• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Giffoni 1

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti, vorrei porre un quesito, abitando in un condominio e vorrei staccarmi dal metano (ognuno ha il suo contatore), quindi di usufruire del gpl in bombole, dovrei chiedere ed avere il consenso dell'amministratore e condomini oppure procedere autonomamente Installandole sul mio balcone senza problemi? Grazie a chi mi dia delle delucidazioni
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Qui troverai alcune indicazioni utili:


Le norme per la bombola, SALVO AGGIORNAMENTI, sono qui:


Per il posizionamento delle bombole sul balcone, verifica che non vi sia un espresso divieto in tal senso, sul regolamento di condominio contrattuale.
 

Allegati

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
UNI 7131:1999

A Pagina 6 di 22, leggo e copio testualmente:

5.2 Installazione all'aperto

5.2.1 Il bidone, l'annesso regolatore di pressione ed il tubo flessibile devono essere installati in luogo protetto dalle intemperie, dall'azione diretta dei raggi solari e di qualsivoglia fonte di calore, da possibili urti accidentali e da manomissioni, lontano da cunicoli, fosse, cavedi e cantine.

5.2.2 Il bidone può, per esempio, essere installato nell'ambito della proprietà dell'utente, nelle posizioni seguenti:
- in adiacenza a parete pertinente i locali serviti;
- su balconi o terrazzi prospicienti, sovrastanti o sottostanti i locali serviti.

5.2.3 Il piano di appoggio del bidone deve essere di materiale compatto e incombustibile.
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
vorrei staccarmi dal metano
A parte la scomodità dell'avere le bombole non credo sia consentito a chi è già collegato alla rete del metano. Un conto è vivere in un centro non servito dalla rete di distribuzione e, quando questo viene fatto arrivare, non adeguarsi. Un altro conto è, vivendo in un condominio già servito dal metano, staccarsi ed usare le bombole: potrebbero esserci problemi con i regolamenti comunali e con i Vigili del Fuoco.
 

davideboschi

Membro Junior
Proprietario Casa
A parte la necessità di rispettare le norme per la collocazione della bombola, per le aperture di ventilazione dei locali e per gli eventuali rilevatori di gas (che nel caso del GPL vanno collocati in basso e non in alto), hai tutto il diritto di disdire il contratto del metano e di utilizzare la fonte di energia che preferisci.

Le bombole sono scomode, ma per chi si trova ad occupare una casa solo in certi periodi dell'anno, il solo costo fisso del metano (quindi senza consumi) supera abbondantemente il costo di una bombola destinata a durare lo stesso periodo.

Comunque se prendi questa decisione fai un salto dall'assicuratore che ti assicura la casa e prospettagli la nuova situazione. Si sa che il GPL è più pericoloso del metano, e in caso di incendio (o peggio di scoppio) senza copertura assicurativa potresti trovarti a dover pagare la ricostruzione di tutto il condominio.

Economicamente ci sono pure i vantaggi, ma io non lo farei.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
hai tutto il diritto di disdire il contratto del metano e di utilizzare la fonte di energia che preferisci.
Concordo purché ognuno abbia un suo contratto ( non si tratti di sottocontatori)


il solo costo fisso del metano (quindi senza consumi) supera abbondantemente il costo di una bombola destinata
Non mi risultano costi "fissi" nella fornitura del Metano (magari dipende dalla zona/fornitore) ...ma dato il costo molto superiore del Gpl riparametrato sulla resa non credo ci siano risparmi.
 

griz

Membro Storico
Professionista
(che nel caso del GPL vanno collocati in basso e non in alto)
l'informazione non è corretta il GPL è più pesante dell'aria quindi non si può stoccare nel sottosuolo per il rischio di dispersione che si accumula con rischio di esplosione, si deve stocare in zona dove si può eventualmente disperdere, cioè a livello del terreno o più in alto
anche secondo me non vi è convenienza economica nell'operazione: il gas nelle bombole è costoso, il serbatoio grande da rifornire con l'autocarro costa meno ma molto di più del metano
 

davideboschi

Membro Junior
Proprietario Casa
Guarda che non hai capito, in basso vanno messi i rilevatori di gas, quelli che avvisano se c'è una perdita, e vanno messi lì proprio perché il GPL è più pesante dell'aria.
non si può stoccare nel sottosuolo
Questo non è vero, esistono serbatoi di GPL interrati, anche se non so quali disposizioni di sicurezza si applichino in questo caso. Va da sé che io non lo metterei interrato, se avessi lo spazio esterno per farlo.
non vi è convenienza economica nell'operazione
Dipende dal contratto che hai col gestore del metano: certo, immagina una casa di vacanze dove stai giusto un mese all'anno: solo il fisso per l'allaccio del metano sarà qualche decina di euro all'anno, mentre con 25 euro compri una bombola che ti dura tre anni.
Sempre che poi non ti mangi il risparmio con l'aumento dell'assicurazione.

Io, ripeto, per qualche decina di euro all'anno di risparmio non lo farei.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Guarda che non hai capito, in basso vanno messi i rilevatori di gas, quelli che avvisano se c'è una perdita, e vanno messi lì proprio perché il GPL è più pesante dell'aria.
chiariamo: il GPL è più pesante dell'aria, se ci dovesse esere una perdita si accumula in basso quindi se vuoi evitare un accumulo pericolosissimo metti le bombole, serbatoi e apparecchi utilizatori a livello del terreno così che l'eventuale perdita eviti di concentrarsi e prendere fuoco, quello che succederebbe se la pedita avvenisse in un vano
Questo non è vero, esistono serbatoi di GPL interrati, anche se non so quali disposizioni di sicurezza si applichino in questo caso. Va da sé che io non lo metterei interrato, se avessi lo spazio esterno per farlo.
si ma i serbatoi sono interrati e dalle pareti non vi è dispersione, le valvole vanno messe a livello del terreno o più in alto per le ragioni di cui sopra
Dipende dal contratto che hai col gestore del metano: certo, immagina una casa di vacanze dove stai giusto un mese all'anno: solo il fisso per l'allaccio del metano sarà qualche decina di euro all'anno, mentre con 25 euro compri una bombola che ti dura tre anni.
Sempre che poi non ti mangi il risparmio con l'aumento dell'assicurazione.

Io, ripeto, per qualche decina di euro all'anno di risparmio non lo farei.
il postante parla di abitazione quindi con un certo consumo, mi è capitato di confrontare il costo del metano col GPL domestici e ha sempre vinto il metano.
C'è anche una logica di marketing. il GPL serve in assenza del metano quindi se non hai la possibilità di allacciarti sei costretto ad utilizzare questa opzione e spendere di più.
Nel caso di casa vacanza sono d'accordo con te ma non mi pare questo
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
per le aperture di ventilazione dei locali ........... (che nel caso del GPL vanno collocati in basso e non in alto)
l'informazione non è corretta il GPL è più pesante dell'aria
Credo abbiate in parte frainteso: effettivamente le posizioni dei fori di aerazione tra metano e GPL sono invertiti. Proprio per il differente peso specifico.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Questo non è vero, esistono serbatoi di GPL interrati, anche se non so quali disposizioni di sicurezza si applichino in questo caso. Va da sé che io non lo metterei interrato, se avessi lo spazio esterno per farlo.
Mon dieu...va bene che a volte si può equivocare sul significato di quanto scrivono gli altri...ma pensare che @griz sia del tutto digiuno in tale materia ce ne vuole.

Per
non si può stoccare nel sottosuolo
s'intende in locali al di sotto per piano terra perchè il gas ristagnerebbe senza uscire (=oltre una certa concentrazione estremamente pericoloso)

Quanto ai
esistono serbatoi di GPL interrati,
sono appunto interrati...fuori da qualsiasi edificio ...preferibilmente il più lontano possibile anche da potenziali aree di sosta/passaggio di persone....e a cielo aperto si che l'eventuale accensione/esplosione disperda verso l'alto l'onda d'urto.

Una bombola sul terrazzo/balcone...non è un punto molto "igenico".
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Una bombola sul terrazzo/balcone...non è un punto molto "igenico".
Questa non l'ho capita. (e non mi riferisco alla i che manca)

Che non sia il massimo tenere ovunque in casa una bombola GPL, siam d'accordo.

Ma meglio sul balcone che dentro casa, credo.
 

vittorievic

Membro Attivo
Proprietario Casa
Che non sia il massimo tenere ovunque in casa una bombola GPL, siam d'accordo.
secondo me dipende dalle dimensioni della bombola. La mia fanciullezza, che è piena di ricordi, ma fa venire in mente la casa di campagna dei miei nonni dove c'era il camino (dove mi sono scottato il braccio sinistro) ed un fornello a 3 fuochi con una bombola che si svuotava sempre poco dopo aver buttata la pasta nell'acqua. Avevamo il Butan Gas, il concessionario distributore era rapidissimo ma non avevamo il telefono (parlo della seconda metà degli anni '50) per cui io che ero il più veloce andavo in paese e lui smetteva di mangiare, caricava la bombola sull' Ape e mi riportava a casa con la bombola.
Più recentemente (1983) dopo essere stato a spese della azienda per cui lavoravo in un residence, come da accordi, lasciai i locali e trovai, tramite un collega, un appartamento in affitto ad Ostia, dove però all'epoca non c'era il metano. La bombola stava in cucina nel fornello; una volta sono partito per un viaggio che mi ha tenuto fuori italia per circa 10 giorni, quando sono tornato ho trovato il portiere che, vedendomi, mi fa un il gesto di "cosa hai combinato?". La accompagno di sopra, al che io chiesi preoccupato "sono stato visitato dai ladri?" "No- mi rispose- dai pompieri". Morale mi ero dimenticato di chiudere il rubinetto erogatore della bombola, che essendo carica, trafilava dai fornelli nonostante questi fossero chiusi. Sentendo l'odore nel pianerottolo e sulla scala, pensando che fossi stato colpito da qualche malore improvviso, perché erano giorni che non mi si vedeva in giro, hanno chiamato i Pompieri con l'auto medica ed il 113. Per entrare mi hanno rotto il vetro della porta finestra della cucina che dava sul balcone.
Ecco perché la bombola del gas in casa non è l'ideale. Poi c'è anche il fattore peso il bombolone da 62 kg se abiti in un palazzo senza ascensore non te lo porta su nessuno. In più ne devi tenere 2 perché non vorrete fare la doccia con l'acqua fredda.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Abbiamo entrambi forse l'età per ricordare anche quei tempi, che non sono del resto del tutto spariti.
certo, se possibile la bombola la terrei fuori all'aria aperta, per questo ho sempre pensato "meglio sul balcone, in un armadio protetto , che in casa.

Ma tornando al quesito di questa discussione, mi spiego la domanda solo se si tratta di una seconda casa. Utilizzato poche settimane l'anno.
 

davideboschi

Membro Junior
Proprietario Casa
s'intende in locali al di sotto per piano terra
a volte si può equivocare sul significato di quanto scrivono gli altri...
Non ho equivocato, mi sono attenuto a quanto ha scritto. Se avesse scritto come lo hai scritto tu, invece che "nel sottosuolo", il significato sarebbe stato chiaro.
pensare che @griz sia del tutto digiuno in tale materia ce ne vuole.
Io non ho scritto che @griz è totalmente digiuno. Non mi permetterei, non lo conosco. E poi io non giudico le persone, al massimo sono d'accordo o no con quanto trovo scritto.

Credo che sarebbe bene che chi scrive scrivesse in modo chiaro, e chi legge si limitasse al significato di quanto scritto, e non attribuisse i significati che vuole lui.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Per il postante, se il condominio non ti dice niente staccati e vai con le bombole se non hai l'ascensore e non hai il fisico prendi due bombole da 10 lt una la usi e l'altra di scorta, oppure le comuni bombole da 25 lt. vuoi mettere la soddisfazione di mandare a f.... la compagnia del metano contro il costo? non è assolutamente paragonabile, io l'ho fatto anni fa e ancora me la GODO poi con il tempo ho trovato chi fa il rifornimento diretto e (parlando oggi) la bombola da 25 lt la pago 12/15 € a seconda del periodo altrimenti se vado dal negozietto costa regolarmente 22/25 € chiaramente la vado a prendere io dal venditore, se te la portano a casa è un'altro discorso.
Perché mi sono staccato dal metano? mi sono rotto quando ho avuto due bollette da lire 700.000 per poi andare a fare la fila portare la lettura fare discussioni ecc. VIVA LA LIBBERTA'
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
No nessun aumento, la mia fortuna e che abito a piano rialzato e nel muro condominiale ma di mia pertinenza, c'è una nicchia col il partitore di tre bombole da 25 io ne monto solo due, una la uso e l'altra di scorta, poi con il tempo impari e capisci anche quando la bombola sta per finire, e ogni volta che cambio la bombola guardo il posto vacante del contatore e me la godo.
 

griz

Membro Storico
Professionista
importante la libertà! :) ma con la necessità di muovere le bombole per ricaricarle...
Comunque importante è essere felici. La convenienza economica passa in secondo piano
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

vittorievic ha scritto sul profilo di gabriella2013.
.
Per una rinuncia di diritto di abitazione è obbligatorio un atto notarile o si può ottenere anche con scrittura privata?
Alto