1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. geco

    geco Nuovo Iscritto

    Nel dicembre 2003 mio padre fece un contratto di locazione 4+4 per uso abitativo. alla scadenza del 2007 mio padre fece regolare disdetta alla quale seguì una contrattazione per un canone maggiore ma il contratto con le nuove pattuizioni non è stato mai registrato. Nelle more sono deceduti sia mio padre che il conduttore. Io per successione sono divenuta nuda proprietaria ed il coniuge convivente del conduttore è subentrato nella locazione (sebbene senza nessun atto scritto).
    Ora, non essendoci altro contratto scritto e registrato che quello del 2003 ritengo che la locazione dovrebbe scadere naturalmente a dicembre 2011. Vorei sapere anzitutto se è vero quello che penso e poi, a chi devo fare la disdetta per finita locazione dal momento che non intendo più rinnovarla? Al coniuge convivente al momento del decesso del conduttore? Inoltre, dovrei vendere questo immobile ma l'acquirente lo vuole libero. Se il faccio il preliminare di vendita per l'immobile libero ma conduttore pur sottoscrivendo con me un verbale di consegna dell'immobile e consegnando le chiavi impedisce all'acquirente di prendere reale possesso dell'immobile, divento io inadempiente rispetto al preliminare o l'eventuale azionecade a carico del'acquirente? grazie
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    il coniuge se muore il marito ha diritto a restare nell'immobile il marito fino alla scadenza del contratto.
    ci mancherebbe.
    darai la disdetta alla moglie del locatore vedova di xxxxxxx con cui avevi fatto il contratto di locazione con il preavviso che avevate concordato.
    se vendi devi precisare che l'immobile e' affittato fino al xxxxxx, dare copia del contratto di affitto, se l'acquirente accetta la proposta di acquisto e poi l'inquilino non esce sara' lui a dover fare lo sfratto esecutivo.
    ciao
     
  3. geco

    geco Nuovo Iscritto

    Ok, ho capito, ma purtroppo l'acquirente lo vuole libero, quindi per me resta il problema che, se ufficialmente lo libero (con la consegna delle chiavi ed il relativo verbale)e poi l'inquilino, con uno stratagemma, o con altre chiavi non me lo consegna davvero ed io, nel frattempo, ho fatto il preliminare di vendita indicandolo libero, che accade? Sono idadempiente io o la responsabilità e dell'inquilino e dell'acquirente? questo è il grande dilemma.
     
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La situazione è complicata dai risvolti fiscali che le inadempienze implicherebbero.
    Credo che un accordo bonario, anche riconoscendo un vantaggio economico all' attuale conduttrice, sarebbe opportuno.
    :daccordo:
     
  5. ocxdll

    ocxdll Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    trattandosi di "convivente" non di moglie secondo me non ha nessun diritto di rimanere nell'alloggio, non ci sarebbe neanche bisogno di dare la disdetta ... e poi darla a chi se la convivente non compare nel contratto di affitto?
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    non è "convivente" ma
    :daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina