1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag:
  1. pepgia

    pepgia Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    La pergola al momento monta 7 archecci. E’ superiore ai 20mq motivo per cui è stata presentata anche pratica al genio civile. Inoltre intorno alla pergola mi hanno appena autorizzato in variante le vetrate senza montati verticali (tipo Weese) ed in testa intendevo mettere un telo in pvc retrattile motorizzato ( impermeabile ma amovibile). Il telo non è dichiarato nella scia, spero non sia un problema. Il tutto per mettere un tavolo e qualche sedia e sedersi in terrazzo anche di inverno.
    Non oso immaginare quando il condominio vedrà le weese, mi manderanno la NATO :)
    Continuo comunque a non capire il discorso della pensilina. La pensilina e’ addossata lungo il cornicione del torrino ( su 3 lati) e sporge per un metro, nel regolamento condominiale non vi è nessun divieto. Quello che loro contestano e’ che una parte di questa pensilina addossata al cornicione confina con il terrazzo condominiale.
     
  2. pepgia

    pepgia Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Aggiungo che si non sono nuovo di beghe con il condominio. Il tutto e’ iniziato un anno fa quando ho comprato l’immobile ed ho manifestato l’intenzione di rendere il terrazzo più vivibile, allora chiesi all’amministratore se potevo installare una tettoia e mi disse certo lo faccia, nel condominio nessuno le dirà nulla attenzione ai proprietari degli attici limitrofi che potrebbero fare la spia. Invece a nessuno gliene è fregato nulla. La spia l’ha fatta quello al piano di sotto, perche’ l’appartwmentonche ho comprato era del costruttore e mai abitato. Il proprietario di sotto è andato la prima volta dai vigili e la seconda volta ha scritto l’ammonistratore a seguito della mia comunicazione di inizio lavori. Mai un’assemblea. Adesso mi ha inviato questa raccomandata, a ridosso del mese di agosto chiedendo sopralluogo (per la serie a settembre ti facciamo vedere noi) la pergola e’ di sezione doppia con travi 28x12 archecci 16x16 e pilastri 12x12 ed e’ avvitata con la classica minuteria minutezze certificata per le pergole. La tettoia e’ sancita dal regolamento condominiale quindi poi ho evitato di costruirla proprio perché avrei perso contro il condominio e non avrei mai avuto delibera scritta. La pergola non è menzionata e neanche la pensilina.
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Per la pensilina sarebbe gradita una foto così riusciamo a capirci.
    La pergola è costituita dai pali verticali, portanti, posti generalmente ai vertici, da delle travi traverse e da travi longitudinali intervallate da spazi vuoti. Si può coprire con elementi amovibili e non può essere chiusa perimetralmente. Infine non necessita di alcuna autorizzazione ed ancor meno deve essere comunicata al genio civile. Questa procedura va seguita se si tratta di una struttura atta a sorreggere pesi consistenti per cui necessita di disegni calcoli e relazione perché necessita di una pratica edilizia.
     
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    dalla descrizione io sono più convinto che la pergola sia una vera e propria costruzione.
     
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Cvd

    Sorprende che abbiano pure approvato variante...senza chiedere benestare del Condominio.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    :ok:Sospettato fin da principio.
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Amministratore "spaccone" o sprovveduto.
     
  8. pepgia

    pepgia Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Nel comune di Roma qualunque costruzione , tettoia pensilina, pergotenda che superi i 20mq di superficie necessita di genio civile. E’ obbligatorio altrimenti al comune non accettano la pratica. Si è una vera e propria costruzione, in quanto differentemente dalle solite pergole in edilizia libera , la sezione del legno e’ molto doppia, ma non fa volume. Appena riesco faccio qualche foto alla pensilina. Al momento la cosa che mi preoccupa è :
    1) come rifiutare la richiesta di accesso all’immobile dell’amministratore? Insomma me lo chiede per iscritto dopo che a voce l’ho fatto entrare due volte ? E no, basta
    2) se ci sono vincoli normativi per cui , nonostante il comune abbia autorizzato la pensilina, devo comunque rimuoverla
    3) se possono opporsi nonostante abbia inviato comunicazione di inizio lavori ad aprile all’amministratore chiedendo di informare l’assemblea... ma non vedo nessun verbale
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il primo comma dell'art. 66 delle disposizioni di attuazione del codice civile recita:
    L'assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall'art. 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall'amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio.
    Quindi l'unico modo per informare l'assemblea è quella di mandare nelle forme e nei tempi previsti dal c.c. la convocazione con all' OdG la deliberazione sui lavori che intendi svolgere con allegata tutta la documentazione in modo che, presa visione di quello che intendi fare, l'assemblea si possa esprimere positivamente o negativamente. Fai attenzione che per certe delibere che coinvolgono la proprietà condominiale ci vuole la maggioranza di 1.000/1.000.
    il fatto di aver presentato la CILA in Comune e la pratica al Genio Civile non sono per di se stesso autorizzazioni qualora, su segnalazione di un privato che richiedesse l'intervento dei Vigili Municipali che si occupano della repressione abusi edilizi, emergesse che la costruzione non rispetta vincoli normativi ti verrà ingiunto di rimuoverla.
    non sei obbligato a far entrare l'amministratore ma oggi come oggi con 3/400 euro fanno il rilievo con i droni e vedono quello che stai facendo o che hai fatto.
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    E' una richiesta insolita, da dove risulta? Il Genio Civile poi a che titolo pretende una cosa del genere? Va bene che Roma è la capitale, ma ciò non le permette di avere norme civili differenti dal resto del Paese, tranne per certe zone vincolate.
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sugli arredi da giardino c’è sempre stata ampia giurisprudenza volta a stabilire quando e se ci debba essere bisogno del permesso di costruire e quando invece si tratti di «edilizia libera» per la quale non è necessaria l’autorizzazione del Comune. La linea di confine è sempre stata considerata la precarietà dell’opera e la non definitività della stessa, oltre che le dimensioni: in buona sostanza non contano tanto i materiali di cui è composto il manufatto quanto piuttosto la circostanza che esso possa servire solo per un periodo di tempo ridotto e sia, quindi, facilmente asportabile. L’esempio tradizionale è quello del gazebo: non è necessario il permesso quando la sua installazione è limitata a un singolo evento (un matrimonio, uno stand, una fiera, ecc.), mentre invece è obbligatorio nel momento in cui si intende realizzare uno spazio vivibile ed abitabile in modo perenne. In tal caso non rileva il fatto che si tratti di un’opera di plastica e facilmente rimovibile.
    Il testo unico sull’edilizia stabilisce che sono ricompresi nell’ edilizia libera infine i pergolati, anche questi di limitate dimensioni e non stabilmente infissi al suolo; le tende, le tende a pergola, le pergotende, le coperture leggere di arredo; gli elementi divisori verticali non in muratura, anche di tipo ornamentale.
    Sulla distinzione tra pergolato, gazebo e veranda, il Consiglio di Stato ha chiarito che: «il pergolato costituisce… una struttura realizzata al fine di adornare e ombreggiare giardini o terrazze e consiste, quindi, in un’impalcatura, generalmente di sostegno di piante rampicanti, costituita da due (o più) file di montanti verticali riuniti superiormente da elementi orizzontali posti ad una altezza tale da consentire il passaggio delle persone. Il pergolato, per sua natura, è quindi una struttura aperta su almeno tre lati e nella parte superiore e normalmente non necessita di titoli abilitativi edilizi. Quando il pergolato viene coperto, nella parte superiore (anche per una sola porzione) con una struttura non facilmente amovibile (realizzata con qualsiasi materiale), è assoggettata tuttavia alle regole dettate per la realizzazione delle tettoie (Consiglio di Stato, sez. VI, 25/01/2017, n. 306) »

    Consiglio di Stato, sez. VI, 28/06/2017, n. 3172
    È illegittimo l’ordine di demolizione, adottato per l’assenza del permesso di costruire, di una tensostruttura collocata su un terrazzo, costituita da una pergola in metallo corredata da tenda in PVC con movimento elettrico per una superficie coperta pari a 32,76 metri quadri. La struttura in questione non configura, infatti, né un aumento del volume e della superficie coperta, né la creazione o modificazione di un organismo edilizio, né l’alterazione del prospetto o della sagoma dell’edificio cui è connessa, in ragione della sua inidoneità a modificare la destinazione d’uso degli spazi esterni interessati, della sua facile e completa rimuovibilità, dell’assenza di tamponature verticali e della facile rimuovibilità della copertura orizzontale (addirittura retraibile a mezzo di motore elettrico).

    Tribunale Roma, sez. V, 06/03/2017, n. 4479
    In tema di distanze e vedute , il proprietario del singolo piano di un edificio condominiale ha diritto di esercitare dalle proprie aperture la veduta in appiombo fino alla base dell’edificio e di opporsi conseguentemente alla costruzione di altro condomino (nella specie, un pergolato realizzato a copertura del terrazzo del rispettivo appartamento), che, direttamente o indi-rettamente, pregiudichi l’esercizio di tale suo diritto, senza che possano rilevare le esigenze di contemperamento con i diritti di proprietà e alla riservatezza del vicino, avendo operato già l’art. 907 cod. civ. il bilanciamento tra l’interesse alla medesima riservatezza e il valore sociale espresso dal diritto di veduta, in quanto luce e aria assicurano l’igiene degli edifici e soddisfano bisogni elementari di chi li abita.

    T.A.R. Napoli, (Campania), sez. VIII, 05/05/2016, n. 2282
    I manufatti non precari, in quanto funzionali a soddisfare esigenze permanenti, devono ritenersi idonei ad alterare lo stato dei luoghi, con conseguente incremento del carico urbanistico, a nulla rilevando la loro eventuale precarietà strutturale, la rimovibilità della struttura e l’assenza di opere murarie .
     
  13. pepgia

    pepgia Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Si tratta del solo deposito sismico al genio
    Con sorteggio se non vi è perizia del geologo. Da ingegnere informatico ( ma cresciuto sui cantieri) mi sto facendo una cultura . La cosa che mi stupisce e’ che al comune per avere una consulenza dipende dal dipendente di turno che umore ha.. ed anche se ti accettano una certa variante oppure no.

    Riguardo il discorso dei droni, semmai dovessero presentare in una causa prove fotografiche scattate con i droni o in qualunque altro modo (perché è sufficiente scavalcare sopra il torrino) secondo me si beccano una bella denuncia per violazione della privacy. Il garante si è ben espresso su quest’argomento. La pratica non è una cila bensì una scia alternata al pdc ( cosiddetta scia2) ed oggi ho finalmente sono passati i 30 gg per l’installazione delle tamponature laterali.
     
  14. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sappi che se metti le tamponature la tua pergola perde le caratteristiche di pergola (che per essere tale deve avere almeno 3 lati liberi) e la copertura diventa un tetto; quindi quello che ti accingi a costruire è una costruzione e come tale deve rispettare le distanze dai confini con altre proprietà. Poi fai come vuoi.
    Per quanto riguarda la privacy forse hai un concetto tutto personale di questo diritto.
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    @Luigi Criscuolo, Concordo con quanto hai scritto. Non credo di aver fatto affermazioni contrarie.
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    @pepgia, quella del deposito al genio civile per via del vincolo sismico, mi era ignoto, non fosse altro perché la mia Sardegna non è soggetta a questo rischio.
    Se poi invii una foto della pensilina, potrò esprimere il mio parere.
     
  17. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Può chiedertelo anche in Aramaico...se tu non lo permetti non ha diritto ad entrare salvo su disposiy di un Giudice.

    I Comuni concedono permesso sempre fatti salvi i diritti di terzi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi