1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. jaco67

    jaco67 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, sono il proprietario di uno stabile e ho avuto problemi con un inquilino che si rifiuta di pagare le spese relative al canone Telecom dell'ascensore perché afferma che c'è la possibilità di pagare molto meno con un impianto GSM con scheda ricaricabile. Vorrei sapere, nel caso decidessi di commutare l'impianto alla scheda GSM, chi si deve accollare i costi di installazione del nuovo impianto? Gli inquilini o il proprietario? Grazie in anticipo per le gentili risposte.
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Il proprietario (salvo accordi diversi sottoscritti tra le parti).
     
  3. jaco67

    jaco67 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per la risposta. Se il costo di trasformazione dovesse essere troppo alto e decidessi di tenere il contratto con la Telecom, questo inquilino continuerebbe a non pagare la sua parte del canone, dicendo che non è giusto che noi obblighiamo a far pagare un servizio più caro quando esistono contratti meno onerosi come il GSM. Come mi posso comportare? Posso obbligarlo a pagare, considerando che quando è entrato c'era già il contratto con la Telecom? Posso proporre a tutti gli inquilini se sono interessati alla trasformazione dell'impianto a loro spese in virtù di spese condominiali più basse?
     
  4. A mio avviso il tuo inquilino deve accettare le decisioni prese dall'assemblea e pagare. Se poi vuoi proporre l'impianto GSM puoi farlo, magari viene accettato.
     
  5. jaco67

    jaco67 Membro Attivo

    Proprietario di Casa

    Grazie per la risposta. :)
     
  6. L'unico dubbio che mi viene è se l'inquilino possa avere diritto di voto in assemblea per deliberare su questa faccenda ( un po' come avviene per il riscaldamento)! Ai più esperti la parola :)
     
  7. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Se ho capito bene, Jaco67 è proprietario dell'intero edificio, quindi non esiste condominio e tanto meno assemblea condominiale. Ci può essere assemblea consultiva dei condomini con nessuna validità giuridica.
    A mio parere (non sono un legale) Jaco67 non ha alcun obbligo di cambiare, mentre l'inquilino ha quello di pagare comunque la sua parte.
    Bisogna vedere cosa è previsto nel contratto, a tale proposito; sempre a mio parere, se il collegamento telefonico non è esplicitamente citato come servizio dato, il locatore, può disdire l'abbonamento se l'averlo gli procura noie.

    Quindi le alternative sono: Si continua come adesso facendo pagare il riottoso, si mette il nuovo impianto se voluto e pagato dagli inquilini, si disdice il contratto telecom.

    Nella scelta di cosa proporre, devi però tener conto, della facilità o meno di collocare eventuali appartamenti che si possono liberare. Ciao.
     
  8. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa, ma sei obbligato a mantenere il contratto con Telecom? Non puoi portarlo a Wind, Teledue, Fastweb o simili che non fanno pagare il canone?
     
  9. Ah, perbacco!:^^:
     
  10. jaco67

    jaco67 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao Romrub,
    si, l'intero edificio è di proprietà di una mia società, quindi non ci sono assemblee condominiali. Sul contratto non c'è specificata la spesa relativa alla bolletta Telecom dell'ascensore ma solo il punto in cui il conduttore ha l'obbligo di pagare le spese condominiali generali nella sua parte di millesimi. E in specifico "...le spese relative al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore." Essendo per legge obbligatorio avere una linea telefonica collegata al sistema di allarme dell'ascensore non penso di poter disdire l'abbonamento. Si tratta ora di capire (sto aspettando la risposta della ditta che ha in appalto la manutenzione e che a suo tempo aveva installato l'impianto telecom) quali sono i costi per la sostituzione dell'impianto Telecom con uno a commutatore telefonico GSM con scheda prepagata. Per quanto riguarda l'inquilino come posso comportarmi? Lui è consapevole che deve pagare la sua quota di bolletta ma adducendo al fatto che in commercio esiste un sistema meno costoso (GSM) si rifiuta di pagare, sostenendo che io me ne frego degli inquilini tanto pagano loro. Per la cronaca è l'unico che si lamenta di pagare 6,50 euro al mese di bolletta.Grazie a tutti per le risposte. ciao
     
  11. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non sapendo quanti siano in totale gli inquilini e quindi non potendo quantificare il totale del contratto con Telecom che, comunque, per una linea "normale" costa circa 20 euro/mese mi sembra che l'inquilino non abbia tutti i torti. Se 6,5 euro/mese sono una pochezza, 78 euro/anno diventano una cenetta al ristorante. Ed allora: è davvero un monopolio Telecom questa "eventuale-chiamata-tramite-linea-in-caso-di-avaria-dell'ascensore?". O, come ho già detto poc'anzi, non sarebbe il caso (se fattibile) il passaggio ad altro gestore telefonico che non fa pagare detto canone?
     
  12. jaco67

    jaco67 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao Luigi,
    innanzitutto mi devo correggere sull'importo. La spesa per inquilino è 3,85 al mese. Avevo fatto il conto sulla bolletta mensile ma l'importo era bimestrale. Gli inquilini sono 7. Sto aspettando da parte della ditta che ha installato l'impianto la fattibilità e il costo per passare ad un impianto con GSM e scheda prepagata, quindi senza costi fissi. Ma con tutto il rispetto che ho per i miei inquilini, se il passare ad un nuovo impianto mi dovesse costare più di mille euro (come qualcuno mi ha accennato) io non sarei disposto a farlo, a meno che decidano di dividersi le spese i condòmini per non avere più i 3,85 euro al mese da pagare.. ma credi abbia senso? Non dimentichiamo inoltre che un cellulare può avere anche più problematiche rispetto ad un linea tradizionale. (Scheda che rimane senza credito, scheda che si disattiva in caso di inutilizzo per 2 anni, il cellulare che potrebbe anche non riavviarsi in caso di mancanza tensione se le batterie col tempo si deteriorano ecc..) In definitiva, credo che rifiutarsi di pagare sia un modo ingiusto di affrontare le questioni. E' sacrosanto discutere sull'argomento e vedere insieme se c'è un'alternativa valida e conveniente.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    tanto per curiosità quanto risparmierebbe l'inquilino su una spesa "esosa" di 3,87 euro al mese? Va bene la concorrenza, diciamo il 30% ? e questo signore si mette a fare le bizze per una cifra così risibile che, tra l'altro, essendo un inquilino è tenuto, stando al contratto di affitto, al pagamento, visto che non sono spese "condominiali" perchè il condominio non c'è essendo unico il proprietario di tutti gli appartamenti del palazzo. La linea telefonica al servizio dell'ascensore è in ogni caso un bene comune: ci vuole almeno la maggioranza degli utenti per indurre il proprietario al cambiamento del servizio. Non si deve trascurare il fatto che essendo per le chiamate di emergenza la linea via cavo è senz'altro più sicura di quella via etere. Quindi credo che al massimo si debba cambiare il gestore telefonico di linea fissa. Se il GSM per un qualsiasi motivo di mancato agganciamento della cella non dovesse funzionare, per esempio problemi della cella di riferimento, proprio nel momento del bisogno con chi se la prende l'inquilino rimasto chiuso nell'ascensore? Con il padrone della casa che offre un servizio (quello dell'ascensore) o con chi puntando i piedi ha voluto la trasformazione? Perchè non gli consigliate una visita psichiatrica a questa persona oppure è ridotta così all'osso da economizzare 1,16 euro al mese?
     
    A bolognaprogramme e piace questo messaggio.
  14. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    C'è una alternativa che non ho precedentemente segnalato, visto che non mi risulta che sia obbligatorio avere un collegamento telefonico nell'ascensore, poni la questione in questi termini, o va bene quello che c'è con i relativi oneri o disdici l'abbonamento e così si chiude ogni qualsivoglia discorso nel merito.
     
  15. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Caro jaco 67, non posso che associarmi a quanto detto da Criscuolo che da Romrub. Il tuo inquilino deve essere uno di quei rompib.....e che farebbero perdere la pazienza a S.Francesco.
    Se per venirgli incontro potessi trovare un gestore sulla linea "fissa" che non fa pagare il canone, pure in assenza di consumo telefonico, sarebbe l'optimum. Diversamente, poni la questione al "rompino" in questi termini: -"Se ti sta bene è così perchè hai firmato un contratto di affitto in cui i vari servizi e le spese erano dettagliate. Se non ti sta bene, puoi anche cercarti un'altra abitazione, però in tal caso, mi pagherai anche una penale per rescissione anticipata del contratto. E nel frattempo, spera che l'ascensore non si blocchi con te o i tuoi familiari chiusi dentro, magari in un bellissimo giorno festivo.....". Vedi cosa ti risponderà...:applauso::applauso::applauso:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina