• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Francesca_94

Nuovo Iscritto
Conduttore
Salve, avrei una domanda da porgervi: un mio amico, proprietario di casa, ha fittato il suo appartamento ad un signore, deceduto pochi giorni dopo il trasloco. Ha eredi, ma non convivevano con lui. Ad oggi, gli eredi hanno richiesto la restituzione delle 2 mensilità, riferendo che, qualora fossero state loro negate, avrebbero detenuto le chiavi della casa fino a scontare le mensilità, ossia fino a febbraio 2017. Mi chiedo se ciò sia legale oppure vogliono solo truffare il mio amico, dato che, almeno secondo mie conoscenze, loro non potrebbero subentrare nel rapporto di locazione, in quanto, per l'appunto, non conviventi con il conduttore decesso.
Grazie mille :)
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non hanno alcun diritto a trattenere le chiavi.
Visto che il legittimo possessore è deceduto non ritengo ci sia violazione di proprietà se accede con copia e sostituisce la serratura.
 

Francesca_94

Nuovo Iscritto
Conduttore
Quello che non mi è chiaro è se possano chiederlo gli eredi non conviventi, visto che nel contratto non figura alcun convivente.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Quello che non mi è chiaro è se possano chiederlo gli eredi non conviventi, visto che nel contratto non figura alcun convivente.
Ritieni che gli eredi, per ottenere un credito del loro dante causa, debbano necessariamente essere conviventi con il de cuius?
Che cosa c'entra l'eventuale diritto a subentrare nella titolarità del contratto di locazione?
 

Francesca_94

Nuovo Iscritto
Conduttore
Ma non sono i detentori dell'immobile. Inoltre per questo loro sarebbero legittimati a trattenere le chiavi di casa? Le leggi in questo senso sono chiare: il proprietario può chiedere azione di rilascio se non vi sono eredi conviventi. Quindi, per questo ho chiesto se avessero legittimità a richiedere il deposito.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma non sono i detentori dell'immobile.
Se sono eredi, come tali subentrano in tutti i crediti (e debiti) del conduttore!
Il locatore dichiari che è disposto a restituire il deposito cauzionale e vedrai che gli eredi restituiranno (l'immobile) e le chiavi.
Se tu fossi conduttrice e volessi restituire l'immobile che hai in locazione, consegneresti le chiavi al tuo locatore senza al contempo pretendere la restituzione del deposito cauzionale che avevi versato?
Avevi scritto: "gli eredi hanno richiesto la restituzione delle 2 mensilità, riferendo che, qualora fossero state loro negate, avrebbero detenuto le chiavi".
La qual cosa penso faresti pure tu, se fossi al loro posto.
 
Ultima modifica:

Francesca_94

Nuovo Iscritto
Conduttore
Se non è legale no. Io potrei agire nei loro riguardi legalmente e loro potrebbero agire nei miei confronti in egual modo, rispetto le corrispettive richieste, separatamente, e non contestualmente. Almeno io non l'ho riscontrato in alcuna norma circa il diritto di locazione. A mio modo di vedere le cose, quello è un ricatto, se non è sancito dalla legge. Comunque mi sono chiarita le idee.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
A mio modo di vedere le cose, quello è un ricatto
Ricatto?
La somma versata a titolo di deposito cauzionale passa in proprietà del locatore e su essa il conduttore vanta un diritto di credito al momento in cui, essendo venuta meno la sua funzione di garanzia, vale a dire sia verificato l’adempimento, può chiederne la restituzione. Con la conseguenza che il locatore, dopo il rilascio dell’immobile da parte del conduttore, non può appropriarsi di detta somma, nemmeno quando abbia fondati motivi per trattenerla, se prima non procede in via giudiziale chiedendone al giudice l’attribuzione legittima.
Il conduttore, o meglio, gli aventi diritto in sua vece, hanno manifestato di voler rilasciare immediatamente l'immobile e quindi, all'effettivo rilascio, hanno diritto alla restituzione del deposito.
Resta un mistero la "truffa" che paventavi in danno del tuo amico.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
In primis andrebbe ben letto il contratto per comprendere quali "limiti e funzioni" abbia il versamento di 2 mensilità.
Poi diventa questione di "lana caprina" la contestualità della restituzione delle chiavi contro la eventuale "cauzione".
Ma è altrettanto indubbio che finchè non vi è restituzione delle chiavi e verifica dell'integrità dei locali, gli eredi debbano corrispondere, a titolo di rimborso, l'equivalente del canone.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
La restituzione delle chiavi è vincolata allo sgombero dell'immobile dalle cose e mobili del de cuius. Pertanto, se volessero potrebbero tergiversare. Ovviamente sarebbe logico raggiungere un accordo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Affitto immobile a stranieri ed occupato da più persone
Ho affittato un appartamento ad un ragazzo extracomunitario con regolare contratto registrato, ma ho saputo che adesso in quell'appartamento ci vivono anche altri due ragazzi non parenti tra di loro anch'essi extracomunitari, volevo sapere se hanno diritto a viverci e se ho delle responsabilità e sopratutto corro il rischio di essere denunciato dai miei vicini?
Alto