• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

freakness51

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
buongiorno,
vorrei approfittare della grande esperienza di tutti per cercare di risolvere una questione sorta con gli inquilini; cercherò di fornire I dettagli in maniera esaustiva.
sono proprietario di un appartamento concesso in affitto ammobiliato. L'appartamento è stato ristrutturato completamente nel 2006.
gli attuali inquilini sono conduttori dell'appartamento dal 1 marzo 2017. nel mese di ottobre 2017 mi contattano perchè notano che il frigorifero sembra non funzionare correttamente. A seguito della loro segnalazione concordiamo di contattare un tecnico per verifiche.
- primo intervento del tecnico che rileva guasto alla scheda riparabile, stima costo 180 Euro; conveniamo in accord di effettuare la riparazione anzichè acquistare un nuovo elettrodomestico e contestualmente conveniamo di divider il costo della riparazione;
- secondo intervento del tecnico per sostituire la scheda, purtroppo rileva anche malfunzionamento della pompa. stima costo 50 Euro aggiuntivi; conveniamo nuovamente di procedure su tale strada e sempre di divider il costo della riparazione;
- terzo intervento del tecnico; cambia la poma, ricarica il gas, tira e molla; il frigo funziona per qualche ora e poi di nuovo ko
- ultimo intervento del tecnico: dichiara decesso dell'elettrodomestico. Discuto con il tecnico in merito all'inutilità dei suoi interventi e pretendo la restituzione di quanto pagato; a fine discussione conveniamo nella restituzione del 50% di quanto percepito (pagato 230 Eur di cui 150 Eur di tasca degli inquilini e 80 Eur di tasca mia).
il giorno successivo all'ultimo intervento ho immediatamente acquistato (ovviamente costo sotenuto da me al 100% - circa 400 Euro) un frigo nuovo, consegnato nell'arco di 3 giorni.
Ad oggi - 22 febbraio 2018 - il tecnico non mi ha ancora restituito quanto previsto, ma ieri sera gli inquilini pretendono di ricevere da me quanto da loro sostenuto per l'intervento di riparazione non andato a buon fine (Eur 150), poichè ritengono che non si tratti di manutenzione ordinaria.

Chiedo: L'intervento di riparazione è di competenza dell'inquilino o del proprietario? Non riesco a trovare una risposta univocal a questo dilemma, anche per chiudere la questione con gli inquilini e definire la questione una volta per tutte (e per il seguito...).
Dopo aver letto anche gli altri interventi sul forum cercando casi analoghi e dopo aver consultato gli articoli del c.c. inerenti, sono sinceramente dubbioso sul come comportarmi, a parte la certezza di continuare a tartassare il tecnico finchè non mi restituirà l'importo.

Grazie in anticipo a tutti coloro che vorranno darmi una mano!
Lorenzo
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Le riparazioni spettano esclusivamente al conduttore...le sostituzioni del bene al proprietario.
Quindi, in teoria, tu non dovevi pagare nulla...ma un guasto che si presenta dopo soli 6 mesi è quantomeno "sospetto" :su un nuovo apparecchio esiste la garanzia di Legge...se era zcaduta si potrebbe obbiettare che hai fornito elettrodomestico vecchio e "a fine vita".
Siccome avete ripartito in "deroga" le cose restano come concordate sul momento...nulla può ora pretendere il conduttore salvo quota dell'eventuale rimborso (se percepito).
Come detto nuovo acquisto a tuo integrale carico.
 

freakness51

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
grazie per la tua risposta!
a dire il vero sono alla ricerca di "riferimenti concreti" da far valere agli inquilini per portare la discussione raccontata nel primo post a una conclusione.
banalmente se c'è un riferimento normativo cui far riferimento che permetta di non attenersi solo alla consuetudine o all'accordo verbale.
per farla breve...
inquilino: "le spese delle riparazioni non sono mia competenza, pertanto voglio indietro i 150 Euro"
proprietario: "guarda che l'art XXXX prevede che blablabla, per cui il costo di riparazione è tua competenza e la sostituzione è mia competenza"
 

Nautilus

Membro Attivo
Proprietario Casa
All'inquilino spettano le spese per le riparazioni dovute alla normale usura degli elettrodomestici, delle serrature etc. Ma se hai affittato la casa con il frigorifero e questo si guasta dopo solo 6 mesi tocca a te decidere se sostituirlo o ripararlo a tue spese.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
. Ma se hai affittato la casa con il frigorifero e questo si guasta dopo solo 6 mesi tocca a te decidere se sostituirlo o ripararlo a tue spese.
Su tal cosa si potrebbe disquisire.
Se l'elettrodomestico è nuovo la rottura dovrebbe passare in garanzia.
Se è usato 6 mesi di tempo sono un termine di tempo in cui diventa difficile attribuire cole al solo proprietario.
Nel senso "letterale" della Legge qualsiasi riparazione spetta al conduttore (e non viene indicato un "lasso di tempo" su cui fare distinzioni)...ma anche vero che giurisprudenza non considera la riparazione "elettronica" perchè ritengono che un circuito elettrico non sia soggetto ad usura (assurdo) e una rottura è imputabile solo a cattiva progettazione (chissà da dover arriva tale "credenza") al che la responsabilità e del locatore.

A prescindere dalle norme e dalla giurisprudenza @freakness51 ed il suo conduttore hanno concordato la ripartizione in parti uguali. Decisione condivisa e non imposta che diventa accordo contrattuale=nulla può ora recriminare l'inquilino.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
grazie per la tua risposta!
a dire il vero sono alla ricerca di "riferimenti concreti" da far valere agli inquilini per portare la discussione raccontata nel primo post a una conclusione.
banalmente se c'è un riferimento normativo cui far riferimento che permetta di non attenersi solo alla consuetudine o all'accordo verbale.
...
Art. 1576 del Codice Civile dall'insostituibile "Brocardi"

Dispositivo dell'art. 1576 Codice civile
FontiCodice civileLIBRO QUARTO - Delle obbligazioniTitolo III - Dei singoli contrattiCapo VI - Della locazioneSezione I - Disposizioni generali
Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie [1583] (1), eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore [1609,1621, 2153, 2764] (2).
Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione (3) sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore [1609, 1621, 2153, 2764] (4).
 

freakness51

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
E niente... Chiesta consulenza legale questo mi ripoetà
"... il problema sta nel fatto che il frigorifero si è rotto a causa della sua vetusta' ( anzianità dell' apparecchio). Essendoci una rottura di componenti essenziali dell'elettrodomestico ( es. motore) l' ammontare delle riparazioni sarà a tuo carico. Art 1609 specifica che sono spese per la piccola manutenzione " quelle dipendenti da deterioramenti prodotti dall' uso e non quelle dipendenti da vetusta' o da caso fortuito" . Mi dispiace !..."

Quindi in ultimo visto che avevamo pattuito di dividere il costo della riparazione in questo caso faremo riferimento all'accordo verbale in attesa di concludere il recupero crediti dal tecnico...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno a tutti, sono proprietaria di un locale commerciale categoria C1 - 87 mq, mi hanno proposto di venderlo con un contratto Rent to buy oppure con un contratto preliminare di compravendita con consegna anticipata. Non avendo nessuna conoscenza di tali procedure, ringrazio chiunque possa informazione sulla diversità dei due contratti e suggerimenti utili da tener presenti per non incorrere in fregature.
Buongiorno,sono unica proprietaria di un immobile,ho una mamma di ottanta anni e due figlie che vivono con me,sono divorziata. Vorrei sapere, nel caso in cui dovessi mancare prima di mia mamma,la casa a chi andrebbe?
grazie.
Alto