• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sei favorevole ad un nuovo condono edilizio?

  • Assolutamente no!

    Voti: 171 48,7%
  • Non saprei...

    Voti: 18 5,1%
  • Si, era l'ora

    Voti: 164 46,7%

  • Votanti
    351
Bè GianfrancoElly sullo strano destino ero molto ironica,nelle discussioni si può anche srammatizzare a volte, se non lo hai capito trovo limitativa la
discussione...inoltre io non ho mai parlato di volere raddoppiare la mia casa,se la matematica
non è un'opinione il 20% di 155 mq. è circa 35 mq. di ampliamento, che un disegno di legge
aveva proposto. Io non ho mai voluto il permesso del condono,avrei usufruito di una
sanatoria nei termini di legge previsti. Rileggi meglio il mio messaggio!
 

GianfrancoElly

Membro Attivo
Proprietario Casa
Sono completamente d'accordo con TOVRM. Per Giacomelli e Ursula: il forum era sull'essere d'accordo o meno su condoni e sanatorie. Ebbene molti lo sono citando i loro casi PERSONALI, alcuni sono contrari per principio a fare questi interventi perchè ovviamente fanno capire agli Italiani (come ce ne fosse bisogno...) che possono fare quello che vogliono tanto poi si farà in modo di sanare l'illegalità. Questo spiega perchè chi predica questo stile di vita (puoi fare quello che vuoi o che ti piace) raccolga tanti voti. Tutto il resto è demagogia e populismo.
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Il tuo intervento è condivisibile, ma vede solo la parte peggiore di noi Italiani, vede solo il lato degli speculatori più torvi e, mi sia concesso sperare che non sia tutta così la gente e ho persino la convinzione che la maggior parte degli intervenuti in questo forum, siano persone che hanno piccoli o grandi problemi, ma che sicuramente non sono problemi di evadere, abusare, deturpare. Tante volte abbiamo detto, che ci sono situazioni regresse involontarie, forse talmente insignificanti che appellarsi ad un condono è eccessivo, basterebbe fare dei piccoli aggiornamenti in catasto e tutto torna. Sicuramente inculcare uno stile di delinquere e poi condonare non è, evidentemente, una politica che paga. Una Ursula, mi scuso se la cito nuovamente ad esempio, mi sembra la persona più colpita dalla rigidità di una legge che il cittadino non comprende, i sui 2.500 mq. ragionevolmente sopporterebbero un ampliamento di 50/100 mq. di abitazione. (Una villetta di 200 mq. in genere ha un giardino di 300/400 mq.)
Il principio che tu sostieni è sacrosanto, ma poi, i nostri governanti, non demoliscono i macro abusi, e noi contribuenti stiamo alla finestra a vedere che prosperano, e non abbiamo nemmeno la consolazione di vedere queste case pagare sanzioni e le tasse regolarmente, perchè questo si ottiene solo tramite un condono, e se il condono è ben fatto si sanano solo le cose ragionevoli e si sanziona e si demoliscono i veri abusi. Ora mi spiace prendermi l'etichetta di demagogo e populista, solo perchè la penso differentemente da te, ma tant'è.
Ciao
 

GianfrancoElly

Membro Attivo
Proprietario Casa
Caro Giacomelli, questo tuo intervento è equilibrato e ragionevole: non sei demagogo o populista. Sarai però d'accordo che non è facile distinguere in un condono quali siano quelli "equi" da quelli che non lo sono. Ecco perchè possiamo discutere all'infinito ma alla fine ci sarà un condono totale oppure nessun condono. Per quanto riguarda Ursula penso che sia logico che il comune possa rilasciare un permesso di costruzione (cioè nè un condono nè una sanatoria) se le volumetrie rispettano le superfici, a prescindere dal numero dei figlii. Io in realtà contestavo proprio questo ragionamento: avendo molti figli ho diritto a ... I figli sono una libera scelta e pertanto si hanno se si possono avere: non sono d'accordo che, anche in questo caso, valga il ragionamento "faccio quello che mi pare e poi gli altri mi devono aiutare". Senza rancore
 

jac0

Membro Senior
Proprietario Casa
Siamo in argomento e d'altronde la notizia qui sotto non l'ho trovata riportata sul forum (scusate se invece c'è già).
Dopo la bocciatura del nostro Presidente, il decreto Milleproroghe torna in Aula, questa volta non contiene proroghe alle demolizioni delle case abusive in Campania. Nell'ultima versione del maxi-emendamento, il comma che procrastinava gli abbattimenti al 31 dicembre 2011 è stato cancellato, quindi sarà stabilito che si potrà procedere senza indugi alle demolizioni.
 

tovrm

Membro Senior
Proprietario Casa
Siamo in argomento e d'altronde la notizia qui sotto non l'ho trovata riportata sul forum (scusate se invece c'è già).
Dopo la bocciatura del nostro Presidente, il decreto Milleproroghe torna in Aula, questa volta non contiene proroghe alle demolizioni delle case abusive in Campania. Nell'ultima versione del maxi-emendamento, il comma che procrastinava gli abbattimenti al 31 dicembre 2011 è stato cancellato, quindi sarà stabilito che si potrà procedere senza indugi alle demolizioni.
Ogni tanto arriva una buona notizia

Aggiunto dopo 6 minuti :

Il tuo intervento è condivisibile, ma vede solo la parte peggiore di noi Italiani, vede solo il lato degli speculatori più torvi e, mi sia concesso sperare che non sia tutta così la gente e ho persino la convinzione che la maggior parte degli intervenuti in questo forum, siano persone che hanno piccoli o grandi problemi, ma che sicuramente non sono problemi di evadere, abusare, deturpare. Tante volte abbiamo detto, che ci sono situazioni regresse involontarie, forse talmente insignificanti che appellarsi ad un condono è eccessivo, basterebbe fare dei piccoli aggiornamenti in catasto e tutto torna. Sicuramente inculcare uno stile di delinquere e poi condonare non è, evidentemente, una politica che paga. Una Ursula, mi scuso se la cito nuovamente ad esempio, mi sembra la persona più colpita dalla rigidità di una legge che il cittadino non comprende, i sui 2.500 mq. ragionevolmente sopporterebbero un ampliamento di 50/100 mq. di abitazione. (Una villetta di 200 mq. in genere ha un giardino di 300/400 mq.)
Il principio che tu sostieni è sacrosanto, ma poi, i nostri governanti, non demoliscono i macro abusi, e noi contribuenti stiamo alla finestra a vedere che prosperano, e non abbiamo nemmeno la consolazione di vedere queste case pagare sanzioni e le tasse regolarmente, perchè questo si ottiene solo tramite un condono, e se il condono è ben fatto si sanano solo le cose ragionevoli e si sanziona e si demoliscono i veri abusi. Ora mi spiace prendermi l'etichetta di demagogo e populista, solo perchè la penso differentemente da te, ma tant'è.
Ciao
Adriano, il tuo intervento è decisamente equilibrato e sarebbe certamente di buon senso in un Paese dove prevalessero maggiore onestà e senso civico. Purtroppo, almeno in questa fase storica, in Italia non è così (e con questo non faccio certo di tutta l'erba un fascio, altrimenti che ci facciamo noi su questo forum?.
Io non credo che la tua sia demagogia, né populismo, in fondo esprimi solo la tua opinione. Però la situazione attuale è quella in cui se apri un piccolo foro nel sistema, in molti si adopereranno per farlo diventare una galleria.
 
Una vergogna a dir poco! Sono dell'avviso che è era di finirla e di porre le mani una volta per sempre sui piani regolatori! Un abuso edilizio è un danno incalcolabile all'utente ed alla collettività e servirebbe solo ad ingentivare le casse da cui attingere solo nuovi privilegi per pochi! Ho acquistato una villetta "condonata" e con tutti i balzelli pagati dall'ex proprietario; ma solo il diavolo può sapere quanti altri salti ho dovuto fare e quanto denaro ho speso per poterla regolarizzare ottenendo il fatidico certificato di abitabilità! Ripeto una vergogna per un popolo che si ritiene civile!:sorrisone::sorrisone::sorrisone::sorrisone:
 

jac0

Membro Senior
Proprietario Casa
Nella biblioteca di tutti quelli che si occupano di edilizia abitativa e di piani regolatori urbani non dovrebbe mancare il famoso saggio del sociologo Franco Ferrarotti "Roma da capitale a periferia", pubblicato nell'anno 1970. Libro che descrive le modalità di trasferimento a Roma delle famiglie del sud nel dopoguerra alla ricerca di una vita più dignitosa.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Personalmente sono e sarei molto favorevole ad un condono per piccole opere come cambi destinazioni d'uso senza aumenti di volumetria, anche in centro storico. Quello che non capisco è come condoni di sottotetti o interventi similari pur avendo pagato rate ai Comuni se mancava anche solo una rata, magari solo in ritardo, venivano demoliti. Però intanto le altre rate del condono i Comuni le incassavano.
Assolutamente contrario ma era già così sia nella legge nazionale sia nelle leggi regionali i condoni in aree protette (spiagge, oasi, parchi ecc.)
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Considerato che non c'è la volontà degli amministratori locali di combattere questo fenomeno e nemmeno la giustizia persegue in modo adeguato i trasgressori, che si sentono premiati dal mancato rispetto delle leggi, cerchiamo di fermarlo ponendo un termine temporale. Saniamo il pregresso e cerchiamo di essere rigidi nel proseguo con interventi immediati sul sorgere dell'abuso. Solo così potremo ritornare nella legalità.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
E sono talmente stressati che per ferragosto chiudono un mese e mezzo per ferire, imposte, oltre a quelle invernali, che non so quanto durino.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
E' vergognoso, ma loro sono stressati e hanno diritto al meritato riposo. Ho sentito che devono allungare i tempi di prescrizione: vuol dire che avranno più tempo per chiudere le pratiche. Proprio il contrario di quello che sarebbe auspicabile.
 

ludoludo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Bisogna condonare le piccole cose, non case che emergono dal nulla. Queste, come sono emerse dal nulla dovrebbero essere abbattute dopo una severa multa. Una casa non è uno spillo che si può nascondere. Ma basta, siamo pazzi. Sempre a cercare di tirar fuori soldi con cose illegali con l'approvazione dello stato. Basta veramente. L'abusivismo si paga, non si condona. Non si deve mai darla vinta ai cosidetti furbi. In Italia non dovrebbero più esistere. Dopo tanti condoni ecco che ne spunta un altro, con qualsiasi governo, e tanto i soliti non pagheranno. Se uno ha una casa che spunta dal nulla, agendo così non lo va a dichiarare di sicuro. Ma i controlli dove sono?
Per favore, basta col raggranellare soldi in questo modo. Multa a chi sgarra, altro che condono. Controlli, controlli, controlli.
Condoniamo anche i furti, e magari i delitti, ma che roba. Povera Italia.
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
Bisogna condonare le piccole cose, non case che emergono dal nulla. Queste, come sono emerse dal nulla dovrebbero essere abbattute dopo una severa multa. Una casa non è uno spillo che si può nascondere. Ma basta, siamo pazzi. Sempre a cercare di tirar fuori soldi con cose illegali con l'approvazione dello stato. Basta veramente. L'abusivismo si paga, non si condona. Non si deve mai darla vinta ai cosidetti furbi. In Italia non dovrebbero più esistere. Dopo tanti condoni ecco che ne spunta un altro, con qualsiasi governo, e tanto i soliti non pagheranno. Se uno ha una casa che spunta dal nulla, agendo così non lo va a dichiarare di sicuro. Ma i controlli dove sono?
Per favore, basta col raggranellare soldi in questo modo. Multa a chi sgarra, altro che condono. Controlli, controlli, controlli.
Condoniamo anche i furti, e magari i delitti, ma che roba. Povera Italia.
mi puoi fare degli esempi pratici di cosa ritieni non condonabile e cosa no??? Perché piccole cose vuol dire tutto e niente. Parlo seriamente non faccio ironie ne intendo aprire polemiche sterili perché non mi interessa ma
essendo un argomento spesso off limits , merita un approfondimento serio e non una semplice banalizzazione.
 

ludoludo

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ah, sì, scusa. Per piccole cose intendo una veranda che non dia fastidio a terzi, una tettoia per mettere la legna e gli attrezzi da giardino, un bagno in più ricavato da un ripostiglio, una scala di accesso alla soffitta che potrebbe diventare mansarda e che quindi aumenta il volume casa e tasse.
Questo intendo. Non sono un tecnico e forse non mi sono espressa bene, ma io la penso così.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Brigantes83 ha scritto sul profilo di Gianco.
Salve Gianco, sono nuovo del forum, desideravo esporle una questione, io ho ricevuto un testamento universale olografo da un'amica, quest'ultima era vedova e non aveva figli, ma esiste una cugina (figlia della sorella di sua madre) e una nipote (figlia del fratello del marito defunto)
essendo il testamento universale a mio favore questi ultimi due persone rientrano comunque nell'asse ereditario? grazie
Salve a tutti vorrei sapere come faccio a regolarizzare la mia cantina alta 2,78 e lunga mt 8 e larga mt 6 seminterrata la quale è stata accatastata risulta sulle planimetrie insieme alla casa.La casa era abusiva ed è stata condonata ma la cantina non risulta il condono non capisco il perché dato che risulta sulle planimetrie.Ora dovrei vendere il tutto ma non vorrei avere problemi in futuro o davanti al notaio.
Alto