1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. oletto

    oletto Nuovo Iscritto

    Ho firmato una proposta acquisto irrevocabile, con i proprietari di un immobile, uno escluso perchè anziano incapace.
    Il giudice che doveva dichiararlo incapace e nominare il tutore il modo da poter fare compromesso e rogito ha richiesto ulteriore documentazione e non so bene quanto tempo ci vorrà ad avere il tutore nominato.
    Ho la possibilità di uscire dalla proposta tra un mese, grazie ad un apposita clausola.
    Oppure posso accordarmi per un ulteriore data per il rogito, ma a questo punto come fare ad avere uno sconto sul prezzo, visto che sono già al valore della perizia fatta per il giudice e che scendere ulteriormente potrebbe essere un problema quando il tutore dovrà giustificare la vendita al giudice?
    Saluti
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Solo tu puoi decidere se l'operazione ti convince o meno. Ciò detto, se ritieni la cosa a te conveniente, fissa una seconda scadenza e fai presente i gravi inconvenienti che riporti con queste lungaggini. A fronte di questa proroga, il discutere il prezzo, forse risulta difficile e quindi prova a chiedere, in considerazione che devono dichiarare incapace uno dei comproprietari e quindi avranno un Notaio di fiducia, che come indennizzo ti paghino la parcella del Notaio della futura compravendita. O se avete una agenzia ti paghino loro l'intermediazione. Insomma cerca di fare una cosa soppesata ed equilibrata.
     
    A ralf piace questo elemento.
  3. oletto

    oletto Nuovo Iscritto

    Poichè la casa mi interessa e il prezzo è buono, avrei pensato alla possibilità di una qualche forma di affitto, che mi permettesse di fare allacci (luce,acqua,gas) e lavori di rimodernamento per circa 20000€, ma che vincolasse ,i proprietari capaci, a vendermi al prezzo concordato la casa una volta che il giudice ha nominato il tutore.
    Sarà possibile? ne ho accennato al mio notaio che però ha storto molto la bocca.
     
  4. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Anch'io storco la bocca.
    Personalmente mi ritirerei dal contratto data l'apposita clausola intelligentemente inserita.
    Credimi,per esperienza personale,sono situazioni ingarbugliate e lo stress aumenta.
    In questo momento di crisi puoi trovare quanti appartamenti vuoi,anche meglio di quello che ti piace.
    Gatta
     
    A e piace questo messaggio.
  5. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dunque, Oletto, la tua idea non mi dispiace a patto di farla veramente bene. Strano che il Notaio non abbia capito che tu vuoi fare qualche cosa in quella direzione. Torna da lui e comincia a far vedere la tua determinazione e lui deve trovare una soluzione. Io abbozzerei queste precauzioni:
    A) per tutelare i venditori, trovo onesto un contratto di affitto:
    B) I venditori devono garantire per una lungaggine di cui non conoscono esattamente i tempi e quindi, si dovrebbero impegnare a vendere a te al prezzo pattuito, si riservano un lasso di tempo, rinnovabile di Tot, (libera trattativa) e su quel preliminare versi una caparra confirmatoria possibilmente consistente. A quel punto tu sei tutelata, i venditori, se fossi io, mi terrei una scappatoia solo per la variabile parente in via di interdizione, ovvero questa sarebbe l'unica clausola di risoluzione con restituzione della caparra semplice, non doppia.
    C) Altra strada potrebbe essere una fidejussione bancaria di pari importo della caparra semplice, in modo tale che a mancato accordo, causa interdizione, tu sia già garantita di rientrare nei tuoi soldi anticipati.
    Ripeto, il Notaio deve trovare la strada e se questo non ti soddisfa, cambialo, è tuo diritto avere un professionista all'altezza.
     
  6. arula

    arula Membro Attivo

    Sei sicuro che l'interdizione sarà accettata dal giudice?
    Non è che i parenti vogliono l'interdizione per una questione di vantaggio....???:???:

    A parte questo, solitamente i giudici sono molto attenti e pongono delle condizioni per la vendita di immobili di proprietà degli interdetti, periziano l'immobile e stabiliscono un prezzo base di vendita sotto il quale non si può scendere.

    Al tuo posto, prima di fare altri passi, aspetterei la risposta del giudice, poi potrai analizzare le diverse soluzioni, in caso ci fossero problemi.

    Inoltre .......
    la proposta di acquisto è stata fatta tramite agenzia?
    avete stabilito di fare poi un preliminare?
    hai lasciato un deposito fiduciario diventato caparra confirmatoria?
    la proposta è stata formalmente accettata?

    facci sapere qualcosa di più.......
     
    A ralf piace questo elemento.
  7. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    ...riconfermo:se puoi uscirne,fallo.
    Sono situazioni complicate e da stress.:domanda:
    Gatta
     
  8. gmp

    gmp Membro Attivo

    attenzione ai tempi; per un procedimento di nomina di tutore ci vuole anche più di un anno, dipende dalla velocità del singolo tribunale
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina