• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

raul68

Nuovo Iscritto
Professionista
#1
Buonasera a tutti, il quesito che vorrei proporre è il seguente: sono interessato all'acquisto di un immobile accatastato in cat. C/2. detto immobile è di fatto una abitazione/loft di circa 40 ristrutturata recentemente ( circa 2 anni fà) dotata di soppalco sul quale è stata ricavata una stanza da letto e comunque dotata di tutti i confort. Le domande sono le seguenti:
1) è possibile variare a destinazione d'uso vista la trasformazione che tale immobile ha già subito in modo praticamente abusivo? ovviamente tale acquisto sarà vincolato alla fattibilità del nuovo accatastamento
2) nell'ipotesi in cui fosse possibile la variazione di categoria catastale, incorrerei in qualche sanzione vista la già avvenuta ristrutturazione in civile abitazione?
Grazie a tutti.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#2
Potresti presentare un progetto in accertamento di conformità, facendo attenzione che ciò che dichiari fosse realizzabile al momento dell'abuso edilizio ed ora che presenti il progetto a sanatoria. Probabilmente avrai difficoltà a far passare per camera da letto il soppalco perché non dovrebbe avere l'altezza minima richiesta e non dovrebbe rispettare il rapporto aero-illuminante. Ovviamente per le opere realizzate in assenza di concessione edilizia dovrai pagare una sanzione. Infine, si può tranquillamente presentare la variazione per cambio di destinazione d'uso in catasto senza alcun problema, che invece esiste se l'immobile dovesse essere oggetto d'atto pubblico. In tal caso, sia la posizione catastale che urbanistica devono essere regolari.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#3
1) se la variazione fosse possibile (tendo a pensare di no, altrimenti sarebbe già stata fatta), deve essere fatta prima della vendita a cura e spese del venditore.
Se così non fosse non potresti acquistare come abitazione, meno che meno avere le agevolazioni prima casa e/o un mutuo per acquisto prima casa.
2)come detto sopra, il problema non ti riguarda; è il venditore che deve regolarizzare il tutto (se possibile farlo) prima della vendita.

Ogni alternativa (acquistare come c/2 e poi fare tu la variazione) è sconsigliabile e antieconomica , a meno che il prezzo sia un affare da urlo, e si sia valutata attentamente la possibilità di regolarizzare gli abusi .
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#5
Le domande sono le seguenti:
le domande me le faccio io: perché acquistare un locale C2 trasformato in abitazione senza cambio di destinazione d'uso e di conseguenza abitabilità dello stesso?
Poi hai fatto delle domande generiche come si può rispondere se non si sa se il locale è un piano fuori terra oppure seminterrato? quali sono le altezze (totale, del soppalco, del pavimento rispetto al piano strada, ecc....ecc...? Quali sono le dimensioni delle finestre?
L'unico consiglio che ti posso dare è che prima di avventurarti in un acquisto pretendi che il venditore sistemi le cose in modo da vendere o una abitazione o una cantina.
 

griz

Membro Storico
Professionista
#6
potrebbe essere ancora più complicato: negli ultimi anni vi sono stati aggiornamenti delle normative sull'isolamento termico e acustico, il cambio uso deve soddisfare i nuovi parametri, potrebbe essere un intervento costoso su una struttura già finita
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto