• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

majocca

Membro Junior
Proprietario Casa
Questo vale solamente quando si tratti di un albero, non facente parte di un filare.
Quindi tale principio non è applicabile nel caso di alberi che facciano parte di un filare situato lungo il confine. Se così fosse, essi possono essere sostituiti anche se insistenti a distanza illegale.
Art. 2943 c.c.
Si impara sempre qualcosa di nuovo nella vita : grazie.
 

Mr Big Time

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno, sono nuovo e rispolvero questa discussione perchè ho un problema simile. Premessa, cerco di descrivere (anche con lungaggini) la situazione.

Un anno fa ho acquistato una casetta schiera di testa. I lati ovest ed est confinano con il mio vicino. Esiste un muretto alto ca. 20cm e sopra una rete a maglie rettangolari in acciaio verniciato. Alta circa 150cm.
Il precedente proprietario non aveva messo alcuna siepe, telo ecc.

Per questioni di privacy io e la mia compagna abbiamo pensato di mettere una siepe di gelsomino.
Ovviamente nel fare il giardino ho contattato un giardiniere della zona con circa 40 anni di esperienza.
Spiegando la nostra idea del gelsomino mi dice che è fattibile ma prima chiedere il permesso al vicino per evitare problemi anche perché ci sono distanze da rispettare.
Per agevolare la cosa mi suggerisce di dirgli che per abbellire le case vorremo mettere la siepe e ovviamente il lavoro sarebbe stato solo a spese mie senza chiedergli nulla.
Nel caso ci siano possibili rimostranze in quanto il gelsomino andrà in parte nella loro proprietà, dirgli che avremmo messo, se d’accordo, un telo ombreggiante verde così avremmo evitato questo fastidio ed inoltre che mi sarei occupato personalmente delle potature e possibili sbordature.
Questo telo, a detta dell’esperienza del giardiniere anche in altre situazioni precedenti, sarebbe un cavillo che trasformerebbe la ringhiera in “muro” per cui non ci sarebbero problemi legali. Il telo infatti coprirebbe interamente le maglie e quindi i buchi della rete.
Infatti, secondo il giardiniere, tutte le distanze elencate nell’art. 892 possono essere disapplicate nel caso in cui vi sia un muro sul confine privo di aperture (è indifferente il fatto che lo stesso sia comune o di proprietà esclusiva di un soggetto), ma a patto che le piante poste in prossimità non superino l’altezza del manufatto.

Propongo la cosa al vicino ad ottobre 2019. Mi dice che non ci sono problemi salvo poi richiamarmi perché la moglie dice che il gelsomino è invasivo e quindi non sono molto d’accordo. Uso subito l’escamotage del telo verde ed accettano seppure non proprio convinti.

Procediamo con i lavori. Appena finita l’esecuzione alla sera mi chiamano lamentandosi che non va bene in quanto il gelsomino avrà comunque la tendenza ad andare nella loro proprietà, alcuni rami potrebbero infastidire gli ingranaggi del cancello elettrico ed i fiori porteranno api/vespe pericolose.
Rispondo che sono critiche deboli e che in ogni caso come promesso avrei personalmente curato la siepe senza doverli coinvolgere e che sarei stato molto accorto come fino ad ora dimostrato nei mie comportamenti. Diplomaticamente dopo una conversazione di circa 10 min accettano.

A distanza di mesi, complice la pandemia e lockdown, siamo tutti a casa. La loro bimba, giocando con il papà ogni giorno, butta la palla almeno 2 volte al giorno nel nostro giardino. Le prime volte glielo restituisco senza fiatare con un sorriso, dopo loro telefonate, campanello e richieste via mess, Siccome nel corso delle settimane questo si ripete più volte al giorno ad un certo punto dico stizzito come battuta, “metteremo una rete”.
Passano solo alcuni giorni e nella parte ovest loro innalzano una rete da pesca verde alta 3 metri circa senza chiedere nessun permesso.
Faccio finta di nulla ma nonostante ciò la palla, ora più raramente, arriva lo stesso.
Nel frattempo il gelsomino cresce ed in una punto del lato est, sborda leggermente.
Loro educatamente lo piegano continuamente al di sotto della rete fino però a tagliarlo.

Questo diventa il casius belli. Infastidito dico loro che è un dispetto e che come da accordi avrei sempre provveduto a potare. Loro mi dicono che non avrebbero mai voluto il gelsomino e che non mi è permesso tenerlo in quanto deve stare a 50cm dalla rete. Rispondo che per legge, secondo quanto spiegato dal giardiniere, invece è possibile. Ulteriormente loro hanno innalzato una rete a 3 m senza minimamente chiedere se fossi d’accordo e che quindi non è corretto neanche questo.

Passano nemmeno 3 giorni e mi presentano a mano il noto art. 892 che segue il comune di residenza. Rispondo che capisco ma eravamo d’accordo entrambi. In ogni caso mi informerò al riguardo.

Loro mi dicono che posso spostare la rete a 50cm successivamente a stagione terminata (perché nel frattempo mi sono fatto un piccolissimo orto) e il telo lo posso lasciare. Loro anche domani tolgono la rete da pesca però poi il pallone arriverebbe nella mia proprietà.

Cosa ne pensate?



E’ corretto secondo legge aver messo il telo e quindi venir meno la distanza di 50cm?

Il giardiniere dice che sono in regola e che potrei affidarmi ad un avvocato ma onestamente mi pare eccessivo anche perché ho compromesso i rapporti di vicinato.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Il giardiniere dice che sono in regola e che potrei affidarmi ad un avvocato ma onestamente mi pare eccessivo anche perché ho compromesso i rapporti di vicinato.
Lasci perdere i suggerimenti del giardiniere; un telo non trasforma una recinzione in un muro.
Qui sei nell'ambito del buon senso, più che in quello del rispetto totale delle norme ; loro hanno tollerato il gelsomino, tu tollera qualche potatura e la reta per il pallone...
Se hanno deviato il gelsomino, è perché tu non lo hai potato in tempo.
 

Mr Big Time

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Lasci perdere i suggerimenti del giardiniere; un telo non trasforma una recinzione in un muro.
Qui sei nell'ambito del buon senso, più che in quello del rispetto totale delle norme ; loro hanno tollerato il gelsomino, tu tollera qualche potatura e la reta per il pallone...
Se hanno deviato il gelsomino, è perché tu non lo hai potato in tempo.
Grazie per la risposta.
Il fatto è che io ho tollerato la rete senza fare alcuna rimostranza ma loro non tollerano più il gelsomino. Mi hanno chiesto esplicitamente di spostarlo a 50cm.
Temo siano loro a non essere tolleranti.

In ogni caso mi volevo concentrare sul telo divisorio e la deroga ad appoggiarci il gelsomino.
 

majocca

Membro Junior
Proprietario Casa
Prova a pensare che loro hanno innalzato la rete NON per farti dispetto, ma per non darti piu fastidio con la palla della figlia.... quindi nno credo volessero farti torto. (anche se correttamente questo potrebbe togliere una parte della vista).

Se ovviamente sei convinto del contrario, è tuo diritto far rispettare che loro NON taglino piu il tuo gelsomino, ma è tuo dovere tenerlo tagliato.

Domanda: le piantane della rete come sono installate? visto dall'alto la sezione alta (orizzontale) della T è verso la tua proprietà o verso la loro proprietà?
 

Mr Big Time

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Prova a pensare che loro hanno innalzato la rete NON per farti dispetto, ma per non darti piu fastidio con la palla della figlia.... quindi nno credo volessero farti torto. (anche se correttamente questo potrebbe togliere una parte della vista).

Se ovviamente sei convinto del contrario, è tuo diritto far rispettare che loro NON taglino piu il tuo gelsomino, ma è tuo dovere tenerlo tagliato.

Domanda: le piantane della rete come sono installate? visto dall'alto la sezione alta (orizzontale) della T è verso la tua proprietà o verso la loro proprietà?
Forse stiamo deviando dalla questione.
In se la rete (anche se indecorosa per loro stessa ammissione) non mi crea alcun disagio.. va però detto che oltre al danno, la beffa... la palla arriva ancora. Ripeto, non lo ritengo in ogni caso elemento di disturbo. Sono più per dire, le cose si compensano.

La questione è questa.
Ciò che mi preoccupa è di non essere in regola con la legge.
Il giardiniere sostiene che lo sono perchè il telo oscurante appoggiato alla ringhiera copre tutti gli eventuali buchi nelle maglie (un lavoro davvero ben fatto anche secondo altri professionisti che mi hanno fatto lavori in casa, bello da vedere...) e di conseguenza "fa muro".
Per ciò posso appoggiare le piante di gelsomino, a patto non superino in altezza il manufatto (ringhiera + telo).
Se volessi potrei sentire una
Le piantane che sono installate sul muretto hanno una vite da una parte una dall'altra della ringhiera. Quindi sono equamente divise. In sezione dall'alto si vedono così: -II-
 

Mr Big Time

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Qualcuno mi dice se legalmente regge questa tesi:
Il giardiniere sostiene che lo sono perchè il telo oscurante appoggiato alla ringhiera copre tutti gli eventuali buchi nelle maglie e di conseguenza "fa muro".
Per ciò posso appoggiare le piante di gelsomino, a patto non superino in altezza il manufatto (ringhiera + telo).
E' corretto?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
direi di no. Se la rete è sul confine ed è di proprietà comune devi aver il consenso del vicino per farci arrampicare l'essenza arborea. Il fatto che abbia messo un telo è ininfluente perché l'ha messo nella sua proprietà. Il gelsomino è una pianta rampicante che va piantata ad almeno 0,50 m dalla linea di confine. Per fare le cose in modo che nessuno possa dirti nulla devi mettere la spalliera a 0,50 m dal confine e farci arrampicare il gelsomino.
 

Mr Big Time

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
direi di no. Se la rete è sul confine ed è di proprietà comune devi aver il consenso del vicino per farci arrampicare l'essenza arborea. Il fatto che abbia messo un telo è ininfluente perché l'ha messo nella sua proprietà. Il gelsomino è una pianta rampicante che va piantata ad almeno 0,50 m dalla linea di confine. Per fare le cose in modo che nessuno possa dirti nulla devi mettere la spalliera a 0,50 m dal confine e farci arrampicare il gelsomino.
E' un ginepraio :)
Purtroppo i rapporti si sono incrinati.
Qui abito da neanche un anno. Ad ottobre quando decisi di fare questa cosa, come detto, ho avuto il loro consenso. L'avrò pure strappato ma me l'hanno consentito.
Ora a distanza di mesi rimostranze e minacce.
Credevo di aver fatto una cosa da vedere piacevole e decorosa.
Se per il quieto vivere mi devo spostare a 50cm lo farò ma poi innalzerei una struttura alta max 250cm (per legge) su cui far arrampicare le piante.
Penso così sia peggio...
Cosa ne pensate?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Credevo di aver fatto una cosa da vedere piacevole e decorosa.
francamente lo penso anche io.
Mi ricordo ancora i primi anni in cui sono venuto ad abitare in questa casa attuale e il vicino sottostane aveva una pianta di gelsomino in un grosso vaso: la pianta doveva essere li dalla costruzione della casa perché aveva un grosso tralcio spoglio alla altezza del balcone del proprietario ma poi si era arrampicato di sguincio ed arrivava fin sotto al mio balcone con tutti i fiori. Mi ricordo il profumo dei fiori che raggiungeva i mio balcone. Poi morto il proprietario, la nuora ha tolto tutto.
 

Mr Big Time

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie.
Certo che un giardiniere con oltre 30 anni di esperienza, non di primo pelo... mi sono affidato a lui. Non pensavo di essere nel torto, lui era ed è sicuro di aver agito secondo la legge. Tanto da dire di averlo fatto ancora... venir a dirmi che ha esperienza e si può fare così...
Non posso credere mi abbia fatto fare tutto questo casino per un centinaio di euro quando era sufficiente stare a 50cm... spazio ne ho...
Non posso però neanche trascurare che i vicini a voce avessero accettato e dato il consenso...
 

majocca

Membro Junior
Proprietario Casa
Forse stiamo deviando dalla questione.
In se la rete (anche se indecorosa per loro stessa ammissione) non mi crea alcun disagio.. va però detto che oltre al danno, la beffa... la palla arriva ancora. Ripeto, non lo ritengo in ogni caso elemento di disturbo. Sono più per dire, le cose si compensano.

La questione è questa.
Ciò che mi preoccupa è di non essere in regola con la legge.
Il giardiniere sostiene che lo sono perchè il telo oscurante appoggiato alla ringhiera copre tutti gli eventuali buchi nelle maglie (un lavoro davvero ben fatto anche secondo altri professionisti che mi hanno fatto lavori in casa, bello da vedere...) e di conseguenza "fa muro".
Per ciò posso appoggiare le piante di gelsomino, a patto non superino in altezza il manufatto (ringhiera + telo).
Se volessi potrei sentire una
Le piantane che sono installate sul muretto hanno una vite da una parte una dall'altra della ringhiera. Quindi sono equamente divise. In sezione dall'alto si vedono così: -II-
Spiego : è universalemnte riconosciuto che la parte bassa della "T" indica il proprietario della rete (in altre parole, il trattino alto della T indica la non proprietà).

Le piantane infatti vengono sempre montate con il piatto verso l'esterno.

In ogni caso : sono gelsomini : l'errore non l'hai commesso tu ma il giardiniere. Li puoi togliere e cosi facendo riappacificarti con i vicini. Poi puoi ripiantarli a 50 cm dal confine, avendo cura di mettere una spalliera che li sostiene. (il gelsomino è una pianta che si sviluppa molto rapidamente: potresti usare del concime a lento rilascio per velocizzare la crescita.
Non credo tu debba scusarti con i vicini.

Stabilisci di chi è la recinzione (se tua, loro se in comunione, etc) : da li puoi sempre chiedere l'innalzamento della recinzione sino a 2,50 metri.
 

majocca

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie.
Certo che un giardiniere con oltre 30 anni di esperienza, non di primo pelo... mi sono affidato a lui. Non pensavo di essere nel torto, lui era ed è sicuro di aver agito secondo la legge. Tanto da dire di averlo fatto ancora... venir a dirmi che ha esperienza e si può fare così...
Non posso credere mi abbia fatto fare tutto questo casino per un centinaio di euro quando era sufficiente stare a 50cm... spazio ne ho...
Non posso però neanche trascurare che i vicini a voce avessero accettato e dato il consenso...
Perchè non chiedi al giardiniere di citarti le leggi e le sentenze che definiscono legale l'uso di una rete ombreggiante per mettere a dimora il gelsomino non rispettando i 50 cm di distanza dal confine?
 

majocca

Membro Junior
Proprietario Casa
E se proprio vuoi stare a confine senza estirpare nulla, puoi trasformare la tua siepe di gelsomino in una siepe morta

In botanica e giurisprudenza, si definiscono siepi morte quelle costruite con rami secchi intrecciati e legati oppure con reti metalliche, palizzate o lastre di pietra. La distanza minima di queste tipologie di siepi non è regolamentata e, quindi, possono essere liberamente posizionate anche a confine stesso delle proprietà (art. 141 LAC)
C
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
La distanza minima di queste tipologie di siepi non è regolamentata e, quindi, possono essere liberamente posizionate anche a confine stesso delle proprietà (art. 141 LAC)
Peccato che siamo nella Repubblica Italiana, e non nella Repubblica e Cantone Ticino.
Quella norma infatti è contenuta nella Legge cantonale di applicazione e complemento del Codice civile svizzero (LAC).
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

oggi mi stò dando del pirla:rabbia:
Danhgianhacai.com là trang web tổng hợp toàn bộ thông tin các nhà cái uy tín hàng đầu hiện nay. Những chương trình khuyến mãi, thứ hạng nhà cái thay đổi được cập nhật liên tục.
Xem từ thông tin:
Profil: Danhgianhacai - U-Labs Community
danhgianhacai
Alto