prezzo di facciata ed il prezzo minimo entro il quale il proprietario considera accettabile l'offerta dell'acquirente.
Se per caso l'agente ti propone un acquirente che offre una cifra dentro il range stabilito se tu rifiuti devi pagare ugualmente la provvigione.
Se il prezzo da te richiesto non è trattabile e l'agente accetta di lavorarci sopra lo fa perché stima che il prezzo da te richiesto è sotto il valore di mercato, oppure ha già un cliente disposto a pagare quella cifra.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Se per caso l'agente ti propone un acquirente che offre una cifra dentro il range stabilito se tu rifiuti devi pagare ugualmente la provvigione.
Se il prezzo da te richiesto non è trattabile e l'agente accetta di lavorarci sopra lo fa perché stima che il prezzo da te richiesto è sotto il valore di mercato, oppure ha già un cliente disposto a pagare quella cifra.
Troppi SE.
L'agente ha diritto alla provvigione solo se l'affare viene concluso.
Nessuna Legge ti impone di dover accettare il cliente che ti presenta l'agenzia...anche se il prezzo risultasse entro i limiti imposti.
 

anna p.

Membro Junior
Proprietario Casa
io non so a quale professionista ti sia rivolta
Non c'è alcun range stabilito e fin'ora non mi hanno portato proposte d'acquisto, ed è un'Agenzia di tutto rispetto.

Ma, toglimi una curiosità :
se tu, che sei il solo a sapere cosa e quanto ti è costato acquisire un bene (che adesso ti valutano meno di quello che l'hai pagato), potessi scegliere tra il rivenderlo a 70 o a 100 , cosa sceglieresti?
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
io non so a quale professionista ti sia rivolta ma di solito nelle compravendite immobiliari si concorda con l'agente il prezzo di facciata ed il prezzo minimo entro il quale il proprietario considera accettabile l'offerta dell'acquirente.
Se per caso l'agente ti propone un acquirente che offre una cifra dentro il range stabilito se tu rifiuti devi pagare ugualmente la provvigione.
Troppi SE.
L'agente ha diritto alla provvigione solo se l'affare viene concluso.
Nessuna Legge ti impone di dover accettare il cliente che ti presenta l'agenzia...anche se il prezzo risultasse entro i limiti imposti.
Normalmente i moduli di incarico prevedono una penale nel caso il venditore non accetti una proposta che corrisponde alle richieste non solo economiche , ma anche di tempistico o altro, se concordato.
Non c’è nessun “range”.Si firma l’incarico ad una certa cifra, poi si concorda tra cliente e professionista la strategia corretta, e si individua magari una cifra sotto la quale il venditore non valuta nemmeno eventuali proposte, e una cifra che potrebbe andar bene, anche se inferiore a quella riportata nell’incarico.
Ma la penale si paga solo se viene rifiutata proposta a prezzo pieno.
Ogni agente deve saper valutare se vale la pena lavorare su un immobile , cioè se vendibile o no.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Chiedo se posso stipulare una scrittura privata con un eventuale acquirente, nella quale mi impegno a vendergli il bene dopo la scadenza del mandato (attualmente in corso), qualora non venisse venduto tramite Agenzia
Controlla se il contratto di mediazione che hai sottoscritto contiene la seguente clausola:
Se il Venditore dovesse trovare eventuali interessati all’acquisto, lo stesso si impegna a segnalarli prontamente al Mediatore, affinché sia lui a condurre la trattativa.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Se sono contratti di mediazione, stipulati con una agenzia professionale senz'altro evidenzia tale clausola
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto