• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Buona sera, mi trovo a proporre un quesito: Una unità immobiliare di grandi dimensioni, è stata frazionata materialmente in due appartamenti., cui si accede da ingressi totalmente indipendenti contrassegnati da differenti numeri civici. Catastalmente risulta una unità indivisa. L'appartamento di maggiori dimensioni, verrà dato in locazione ad una famiglia, con contratto classico , e nello stesso inseriti tutti i dati inclusi quelli catastali, tutto regolare per utenze, Comune etc. L'appartamento più piccolo, veniva locato per brevissimi periodi in estate, ora un frequentatore abituale si è innamorato del posto e vuole stabilirvi la sua residenza, ora il problema è stipulare il contratto regolare, ma non resta estremo catastale da destinare a tale appartamento e contratto, problemi per la voltura energia e quant'altro. Quali opzioni ci possono essere?
 

Gianco

Membro Storico
#3
Devi prima regolarizzare la situazione urbanistica, se nella zona è permesso frazionare, poi dovrai presentare gli accatastamenti per frazionamento.
 
#4
Buona sera, mi trovo a proporre un quesito: Una unità immobiliare di grandi dimensioni, è stata frazionata materialmente in due appartamenti., cui si accede da ingressi totalmente indipendenti contrassegnati da differenti numeri civici. Catastalmente risulta una unità indivisa. L'appartamento di maggiori dimensioni, verrà dato in locazione ad una famiglia, con contratto classico , e nello stesso inseriti tutti i dati inclusi quelli catastali, tutto regolare per utenze, Comune etc. L'appartamento più piccolo, veniva locato per brevissimi periodi in estate, ora un frequentatore abituale si è innamorato del posto e vuole stabilirvi la sua residenza, ora il problema è stipulare il contratto regolare, ma non resta estremo catastale da destinare a tale appartamento e contratto, problemi per la voltura energia e quant'altro. Quali opzioni ci possono essere?
locazione parziale per entrmbi gli alloggi e sub contatori per uno dei 2
 
#5
locazione parziale per entrambi gli alloggi e sub contatori per uno dei 2.
locazione parziale per entrmbi gli alloggi e sub contatori per uno dei 2
Scusi, potrebbe spiegare meglio ? I contatori sono 2, in diversi accessi e numeri civici, ognuno serve indipendentemente il rispettivo appartamento. Come si può realizzare la "locazione parziale" ?
 

uva

Membro Senior
#6
ocazione parziale per entrmbi gli alloggi
Perché locazione "parziale"?
Si tratta di due appartamenti con numeri civici diversi, ognuno dei quali viene locato come unità immobiliare indipendente.
Secondo me non ha senso parlare di locazione parziale.
Dopo il frazionamento vanno accatastati singolarmente, e su ogni contratto di locazione si indicheranno i relativi estremi catastali.
 
#7
Perché locazione "parziale"?
Si tratta di due appartamenti con numeri civici diversi, ognuno dei quali viene locato come unità immobiliare indipendente.
Secondo me non ha senso parlare di locazione parziale.
Dopo il frazionamento vanno accatastati singolarmente, e su ogni contratto di locazione si indicheranno i relativi estremi catastali.
Eh, si, il problema resta il frazionamento, che preferirei evitare, almeno per ora.
 
#10
Quindi, se non ho capito male, posso fare i due contratti nei quali inserisco lo stesso mappale e sub, chiaramente inserendo il diverso civico ; poi per l'utenza energia stesso discorso, spero non facciano storie. Devo specificare altro o non serve, essendo che non vi è alcun collegamento fra i due appartamenti?
 

uva

Membro Senior
#11
due contratti nei quali inserisco lo stesso mappale e sub, chiaramente inserendo il diverso civico ;
A me sembra sbagliato che ad un unico subalterno corrispondano due numeri civici diversi!

Tipo:
nel primo contratto di locazione l'unità immobiliare grande identificata col foglio x, particella y, sub z si trova in via Roma n. 2;
nel secondo contratto di locazione l'unità immobiliare piccola identificata con gli stessi estremi catastali si trova in via Roma n. 4.

Inoltre registrando i contratti all'Agenzia delle Entrate occorre indicare la rendita catastale sul mod. RLI: cosa scriveresti? La stessa rendita catastale per l'appartamento grande e per quello piccolo? Oppure la "dividi" secondo quale criterio?
 
#12
A me sembra sbagliato che ad un unico subalterno corrispondano due numeri civici diversi!

Tipo:
nel primo contratto di locazione l'unità immobiliare grande identificata col foglio x, particella y, sub z si trova in via Roma n. 2;
nel secondo contratto di locazione l'unità immobiliare piccola identificata con gli stessi estremi catastali si trova in via Roma n. 4.

Inoltre registrando i contratti all'Agenzia delle Entrate occorre indicare la rendita catastale sul mod. RLI: cosa scriveresti? La stessa rendita catastale per l'appartamento grande e per quello piccolo? Oppure la "dividi" secondo quale criterio?
la rendita non può cambiare. si fanno contratti con allegata la planimetria e specificata la porzione di immobile locata a ciascuno. In rli si mette P (parziale al posto di I (intero). l'immobile potrebbe avere 2 ingressi, ma va segnato quello sulla visura per entrambi. La cosa strana sono i contatori
 

uva

Membro Senior
#13
con allegata la planimetria
Forse ti riferisci alla planimetria originaria, quella relativa ad un unico appartamento.
Che non corrisponde alla situazione attuale: nel post n.#10 @Seriamente scrive "non vi è alcun collegamento fra i due appartamenti".

Segnando un unico ingresso per entrambi i contratti rimane il problema dei due indirizzi delle due unità immobiliari indipendenti, che hanno due numeri civici diversi.

Io come proprietaria non farei (e non registrerei all'Agenzia delle Entrate) dei contratti di locazione con dati non corrispondenti al reale stato degli immobili.

Per quanto riguarda le utenze, anche i Fornitori di energia elettrica, gas, acqua chiedono gli estremi catastali da indicare nei contratti di fornitura. Normalmente un'unica unità immobiliare oggetto di due contratti di locazione parziali ha un unico contatore per ogni utenza. Qui invece ci sono due contatori.
 
#14
Forse ti riferisci alla planimetria originaria, quella relativa ad un unico appartamento.
Che non corrisponde alla situazione attuale: nel post n.#10 @Seriamente scrive "non vi è alcun collegamento fra i due appartamenti".

Segnando un unico ingresso per entrambi i contratti rimane il problema dei due indirizzi delle due unità immobiliari indipendenti, che hanno due numeri civici diversi.

Io come proprietaria non farei (e non registrerei all'Agenzia delle Entrate) dei contratti di locazione con dati non corrispondenti al reale stato degli immobili.

Per quanto riguarda le utenze, anche i Fornitori di energia elettrica, gas, acqua chiedono gli estremi catastali da indicare nei contratti di fornitura. Normalmente un'unica unità immobiliare oggetto di due contratti di locazione parziali ha un unico contatore per ogni utenza. Qui invece ci sono due contatori.
due ingressi non necessariamente sono un problema. Bisognerebbe vedere la planimetria. il problema più grave è avere 2 contatori
 

Gianco

Membro Storico
#20
Secondo me non è vietato affittare porzioni di inutà immobiliari a soggetti diversi, i riferimenti catastali possono essere gli stessi, se esistono già contatori separati mi sembra che non vi siano problemi
Ogni unità in grado di dare reddito proprio va accatastata a se stante.
Diverso è il discorso quando si affitta una camera che resta comunque parte dell'immobile giacché utilizza la cucina, il bagno, il disimpegno e l'ingresso.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto