1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sanord

    sanord Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sono proprietario di un box auto sul quale si trova un giardino privato. Negli ultimi tempi, quando piove abbondantemente, per qualche tempo vengono giù delle gocce di acqua da una parte del soffitto. Senzaltro l'acqua si infiltra da qualche parte dove l'isolamento ha ceduto. Secondo voi la riparazione spetta a chi? Al proprietario del box, al proprietario del giardino o ad entrambi? Grazie in anticipo per la risposta.
    Saluti a tutti.
     
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ciao, la riparazione della perdita. secondo la tua descrizione, spetta al proprietario del giardino; ed a te (se non avete una assicurazione condominiale) ripristinare l'interno (tinteggiare).
    Se avete un'assicurazione condominiale ed il vostro amm.re ha inserito tutte le possibili cause di danno che si possono verificare, allora sentirei prima l'ammninistratore per denunciare all'assicurazione; se questa non c'è allora lo stesso si interesserà per far ripristinare la perita.
    Spero esserti stato d'aiuto.
     
  3. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è detto che esista un amministratore.
     
    Ultima modifica: 16 Maggio 2015
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In generale va capita l' origine del danno.

    Se sono state le piante o altre attività del padrone del giardino le spese spettano a quest' ultimo.
    Se la causa non è dimostrabile 1/3 al proprietario di giardino e 2/3 al titolare del box.

    La materia è controversa e ogni caso va analizzato precisamente.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In applicazione di quale norma?
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le norme variano a seconda di quale caso sia configurabile.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti. Ma la fattispecie in discussione non riguarda un lastrico solare.
     
  8. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Salvo non si dimostri un nesso causale che giustifichi una responsabilità ex art.2051 Cc, in una situazione analoga Cassazione ha applicato l'art.1125 Cc. Và altresì precisato che il manufatto aveva anche la funzione di terrazzo (non solo di giardino).
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Di sentenze ve ne sono svariate, alcune in contrasto...ma spesso vengono fraintese perché non perfettamente coincidenti.
    La giurisprudenza cerca di interpretare quale fra le varie norme (mancano quelle specifiche e "mirate") sia corretto applicare.
    Solitamente il 1125 (divisione al 50% della spesa per la soletta) viene applicato quando ila parte superiore (pavimento) funge anche da passaggio comune (es. marciapiede o passo carrabile).

    Nel caso di giardino privato prevale opinione di assimilare a "lastrico solare" valutando come prevalente la funzione di tetto ai sottostanti box.

    Salvo appunto nesso causale ...al proprietario del giardino spetta lo spostamento di terreno e piante mentre da guaina in giù tutto a carco del proprietario sottostante.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Concordo.
     
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    art.1126 serve per i lastrici solari, per quanto riguarda la soletta art. 1125 serve per questi interventi, pertanto un 50% al proprietario del giardino e 50% al proprietario del box, per il ripristino del giardino, e l'imbiancatura del box ognuno si fa il proprio
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Almeno ci si prendesse la briga verificare prima di ripetere cose già dette di cui si è supposta la fallicità.

    I danni provocati da infiltrazioni d'acqua provenienti da un giardino di proprietà esclusiva di un singolo condomino dovranno ripartirsi, al pari delle spese per la sua manutenzione, secondo i criteri dettati dall'articolo 1126 del Codice civile: vale a dire che un terzo della spesa sarà a carico del proprietario esclusivo del giardino, mentre i restanti due terzi saranno suddivisi tra tutti i condòmini in base ai millesimi di proprietà.Qualora siano necessarie spese per la rimozione del materiale presente nel giardino, ad esempio per agevolare i lavori di riparazione dei danni provocati dalle infiltrazioni, le stesse dovranno essere sostenute dal proprietario esclusivo del giardino. In merito, una sentenza del Tribunale di Milano, la 12211 del 6 dicembre 2003, ha stabilito che "restano a completo carico del proprietario esclusivo del giardino le spese necessarie allo spostamento e al riposizionamento di piante e oggetti vari presenti sul terrazzo di proprietà esclusiva, anche se tale spostamento si è reso necessario per procedere alla ristrutturazione".


    Viceversa...se la parte superiore è di uso comune/transito:

    Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 19 Luglio 2011, n. 15841. Infiltrazioni di acqua: le spese di ripristino vanno divise a metà, ex art. 1125, quando il solaio è anche cortile di accesso al condominio


    Come detto la giurisprudenza non è univoca e vi sono troppe possibili interpretazioni che vanno applicate sulle differenze dei singoli casi.

    Ancora mi permetto di evidenziare questo passaggio:
    ...
    Tribunale di Genova il quale ha ritenuto che le spese di manutenzione o ricostruzione di una terrazza, attrezzata e corredata ad aiuole in muratura, posta a livello dell’appartamento del primo piano e costituente il tetrodi un solo locale adibito ad autorimessa, debbano essere ripartite secondo i criteri indicati dall’art. 1126, Codice civile, (Trib. Genova, 14 febbraio 1996, n. 417). Il Tribunale ha cioè equiparato la terrazza ad un lastrico solare ritenendo che la funzione di copertura del locale sottostante sia prevalente sull’uso superficiario della terrazza attribuito in esclusiva al proprietario dell’appartamento a livello. Ne consegue che il proprietario dell’autorimessa, per la quale la copertura rappresenta un elemento essenziale dal punto di vista strutturale e funzionale, è tenuto a contribuire per due terzi nelle spese di riparazione o ricostruzione della terrazza; l’altro terzo è a carico del proprietario dell’appartamento soprastante a cui l’uso della terrazza conferisce soltanto un valore accessorio consistente nella sua maggior comodità o amenità...

    Per chi volesse leggere tutto il "minestrone":

    La ripartizione delle spese di rifacimento della copertura dei boxes non appartenenti al corpo dell’edificio principale :: Diritto & Diritti

    ...e come diceva il buon Patsy: l' ultimo chiuda la porta.
     
    Ultima modifica: 18 Maggio 2015
  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :disappunto: se pensi che verifico per copiare le tue cassate ti sbagli, quando vedo il post del ghiaccio cambio pagina
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    semmai verifica per capire....ma se l' acculturarti non ti confà... sei libero di andare a giocare a bocce.
     
  15. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    usando la tua testa per pallino (forse) acculturato come senza offesa un gallina padoana
     
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    E fa molto male....
    Le indicazioni datele sono oltremodo pertinenti.
    Il mio stesso intervento, nel richiamare Cassazione e l'applicazione analogica del 1125, sottolineava la consistenza mista dell'area (giardino+piano di calpestio e proprio per quest'ultimo la Corte si' dispose). Rilegga tutto e non potra' che convenirne.
    Risposte secche e parziali, mai danno una visione reale del problema, ed hanno solo il comodo effetto di non esporsi (causa carenza di motivazioni circa le scomode posizioni assunte)
     
  17. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le galline dimostrano quozienti di intelligenza superiori a certi vermi bergamaschi...e guarda caso se li mangiano a colazione (senza offesa per i vermi e per i bergamaschi).

    Al gioco delle" metafore" riservo solo una battuta...la successiva controreplica passa diretta come segnalazione.

    A buon intenditore poche parole.
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    penso una sola cosa, quando scrivi e parli mettiti davanti allo specchio, avrai risposte dirette, anche se non so se riesci a capirle (acculturato)
    se eviti di rispondere alle NINFEE è meglio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina