• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Triscia

Membro Junior
Proprietario Casa
Salve, sono proprietaria di un appartamento in una palazzina di tre piani, gli altri proprietari sono fratello e sorella. Decidendo di vendere ho dato preferenza a mio fratello, stando al piano superiore. Di conseguenza ha fatto richiesta di mutuo in banca, dopo varie peripezie adesso mi è stato riferito che mancando l'abiltabilità il mutuo non gli e concesso. e la pratica rimane sospesa in attesa di completamento della sanatoria, di cui mancano solo de ultime rate da pagare, quindi si e stato fatto richiesta di concessione pochi giorni fa. Premetto che mio fratello mi ha fatto firmare il compromesso in modo frettoloso, in fatti ho sbagliato rigo, avendo firmato da acquirente. La mia domanda è se è possibile annullare il compromesso e se non lo è cosa comporta. Un altra domanda è se io posso vendere il mio appartamento a una altra persona, e i rischi e le problematiche che avrò. Un altra domanda ancora non mi ha dato nessun acconto. Posso avvalermi di qualche diritto? Spero che mi possiate aiutare. Vi ringrazio.
Cordialmente.
 
O

Ollj

Ospite
La mancanza di un acconto non ha alcun rilievo: le parti così han deciso, non v'è Giudice che possa imporre il contrario.
Lei può vendere ad altri, ma incorrerebbe nella legittima pretesa del fratello che, compromesso alla mano, la potrebbe obbligare sub iudice ad eseguire il contratto (compravendita); non ritengo infatti invalidante la sua firma alla voce acquirente: il resto del contratto di compromesso individua correttamente le parti e l'oggetto.
O trova un accordo con il fratello, oppure dovrà attendere la sanatoria; non vedo estremi nemmeno per un risarcimento danni al fratello: se non gli aggrada il tutto potrà esercitare il recesso dal compromesso (per giusta causa)
 

Triscia

Membro Junior
Proprietario Casa
La ringrazio per le risposte. Quindi posso fare il recesso del compromesso per giusta causa. Mi può indicare come procedere in tal senso. Dove andare e cosa fare o scrivere . La ringrazio sempre. Cordialmente
 
O

Ollj

Ospite
Forse ho equivocato il quesito:
- lei è la venditrice
- il fratello acquirente non può accedere a mutuo causa inabitabilità
- lei deve provvedere alla sanatoria dell'immobile che intende vendere
E' suo fratello che ha il diritto di recesso per giusta causa (compromesso su immobile non immediatamente acquistabile stante il vizio edilizio) non Lei; se suo fratello vuol attendere la fine del procedimento di sanatoria, Lei è obbligata a vendergli l'immobile.
 

Avvocato Luigi Polidoro

Membro Attivo
Professionista
Concordo con Ollj.
Aggiungo una cosa: Triscia, nei blog si può ottenere un consiglio, avere un inquadramento d'insieme... ma per affrontare e risolvere il problema bisogna rivolgersi ad un professionista che vedrà le carte e deciderà cosa e come scriverlo.
Il fai da te difficilmente paga.
In bocca al lupo.
 

Triscia

Membro Junior
Proprietario Casa
Forse ho equivocato il quesito:
- lei è la venditrice
- il fratello acquirente non può accedere a mutuo causa inabitabilità
- lei deve provvedere alla sanatoria dell'immobile che intende vendere
E' suo fratello che ha il diritto di recesso per giusta causa (compromesso su immobile non immediatamente acquistabile stante il vizio edilizio) non Lei; se suo fratello vuol attendere la fine del procedimento di sanatoria, Lei è obbligata a vendergli l'immobile.
OK . sono obbligata a vendere l'immobile a mio fratello quindi. Anche se ho in vista un acquirente che paga in contanti e si assume il resto della sanatoria. Preciso che venderei da privato . anche in questo caso sono contenta obbligata a vendere a mio fratello? Mi scuso se prima non avevo capito. La ringrazio.
 
O

Ollj

Ospite
Come su detto...
Lei ha sottoscritto un contratto e se la controparte volesse (fratello) potrà obbligarla in tal senso.....
Segua il consiglio datole dall'Avv. Polidoro.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Verifica se il compromesso, in possesso di ciascuno dei contraenti, ha tutti i requisiti per essere valido: luogo e data della sottoscrizione, identità delle parti, indicazione dell'oggetto e condizioni di vendita. Secondo le carenze potrebbe essere nullo.
 

adimecasa

Membro Storico
Professionista
questo compromesso dovrebbe essere impugnato (per renderlo nullo) dal fratello acquirente e non dalla sorella venditrice
 

Triscia

Membro Junior
Proprietario Casa
Il problema è che mio fratello non vuole renderlo nullo il compromesso. Vuole la casa tutti i costi. Il problema adesso è mio poiché passerà almeno un anno fra risposta dal comune per la sanatoria e l'ok per il mutuo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Disapprovo ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo.
Buonasera. Avrei una domanda. Sono nuda proprietaria di una casa di cui mia madre detiene l'usufrutto ma che mia madre non utilizza in quanto é in campagna. É rimasta vuota x dieci anni ed ora che mi sono separata ho portato la residenza. É ugualmente dovuto l'IMU che in questi anni ha pagato mia madre visto che non ha ricevuto bollettino come gli altri anni?
Alto