• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
per esigenze lavorative
L'esigenza abitativa temporanea del conduttore per motivi lavorativi deve essere citata sul contratto di locazione e opportunamente documentata (contratto di lavoro a tempo determinato oppure trasferimento temporaneo disposto dal datore di lavoro).
In mancanza, il contratto viene ricondotto ad uno "libero" della durata di 4 anni + 4.
 

Ornella P.

Nuovo Iscritto
Conduttore
Sisi questo è scritto! Ciò che contrasta sono gli articoli 1 - durata 18 mesi dal 01/08/2018 al 01/02/2020 e 3 canone di locazione convenuto in € 8.400 corrisposto in 12 rate da € 700 da versare ogni 01 del mese
 

Ornella P.

Nuovo Iscritto
Conduttore
Il mio è un contratto di locazione transitorio a canone libero in quanto il proprietario usufruisce del regime cedolare al 21%
 

Clematide

Membro Attivo
Proprietario Casa
in verità è porzione di casa
Il mio è un contratto di locazione transitorio a canone libero in quanto il proprietario usufruisce del regime cedolare al 21%

O mamma! Adesso salta fuori che è una locazione transitoria parziale a canone libero.

Per le locazioni transitorie di durata fino a 30 giorni, il canone può essere libero (art.15 dell'accordo territoriale di Napoli = cedolare 21%), ma il tuo è di 18 mesi, quindi deve essere determinato tra i minimi e i massimi stabiliti dall’accordo locale di Napoli (art.13 dell’accordo territoriale di Napoli = cedolare 10%).

Nel caso di locazione parziale poi il canone intero deve essere frazionato in proporzione alla superficie della porzione locata, considerando le parti comuni (art.14 dell’accordo territoriale di Napoli).

L’eventuale mancanza dell’attestazione di rispondenza (in caso di contratto non assistito) potrebbe determinare spiacevoli conseguenze, qualora il contratto venisse contestato e messo in discussione in sede fiscale.

L’Amministrazione finanziaria ha affermato con chiarezza che le parti hanno l’obbligo di acquisire l’attestazione ai fini della fruizione delle agevolazioni fiscali, non solo comunali (IMU/TASI), ma anche statali (cedolare secca), concetto ribadito nelle istruzioni degli stessi modelli dichiarativi (vedi ad es. modello Redditi PF, Locazioni per finalità abitativa – Cedolare secca, pag.28).

Il quadro appare critico e confuso e richiede il pronto intervento di una organizzazione degli inquilini firmataria dell’accordo: fai controllare questo contratto pasticciato, in particolare le clausole che danno luogo a conseguenze di carattere economico sugli equilibri del rapporto.
 

Ornella P.

Nuovo Iscritto
Conduttore
Sicuramente il mio intento è questo. Ho contattato il mio legale, gli farò leggere le vostre risposte e vi aggiornerò qui. Grazie a tutti e a presto!
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Aidualc

Membro Junior
Professionista
Come da allegato precedentemente accluso, nel contratto, regolarmente registrato all'Agenzia delle Entrate di Napoli, è stato inserito l'articolo
Il testo del contratto era chiaro. Come scritto sopra e sottolineato anche da altri, qualche risposta in più potrai averla controllando l'RLI inviato per la registrazione e la ricevuta stessa.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Solo che ha redatto questo contratto potrà chiarire cosa intendeva con questa citazione (divisione mensile), e in caso di contestazione si rende responsabile della non professionalità
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Premesso che emerge che il contratto è scritto coi piedi....
Due o tre domande:
-a quale scopo ti poni oggi queste domande?
- non sai cosa avevate inteso al momento della sottoscrizione?
- cosa ne sai della aliquota 21% Cedolare che il tuo locatore verserà ? Mica deve rendere conto a te.
- temi che abbia fatto in modo da percepire 6 mensilità in nero? Fatti dare copia della ricevuta di registrazione e vedi cosa è sccritto
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Il testo del contratto era chiaro
A me non sembra chiaro.
Se il locatore intende che il canone di € 8.400,00 si riferisce a 12 mesi, doveva scrivere canone annuo (e non l'ha scritto sul contratto, non sappiamo cosa sia indicato sul mod. RLI).
In un contratto transitorio le parti possono indicare un canone riferito a tutta la durata della locazione, indipendentemente da come vengono pattuiti i pagamenti.
E' necessario che quel canone venga calcolato in base ai parametri dell'Accordo Territoriale. Calcolo che nel caso di cui stiamo parlando non è stato fatto.

A me non risulta sia obbligatorio nei contratti transitori riferirsi ad un canone annuo; ma se così fosse mi interessa sapere qual è la norma di riferimento!

Io in tutti i contratti che durano più di 12 mesi scrivo "canone annuo"; solo in quelli (transitori) di durata inferiore scrivo "il canone per l'intera durata della locazione, secondo quanto stabilito dall'Accordo Territoriale…., è convenuto in €...."
 

Aidualc

Membro Junior
Professionista
Intendevo dire che avevamo capito cosa c'era scritto, perché aveva già riportato una citazione dal contratto, quindi era inutile riportare lo stesso pezzo e non, invece, cosa più utile, vedere cosa c'è scritto in RLI e registrazione.
Stiamo facendo voli pindarici per nulla, a mio avviso.
Resta cmq interessante capire le pieghe civili che potrebbe prendere la questione in caso di contestazioni fra le parti.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Resta cmq interessante capire le pieghe civili che potrebbe prendere la questione in caso di contestazioni fra le parti.
Si: questo è l'unico aspetto che incuriosisce e merita di essere indagato.

Quanto alla nostra Ornella, io rimango nel dubbio che vada in cerca di cavilli per trarne vantaggio, e non per cautelarsi. Chi va ad informarsi prima dall'avvocato che dal legittimo locatore, non è l'inquilino che che mi augurerei.

Le spiacevoli conseguenze citate da Climatide interesseranno il locatore: non certo il conduttore.
 

Ornella P.

Nuovo Iscritto
Conduttore
Buongiorno Basty,
grazie per aver contribuito alla conversazione. Non devo giustificarmi sulla richiesta di aiuto/consiglio perchè lo scopo del forum è questo. Piano anche con le parole 'cavilli', 'vantaggi' e 'non è l'inquilino che vorrei'. Non si giudica una persona senza conoscerla (sembra un topos ma non lo è!) e non si sputano sentenze che potrebbero offendere la sensibilità, in questo caso la mia. Sono una donna di 38 anni solida economicamente e moralmente e non miro affatto a trarre alcun tipo di vantaggio. Il contratto di locazione mi è capitato tra le mani mettendo ordine in un cassetto, l'ho riletto e mi è saltato all' occhio il contrasto tra durata e rate del canone. Onde evitare un polverone, mi sono iscritta al forum con la richiesta di essere meglio indirizzata. Potrei anche lasciar perdere perchè appunto il problema è del locatario non mio ma la curiosità ha prevalso. Per quanto riguarda il consiglio legale, beh credo sia obbligatorio in quanto il contratto, redatto da un'agenzia immobiliare e regolarmente registrato all'agenzia delle entrate, non cita affatto eventuali controversie. Io mi sono affidata ad un agente immobiliare il cui mestiere è questo, il contratto è stato letto ad alta voce e lì per lì non ci ho fatto caso. Ti pregherei di essere più morbido e di attenerti al topic senza sfociare nel personale. Grazie.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
il problema è del locatario non mio
Volevi dire che è del locatore; il locatario (= conduttore, inquilino) sei tu.

Per il resto concordo con te. Mi astengo sempre dal formulare ipotesi sulle intenzioni o, peggio ancora, esprimere giudizi sulle persone che pongono i quesiti. Siamo qui sul Forum per aiutarci a vicenda, non per giudicarci e criticarci.

Questa è la mia opinione ma rispetto anche quella degli altri; e credo che @basty non avesse alcuna intenzione di offendere esprimendo i suoi dubbi!
 

Ornella P.

Nuovo Iscritto
Conduttore
Sì, vero locatore ho sbagliato. Per il resto, anch'io sono del tuo parere: mutuo aiuto senza criticare o giudicare. Vi aggiornerò presto. Buon weekend!
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Buongiorno Ornella.

Non era mia intenzione essere offensivo e se ti sei sentita offesa, me ne rammarico. Hai tutto il diritto di chiedere consigli, pareri, e non hai nemmeno l'obbligo di rispondere alle domande di chiarimento che ti vengono eventualmente poste.

Posso in tutta sincerità risponderti però che nella mia risposta non c'era nulla di personale nei tuoi confronti: di personale (mio) rimane la sensazione che ho percepito leggendo questa discussione. E questa è un'altra delle libertà del forum.

Forse se chiarivi e rispondevi alle domande che avevo posto al # 50 , forse le mie impressioni venivano a cadere.

Ma ripeto: il mio non era un giudizio sulla persona: ho espresso la sensazione che ricavavo da questa conversazione; avendo qualche (eufemismo) anno in più, ho ormai il vizio di chiedermi sempre dove l'interlocutore vuole andare a parare .
Ho i (pochi) capelli bianchi e non ho difficoltà a chiedere scusa ad una giovane signora che si esprime in modo fermo, gentile, ed educato.
Leggo adesso anche uva e la tua risposta: ringrazio uva che credo abbia imparato a conoscermi da più tempo, e che invidio per la sua capacità di mantenere il distacco emotivo dagli interventi.

Del resto è stata la sola (o la prima) a cogliere forse l'oggetto del dubbio che ti arrovella.

Tutti o quasi hanno da principio reagito dando per scontato solo che il contratto fosse scritto male: senza particolari conseguenze negative per quel che ti riguarda.

Buona giornata, con le mie scuse se ritieni ancora abbia sbagliato.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Ornella P.

Nuovo Iscritto
Conduttore
Caro Basty,
è tutto OK!
Non preoccuparti: sono solo molto preoccupata (leggi apprensiva, lo sono di carattere!) perchè, nonostante voglia concedere a chi ha stilato il contratto il beneficio dell'errore umano (12 rate invece di 18 perchè convinto di un contratto di 12 mesi anche se la durata è di 18), mi è parsa una svista un po' troppo evidente! Mi è venuto il sospetto, come tu hai fatto notare, che le restanti 6 rate vaghino nel vuoto pneumatico (= a nero) perchè non supportate da una scrittura che le validi. Quindi vorrei comprendere se è uno strafalcione dell'agenzia o un accordo sotterraneo tra proprietario e agenzia senza che io ne fossi messa al corrente. Da quanto letto fino ad ora, è venuto fuori un contratto fatto veramente male, una accozzaglia di copia/incolla e mancante di alcuni pezzi fondamentali (vedi allegato H che io non ho). In futuro, sarò io più attenta e preparata. Adesso voglio andare fino in fondo fosse solo per semplice curiosità :) ed è per questo motivo che un parere legale, prima di andare a svegliare il can che dorme, mi è necessario. Spero tu abbia capito ciò che intendo.Leggerò e prenderò nota di tutti i vs commenti e suggerimenti in modo da fornire quante più indicazioni possibili sia al proprietario che all'agenzia che al legale qualora si verificasse questa necessità. Grazie per la pazienza e mi scuso anch'io per la mia irruenza intellettuale.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Grazie.

Con la mia solita immediatezza, ci tengo a rettificare alcuni riferimenti sopra scritti..

Secondo me il contratto, come già faceva notare Nemesis, non necessitava di esplicitare il totale del canone pattuito. Nel senso che manca solo il termine annuo. Che non è necessariamente legato a quanto poi sia la durata.
(certo che se la durata è 18 mesi, spesso si registra una sola volta per l'intera durata del contratto, ed ovviamente si paga di conseguenza, ma è un altro discorso.)

Quanto all'ipotesi del "nero" ho solo ripetuto i tuoi dubbi: io non lo penso (ma è una sensazione: lo sa solo il locatore cosa gli passa per la mente ).

Sulle altre manchevolezze del contratto , Data del termine, non aderenza alla formulazione di legge ecc) sono tutti elementi che denotano una notevole impreparazione e superficialità di chi ti ha supportato nella redazione del contratto.

Non devo esprimere le mie valutazioni. Allora non scrivo che per me più che malafede riterrei ci sia ignoranza. (ma lo tengo per me, come fa UVa:D
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto