1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pantaleo

    pantaleo Nuovo Iscritto

    :confuso: ho acquistato un appartamento come prima casa intestando a me l"usufrutto e alla figlia la nuda proprietà,alla mia morte la figlia dovrà pagare la tassa di successione? io ho altri due figli con la prima moglie a loro spetta qualcosa. grazie
     
  2. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Re: L'usufruttuario vuole cedere alla figlia nuda proprietaria. Bisogna andare davanti al notaio?

    No, credo :? che alla tua morte, speriamo il più tardi possibile :^^: , l'usufrutto viene riunito alla nuda proprietà senza pagare la tassa di successione. Non so quale pratica ufficiale vada fatta. Probabilmente una comunicazione in conservatoria e al catasto.
    Vediamo se chi ne sa di più ci aiuta.
     
  3. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Re: L'usufruttuario vuole cedere alla figlia nuda proprietaria. Bisogna andare davanti al notaio?

    Bisogna andare al Catasto (per esperienza diretta) e non si paga nulla
     
  4. Andrea73

    Andrea73 Nuovo Iscritto

    Re: L'usufruttuario vuole cedere alla figlia nuda proprietaria. Bisogna andare davanti al notaio?


    Bisogna fare una voltura catastale al catasto urbano (riunione di udufrutto), non è vero che non si paga nulla, si pagano i bolli e diritti che ammontano a circa 50 euro
     
  5. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    al di la che l'usufrutto si estingue alla morte della persona e pertanto sarà sufficiente volturalo al catasto, non ho ben compreso il fatto dei due figli con la prima moglie. Se si vuole intendere che a loro non è stato donato nulla allora la cosa non è così semplice, nel senso che tutti figli debbono ricevere per legge una quota da entrambi i genitori.
     
  6. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    leontino ha fatto giustamente presente questo problema :daccordo: .
    Innanzitutto bisogna vedere se la nuda proprietà è stata pagata con i proventi della figlia o del padre. Nel caso in cui i proventi fossero del padre, potrebbe configurarsi una donazione indiretta. Se così fosse, al momento del decesso del padre, i due figli della prima moglie (se sono anche figli del padre usufruttuario), qualora ritenessero lesa la loro quota di legittima dell'eredità, avrebbero 10 anni di tempo per impugnare la "donazione indiretta" e chiedere l'azione di riduzione. Nel caso che vincano la figlia che ha la proprietà dovrebbe dare agli altri due la quota a loro spettante. Se non ne è in grado potrebbero chiedere l'azione di restituzione del bene.
    Dagli elementi esposti non mi sento di dire altro, e tengo per correttezza a precisare che NON sono un esperto in materia, ma questa mia riflessione è fatta sulla base di esperienze precedenti.
    Il mio consiglio, per togliersi il dubbio, è sentire un avvocato che si occupa della materia. Nel frattempo vediamo se tra gli utenti del forum c'è qualcuno che ci può aiutare.
     
  7. Alessandro Cagnoni

    Alessandro Cagnoni Nuovo Iscritto

    per quanto ho capito io è stato fatto un'atto di vendita e quindi per me non esiste l'impugnazione per fare l'annullamento dell'atto pubblico da parte degli eredi legittimi del signore
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina