1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sopratutto se li hai tenuti con arroganza fuori dall'uscio.
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    No.
    Non fraintendere il senso dei sostantivi.
    Tutti i cantieri sono ovviamente "proprietà privata"...ma non tutti sono abitazioni di residenza come quella del caso di cui stiamo discutendo.
    @crzani80 ci vive all'interno...e la Legge parla chiaro.
    Nessuno entra senza il benestare del proprietario salvo disponga di un mandato.
    Se forza l'ingresso incorre in un reato specificatamente previsto
    art. 615 Codice Penale

    Quanto alla "regolarità" è una condizione che ho premesso...ma concorderai che se uno sa di avere qualcosa di "grave" ...e meglio entrino il più tardi possibile.
    Quantomeno avrà il tempo di prendere provvedimenti e salvare il salvabile.

    E al "bellimbusto" che pensa di farsi forza del suo tesserino...se trova il tipo tosto rimpiangerà la sua tracotanza.

    Legge 24 novembre 1981, n. 689
    13. Atti di accertamento

    Gli organi addetti al controllo sull'osservanza delle disposizioni per la cui violazione è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro possono, per l'accertamento delle violazioni di rispettiva competenza, assumere informazioni e procedere a ispezioni di cose e di luoghi diversi dalla privata dimora, a rilievi segnaletici, descrittivi e fotografici e ad ogni altra preparazione tecnica.

    D.P.R. 19 marzo 1955, n. 520

    8. Gli ispettori del lavoro, nei limiti del servizio a cui sono destinati, e secondo le attribuzioni ad essi conferite dalle singole leggi e dai regolamenti, sono ufficiali di polizia giudiziaria.

    Gli ispettori hanno facoltà di visitare in ogni parte, a qualunque ora del giorno ed anche della notte, i laboratori, gli opifici, i cantieri, ed i lavori, in quanto siano sottoposti alla loro vigilanza, nonché i dormitori e refettori annessi agli stabilimenti; non di meno essi dovranno astenersi dal visitare i locali annessi a luoghi di lavoro e che non siano direttamente od indirettamente connessi con l'esercizio dell'azienda, sempre che non abbiano fondato sospetto che servano a compiere o a nascondere violazioni di legge.

    ...
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    forse andava evidenziato in grassetto anche quello io ho riportato in rosso.
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma era già contemplato nella mia prima spiegazione quando parlavo delle eccezzioni...solo che il limite tra "fondato sospetto" e "perpetrato abuso"...è molto labile.
    Il "fondato sospetto" dovrà essere dimostrato da argomenti più che validi e meglio che poi si scopri prova del "misfatto"...altrimenti è palese abuso.
     
    Ultima modifica: 30 Novembre 2016
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ragazzi! :)
    che un tuttore dell'ordine deputato al controllo della sicurezza nei cantieri entri in un'abitazione abitata per controllare che siano rispettate le norme, è assolutamente improbabile. Ciò non toglie che per operare in edilizia su un immobile è necessario comunicare al Comune cosa si intende fare, il vicino impiccione infatti, vedendo movilmento e sentendo rumori potrebbe denunciare ai vigili i quali non entreranno in casa ma verificheranno l'esistenza di comunicazioni previste per legge e da qui si arriva alla denuncia per abuso edilizio che gli organi sono obbligati a presentare alla Procura e incorrere in un procedimento penale, poi ci sarebbero tutti i necessari accertamenti dell'ufficio Tecnico che dovrà ispezionare l'immobile e si presenterà previo appuntamento al quale bisogna aderire. Insomma, un casino che è meglio evitare
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Prima che ci sia una denuncia per abuso...devono rilevare la sussistenza del "reato".

    Se tu ti metti a rifare l'intonaco di una parete interna o sostituisci delle piastrelle sul pavimento...di rumore ne fai di certo, ma non serve alcun permesso.
    Altrimenti ogni vota che usi un trapano i vigili dovrebbero entrare per ispezionare.

    Mi pare che da una domanda banale si stia volando per tangenti sconosciute.
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    già l'esistenza di lavori non comunicati consiste nel reato, un mio cliente è stato denunciato perchè stava rifecendo da solo l'impermeabilizzazione del tetto del box, segnalato da un signore che passava col cane per strada. I vigioi hanno accrtato che non vi era stata comunicazione e hanno proceduto, si è presentata una pratica in sanatoria e così il procedimento amministrativo si è sistemato. Le procure in questi casi, ricevendo dal comune la comunicazione della chiusura amministrativa, "dimenticano" di procedere e si va in prescrizione
     
    Ultima modifica: 30 Novembre 2016
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Posto che è reato solo ciò che è punibile penalmente ...non puoi genericamente affermare quanto sopra.

    Esiste una pletora di lavori per i quali non serve comunicazione alcuna...che fai prima ad elencare quelli che necessitano di una comunicazione se non di un permesso.
     
  9. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    il tuttore è uno che lavora 24 ore al giorno? Grazie.
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    a me risulta che puoi fare tutti i lavori che vuoi ma devi comunicare al comune che li fai, anche sostituire i serramenti va comunicato, ch epoi non si faccia e nessuno arrivi a contestare, ok
    Si chiama attività libera ma va segnalata
     
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A me risulta altro...e nel settore ci lavoro.

    Per comodità:
    Lavori edilizi 2016 2017: quando serve CIL, CILA, SCIA quando no

    Lavori edilizi liberi

    Non serve alcun permesso né comunicazione per tutti quegli interventi di manutenzione ordinaria comprese le tinteggiature interne, il rifacimento di pavimenti e rivestimenti interni, la sostituzione di porte e di impianti, purché senza innovazione.

    Rientrano negli interventi di edilizia libera anche quelli per l’eliminazione delle barriere architettoniche, sempre nel caso non modifichino la sagoma dell’edificio.

    Altrimenti si dovrebbe comunicare anche quando pianti un chiodo o fai un buco col trapano.
     
  12. Hug

    Hug Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    E' bene sapere che: Il decreto SCIA 2 modifica il Dpr n. 380/2001. I regimi abilitativi:
    1. attività libera, 2. CIL, 3. Cila, 4. Scia, 5. Super-Dia, 6. permesso, 7. permesso alternativo alla Scia
    sono sostituiti dai seguenti:
    1. attività libera, 2. Cila, 3. Scia, 4. permesso, 5. permesso in alternativa alla Scia.
     
  13. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ok, forse mi sono perso alcuni aggiornamenti normativi :innocente:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina